Notizie Serie TVIl nome di New Horizons della terza stagione di...

Il nome di New Horizons della terza stagione di Orville è ancora più profondo di quanto pensi

-


Attenzione: SPOILER per The Orville stagione 3, episodio 2, “Shadow Realms”.

The Orville stagione 3, episodio 2, “Shadow Realms”, giustifica il rebranding dello show come The Orville: New Horizons, ma in un modo più profondo di quanto sembri a prima vista. Creata da Seth MacFarlane di I Griffin, la commedia drammatica di fantascienza è recentemente tornata dopo tre anni di assenza, passando da Fox a Hulu. È un affettuoso tributo a Star Trek, che è diventato popolare per aver unito l’esplorazione spaziale e l’avventura del franchise con il personaggio forte e il lavoro comico associato a McFarlane.

Negli ultimi episodi, c’è stato un pronunciato spostamento dalla commedia a una narrazione più orientata alla fantascienza. Dopo la stagione 3, l’episodio 1, “Electric Sheep”, ha dato una svolta oscura a una vecchia trama di Star Trek, l’episodio 2 porta le cose oltre. Gli “Shadow Realms” del titolo dell’episodio si riferiscono a una regione dello spazio inesplorata dall’Unione Planetaria. Dopo che il capitano Ed Mercer (Seth MacFarlane) e il suo equipaggio hanno negoziato il viaggio attraverso colloqui diplomatici con il Krill, l’Orville diventa la prima nave a esplorare questi nuovi orizzonti.

Le nuove opportunità presentate dal trattato con il Krill sono apertamente ciò a cui si riferisce il rebrand di The Orville: New Horizons. Tuttavia, “Shadow Realms” enfatizza alcuni nuovi orizzonti meno ovvi esplorati dal creatore Seth MacFarlane e dal suo team di sceneggiatori. Dopo aver affrontato l’intolleranza e il suicidio nell’episodio precedente, lo spettacolo raddoppia allontanandosi dalle trame più comiche delle stagioni precedenti, esplorando il nuovo orizzonte di una fantascienza più drammatica. Gli sceneggiatori di Orville, Brannon Braga e Andre Bormanis, firmano un teso thriller d’azione, opportunamente diretto da Jon Cassar di 24, che segna la prima incursione di Orville nell’orribile body horror.

Ignorando un avvertimento del Krill, la prima missione di esplorazione degli Orville li porta nella Distesa di Kalarr, una regione dello spazio che si dice contenga dei demoni. Salendo a bordo di una nave in risposta a una richiesta di soccorso, l’ammiraglio Christie (James Read) viene esposto a uno strano agente patogeno alieno. Una volta tornata sulla nave, Christie inizia a sperimentare drastici cambiamenti fisiologici che ricordano The Fly di David Cronenberg. Occhi in più iniziano a crescere sulla sua fronte, mentre delle tenaglie iniziano a crescere fuori dalla sua guancia. È particolarmente allarmante per il dottor Finn (Penny Johnson Jerald), che si rivela essere l’ex moglie di Christie.

Qui, The Orville trasforma lo spettacolo dalla tenera tragedia del personaggio a un thriller quando la nave perde potenza ed è immersa nell’oscurità. Christie si è trasformata in una terrificante creatura ragno e sta percorrendo i corridoi della nave, cercando di riprodursi diffondendo l’agente patogeno. Quello che segue è un tempo In stile alieno thriller che presenta una trasformazione particolarmente macabra, testimoniata dai due figli del dottor Finn. Per uno spettacolo che una volta mandava in onda un episodio in stile Star Trek “Il ponte ologrammi andato storto” sulla dipendenza dalla pornografia e sui virus informatici, è una sorprendente partenza tonale.

Quando scriveva la seconda stagione, gli episodi 6 e 7, “Identity”, Seth MacFarlane temeva che i fan di I Griffin che sarebbero venuti allo show per la commedia sarebbero stati scoraggiati dalla pesante fantascienza. È chiaro ora che MacFarlane e il team sono stati incoraggiati dalla risposta estremamente positiva a quel drammatico 2-parte. Il team degli effetti visivi dello show ha vinto un Emmy per il loro lavoro sulle sequenze di battaglia e quel gold standard degli effetti continua nella nuova serie. Non è quindi una fatica enorme, quindi, vedere come Seth MacFarlane e il suo team di sceneggiatori hanno risposto in modo simile alla risposta positiva a “Identità”. Sono finite le sequenze apertamente comiche, con la commedia che serve invece a sgonfiare la tensione drammatica. È un chiaro segno che The Orville: New Horizons non si riferisce solo alle regioni inesplorate dello spazio in cui si trova ora l’equipaggio; si riferisce anche ai nuovi generi e forme di narrazione che il team di sceneggiatori esplorerà.

The Orville: New Horizons pubblica nuovi episodi giovedì su Hulu.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

Come Hughie e Butcher possono sopravvivere alla loro condanna a morte

ATTENZIONE: Spoiler in vista per la stagione 3 di The Boys. L'episodio 7 della terza stagione di The Boys...

Diversi attori di Ken in Barbie sembrano confermati da una fonte inaspettata

La voce che più attori interpreteranno Ken nel prossimo film di Barbie è stata potenzialmente confermata da una...

Ben Solo mentre Force Ghost AI Art corregge l’errore di Rise of Skywalker

L'arte generata dall'IA ha immaginato come sarebbe stato il Ben Solo di Adam Driver come un Force Ghost...

Set musicale TV live-action La bella e la bestia per le festività natalizie

La Bella e la Bestia riceverà uno speciale musicale dal vivo alla ABC in tempo per le festività...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te