Asiatica Film Mediale

Il momento in cui Ridley Scott sapeva di voler dirigere Il Gladiatore

Il momento in cui Ridley Scott sapeva di voler dirigere Il Gladiatore
Erica

Di Erica

29 Gennaio 2022, 09:19


Ridley Scott rivela il momento esatto in cui sapeva di voler dirigere Il Gladiatore. Pubblicato nel 2000, Gladiator racconta la storia di un generale romano di nome Maximus (Russell Crowe) che viene tradito dal figlio dell’imperatore e venduto come schiavo, diventando infine un guerriero gladiatore. Il film è stato un successo sia critico che finanziario e rimane uno dei film più celebrati della prolifica carriera di Scott.

Prima di intraprendere Il Gladiatore, Scott era famoso per il suo lavoro alla regia di Alien del 1979, Blade Runner del 1982, Thelma and Louis del 1991 e GI Jane del 1997, tra molti altri. Da quando ha completato Il Gladiatore, Scott ha continuato a lavorare regolarmente sia come produttore che come regista con The Last Duel e House of Gucci che sono i suoi sforzi più recenti. Sebbene sia stato rilasciato più di vent’anni fa, i discorsi su un sequel de Il Gladiatore sono continuati da quando è uscito il film originale. Scott ha recentemente confermato che la sceneggiatura del film è stata finalmente completata e che ha in programma di girare Il Gladiatore 2 probabilmente dopo il suo prossimo film, un film biografico su Napoleone.

In una recente intervista con Deadline, Scott rivela esattamente cosa lo ha attratto da Gladiator in primo luogo. Secondo Scott, non era la sceneggiatura che lo interessava, – in effetti, ricorda di aver pensato che non fosse molto buona – ma un dipinto di una scena violenta al Colosseo che accompagnava la sceneggiatura che alla fine lo convinse. Dai un’occhiata al commento completo di Scott qui sotto:

“Prima di tutto, amo fare film d’epoca. Adoro la ricerca. Amo creare una sorta di odori dell’epoca. Penso a quello che abbiamo fatto con il primo Gladiatore… non mi piace essere critico su altre cose che sono successe prima, ma non ero il più grande fan delle epopee romane di Hollywood, onestamente. Si sentivano artificiali e quindi, quando mi è stato chiesto di prendere in considerazione una sceneggiatura, la sceneggiatura non era molto buona. Ma la persona che me l’ha data ha detto: voglio mostrarti una cosa, e ha preso un’illustrazione, questa è vera, si intitola Per quelli che stanno per morire di Gérôme. La tiene in alto. È una foto di questo grande dipinto del Colosseo, e nell’angolo c’è questo ragazzo, che sta per tonificare questo povero bastardo. Ha questa cosa nel collo, e sta cercando il permesso di uccidere. Sono andato, accidenti, non è mai stato fatto bene prima. Mai. Ho detto, lo farò Ha detto, ‘lo farai?’ Ho detto di sì. “Vuoi leggere il copione?” Ho detto di no, e siamo partiti e abbiamo colpito il terreno correndo attorno al tavolo, e abbiamo sviluppato il nuovo materiale”.

Considerando il successo di Gladiator, è una fortuna che a Scott non sia stata presentata solo la sceneggiatura e che abbia visto anche il dipinto. Il dipinto è in realtà abbastanza simile, per molti versi, ad alcune scene che appaiono in Il Gladiatore. I costumi del dipinto, in particolare, spiccano come chiare ispirazioni. Nel film compaiono gli elmi d’oro raffigurati su un gruppo di gladiatori, così come la tunica blu indossata da un altro. Il dipinto è anche piuttosto viscerale e sanguinante, qualcosa che Scott ha sicuramente portato avanti durante la realizzazione del film violento.

I commenti di Scott chiariscono che Gladiator, almeno per quanto il pubblico lo sa, quasi non è accaduto. Se Scott avesse appena letto la sceneggiatura, sembra che probabilmente avrebbe ignorato del tutto il progetto. Scott non rivela esattamente il motivo per cui la sceneggiatura non era di suo gradimento, ma è chiaro che alla fine l’ha rimodellata nel film Il Gladiatore che il pubblico ha imparato a conoscere e amare. I dettagli su Gladiator 2 rimangono scarsi, ma, si spera, Scott sia in grado di riaccendere la magia del primo film e creare qualcosa di altrettanto memorabile.

Fonte: Scadenza

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

Come ogni film di Star Wars si confronta in Rotten Tomatoes
Come ogni film di Star Wars si confronta in Rotten Tomatoes

Il modo in cui dovrebbero essere classificati i film di Star Wars è una delle più grandi conversazioni che circondano il franchise, ma i loro punteggi di Rotten Tomatoes presentano una classifica molto diversa. Ora che il franchise ha tre trilogie complete in tre epoche, oltre a un paio di film spin-off, la lunga discussione […]

Benedict Cumberbatch difende il catastrofico errore di Strange
Benedict Cumberbatch difende il catastrofico errore di Strange

L’errore catastrofico del dottor Strange in Spider-Man: No Way Home è stato recentemente difeso dallo stesso Benedict Cumberbatch. Il principale stregone del MCU si è unito all’ultima avventura di Peter Parker (Tom Holland) in No Way Home. Sfortunatamente, aveva anche qualcosa a che fare con il wall-crawler che doveva avere a che fare con cattivi […]