Notizie FilmIl direttore della fotografia di 'The Harder They Fall'...

Il direttore della fotografia di ‘The Harder They Fall’ sull’illuminazione dei set occidentali del film

-

- Advertisment -spot_img


The Harder They Fall” di Jeymes Samuel, ora in streaming su Netflix, è un western epico con una differenza.

Il cast all-star comprende Jonathan Majors, LaKeith Stanfield, Regina King e Delroy Lindo – un cast principale tutto nero che si fa strada nel West. Nat Love (Majors) cerca vendetta sull’uomo che ha ucciso i suoi genitori, ma trova anche l’amore lungo la strada.

Il regista si è rivolto al direttore della fotografia di “Jojo Rabbit” Mihai Malaimare per girare il film e piuttosto che usare immagini tradizionali, ha trovato un nuovo modo di presentare la città e i suoi personaggi. Malaimare ha parlato con Variety sul lavoro con Samuel e l’illuminazione dell’epica avventura che mette in scena una rapina al treno e una grande sparatoria, con la possibilità di arrivare fino agli Oscar.

Le riprese di Towns

Immagine caricata pigramente

Il direttore della fotografia Mihai Malaimare ha collaborato con il regista Jeymes Samuel per illuminare la città di Redwood City.
Netflix

“Sapevamo che avremmo dovuto affrontare tre città diverse. Jeymes, il nostro production designer Martin Whist e io abbiamo parlato dei nostri strumenti e di cosa potevamo fare per rendere ognuna di esse interessante e allo stesso tempo diversa.

Ricordo che Jeymes disse che voleva che Redwood City fosse come una fotografia stampata su carta lucida con molta saturazione dei colori. Ci siamo andati pesanti con le luci della strada e con gli effetti pratici.

“Quando abbiamo illuminato il saloon, abbiamo faticato un po’. Il pensiero immediato era di riempirlo di fumo, ma quando ne abbiamo parlato, ci siamo resi conto che avrebbe opacizzato i colori e creato un’immagine che non era l’approccio che cercavamo.

“Nella scena in cui Idris è seduto al tavolo, tutto lì è così grande. Ho detto a Jeymes, ed è stata una decisione difficile, che avremmo dovuto tenere fuori il fumo perché non saremmo stati in grado di ottenere il look lucido che cercavamo. Abbiamo guadagnato molta più vivacità di colore e contrasto non usando il fumo.

“Douglastown era diversa e come una città mineraria con barili, fango e acqua sul terreno, facendo Redwood City con così tanti lampioni, ho finito per usare più luci di quante ne abbia mai usate per far risaltare i colori di quella città e farla sembrare una città prospera.
Maysville era tutta bianca e un tale contrasto in confronto perché aveva ciottoli bianchi e cavalli bianchi. Odio rifuggire dal nero puro o dal bianco puro. Ho detto, ‘Andiamo a farlo’. È stato difficile da illuminare, ma è ancora uno dei miei set preferiti. Quel posto prima era una piccola città western con edifici in legno e ha preso vita non appena lo hanno dipinto.

“Per l’ultima scena, il fienile non era sul posto ed era di legno normale e con pannelli di legno. Martin non poteva dipingerlo, così abbiamo avuto questa idea di renderlo un luogo tessile. Così, ha portato tutti questi tessuti e ha iniziato ad appenderli. All’improvviso, quel posto è diventato così colorato e sembrava parte di Redwood.

Abbiamo finito per fare dei buchi nel soffitto per creare più lucernari che potessero illuminare maggiormente la scena. Di nuovo, la luce porta la saturazione del colore”.

La rapina al treno

Immagine caricata pigramente

Il direttore della fotografia Mihai Malaimare si è adattato alle riprese in uno spazio ristretto per la rapina.
Per gentile concessione di David Lee/Netflix

“Volevamo fare qualcosa di nuovo, ma ricordo che Jeymes disse: ‘Dobbiamo avere una rapina al treno’. C’erano un sacco di idee che avevamo fin dall’inizio ed era fantastico sulla carta, ma il problema principale era come arrivare a farlo e come realizzare quello che volevamo?

“La scena è stata girata in sette giorni. Il treno era in Colorado, vicino al confine con il New Mexico, quindi era piuttosto lontano, e siamo arrivati lì, eravamo innevati. Abbiamo trattato i vagoni del treno come un set permanente, ma senza averne il vantaggio. Non potevamo spostare pareti o soffitti, e questa restrizione significava che non si potevano prendere scorciatoie. Era uno spazio stretto e diventava affollato, ma ti costringe a trattare lo spazio per quello che è”.

“Abbiamo fatto lo storyboard di quella scena perché ci siamo resi conto che quando hai così tanti personaggi in un posto stretto, si trattava di come volevamo coprirli. Quella scena riguardava il lavoro di squadra perché aveva così tanti elementi. Jeymes aveva così tante idee sulla scena dello split. Abbiamo deciso di avere inquadrature strette e inquadrature macro della pistola. Abbiamo cercato di fare più cose folli possibili. Avevamo un cursore motorizzato avvitato sul soffitto che poteva seguirli da uno spazio all’altro e catturare quell’angolo più alto. Avevamo una Steadicam sul posto, e abbiamo anche incorporato lo split-screen nella scena come voleva Jeymes”.

Il mio scatto preferito

“La telecamera via cavo quando Nat Love arriva a Redwood e parte dall’ufficio del sindaco dietro Rufus e passa attraverso la finestra al primo piano di Nat è la mia inquadratura preferita. Era così interessante. Amo le inquadrature POV attraverso il fucile. Spesso quando lo fai, crei il cerchio e il mirino in post-produzione.

“Stavo parlando con Jeymes delle inquadrature POV attraverso il mirino. Se guardi attraverso un cannocchiale, non vedi mai il nero intorno. Ricordo di avergli detto che potevamo girare attraverso un vero cannocchiale. Il nostro prop master ha portato un mucchio di cannocchiali, e abbiamo finito per usare i cannocchiali reali che erano sul fucile del tiratore scelto con una lente speciale, e alla fine si è creata una bellissima immagine”.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest news

Benedict Cumberbatch e Jane Campion parlano di “The Power of the Dog”.

Non solo Benedict Cumberbatch si è sottoposto all'analisi dei sogni per prepararsi al suo ruolo in "Il potere...

Deckert raccoglie il titolo della competizione IDFA “Eat Your Catfish

L'agente di vendita internazionale Deckert Distribution ha acquisito i diritti mondiali di "Eat Your Catfish", diretto da Adam...

‘Essere i Ricardos’: Nicole Kidman nel ruolo di Lucille Ball

Being the Ricardos" di Aaron Sorkin ha conquistato il Westwood Village sabato sera, quando sia la stampa che...

Recensione di ‘Sing 2’: Un bis ingraziante per il toon degli animali canterini

Buster Moon ha un sogno: essere il koala di maggior successo nello showbiz. In "Sing", è riuscito a...
- Advertisement -spot_imgspot_img

Frances McDormand potrebbe fare la storia degli Oscar per la ‘Tragedia di Macbeth

A24 e Apple Original Films fanno il doppio lavoro sull'adattamento di William Shakespeare de "La tragedia di Macbeth"...

Il vincitore ungherese del premio MTV sulla vita sotto la legge LGBTQ del paese

Viktória Radványi, la vincitrice ungherese degli MTV EMAs Generation Change Award, ha rivelato un quadro straordinario della vita...

Must read

- Advertisement -spot_imgspot_img

You might also likeRELATED
Recommended to you