Asiatica Film Mediale

Il doppiatore originale di Charlie Brown Peter Robbins è morto a 65 anni

Il doppiatore originale di Charlie Brown Peter Robbins è morto a 65 anni
Debora

Di Debora

26 Gennaio 2022, 16:00


Peter Robbins, che ha fornito la voce a Charlie Brown in diversi speciali animati dei Peanuts, è morto all’età di 65 anni. Robbins è nato Louis Nanasi in California il 10 agosto 1956. Ha iniziato a recitare all’età di 7 anni, apparendo in serie televisive tra cui The Munsters, Rawhide, The Donna Reed Show e Get Smart. Ha anche avuto un ruolo da protagonista nella serie di breve durata del 1968 Blondie , basata sull’omonimo fumetto. Il suo ultimo ruolo di attore è stato un episodio della sitcom classica I miei tre figli, che ha interpretato all’età di 16 anni. Ha poi continuato a laurearsi alla UC San Diego, a trovare un lavoro nel settore immobiliare e a condurre un talk show radiofonico a metà. ‘anni 90.

Robbins è meglio conosciuto per aver fornito la voce di Charlie Brown in diversi speciali dei Peanuts. Tra il documentario televisivo del 1963 A Boy Named Charlie Brown e l’omonimo film del 1969, Robbins ha doppiato Charlie Brown 7 volte, inclusi classici come Charlie Brown Christmas e It’s the Great Pumpkin, Charlie Brown. È stato anche nominato per 4 Grammy della migliore registrazione per bambini per il ruolo nel corso degli anni. Sebbene si sia ritirato quando era ancora minorenne, il ruolo ha avuto un tale impatto sulla sua vita che aveva un tatuaggio di Charlie Brown e Snoopy sul braccio.

Secondo THR, Peter Robbins è morto suicida la scorsa settimana. La sua famiglia ha confermato la tragica notizia e ha chiesto la privacy in questo momento difficile. L’attore aveva 65 anni e viveva in California.

Robbins aveva un disturbo bipolare e aveva problemi con la dipendenza. Nel 2013, è stato arrestato quando è rientrato negli Stati Uniti con l’accusa di stalking e quattro capi di imputazione per aver minacciato di causare morte o gravi lesioni personali dopo aver minacciato la sua ex ragazza e perseguitato il suo chirurgo plastico. Dopo un anno di prigione e un po’ di tempo in riabilitazione, Robbins è stato nuovamente arrestato nel 2015 dopo aver violato la libertà condizionale e alla fine mandato in prigione per quattro anni e otto mesi dopo aver minacciato il gestore del suo parco di case mobili. È stato rilasciato nel 2019.

La vita adulta di Peter Robbins a volte può essere difficile da quadrare con la sua carriera iniziale come Charlie Brown. Tuttavia, è stato determinante nella creazione di opere d’arte iconiche che vivranno per sempre, deliziando le nuove generazioni in ogni stagione delle vacanze nel corso degli anni. Il suo servizio funebre sarà programmato in un secondo momento, anche se i tributi stanno già arrivando da amici e fan sui social media, incluso il giornalista Phil Blauer, con il quale ha avuto una stretta relazione.

Fonte: THR

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

Peacemaker sta migliorando il DCEU includendo i personaggi più sciocchi della DC
Peacemaker sta migliorando il DCEU includendo i personaggi più sciocchi della DC

Peacemaker ha portato alcuni dei personaggi più bizzarri della DC Comics nel DCEU attraverso riferimenti intelligenti. Il DCEU è noto per esplorare il lato più oscuro e drammatico dei fumetti, dando al franchise la reputazione di essere cupo tra alcuni spettatori, ma i film recenti sono stati molto più spensierati, dando alla continuità un tono […]

Peacemaker: James Gunn condivide i bloopers di Star Wars Wookiee Line di John Cena
Peacemaker: James Gunn condivide i bloopers di Star Wars Wookiee Line di John Cena

Il creatore/regista di Peacemaker James Gunn condivide i bloopers della barzelletta profana su Star Wars Wookie di John Cena dall’episodio 3 della serie HBO Max di successo. Cena riprende il ruolo di Christopher Smith, alias Peacemaker, dopo aver fatto il suo debutto nel DC Extended Universe in The Suicide Squad di Gunn, con i colleghi […]