Notizie Serie TVIl creatore del club di baby sitter cancellato afferma...

Il creatore del club di baby sitter cancellato afferma che il pubblico femminile è sottovalutato

-


Rachel Shukert, creatrice della serie Netflix The Baby-Sitters Club, afferma che il pubblico femminile è significativamente meno soddisfatto rispetto al pubblico maschile. Lo spettacolo era un adattamento della serie di libri di Ann M. Martin, che segue un gruppo di cinque studenti delle scuole medie che iniziano un’attività di babysitter. La rivisitazione moderna è stata ben accolta dal pubblico, che l’ha considerata un adattamento fedele fornendo al contempo un aggiornamento tempestivo per l’era dello streaming.

Sfortunatamente, è stato recentemente annunciato che, dopo due stagioni, The Baby-Sitters Club è stato cancellato da Netflix. La mossa è stata molto deludente per i fan, poiché, sebbene non fosse un grande successo, lo spettacolo è stato ben accolto e, secondo quanto riferito, le cifre di ascolto soddisfacevano le aspettative. Questa notizia è venuta sul retro di numerose nomination ai premi e di aver ricevuto elogi su scala più ampia per aver fornito una serie rivolta alle ragazze adolescenti incentrata sulla loro prospettiva.

In un’intervista con Vulture, Shukert descrive in dettaglio il motivo alla base della cancellazione dello spettacolo, ma si prende anche il tempo di sottolineare che il pubblico femminile è ampiamente sottovalutato rispetto alle loro controparti maschili. Shukert postula l’idea che i media creati per le donne, in particolare nella fascia demografica adolescenziale, non siano presi sul serio nella cultura pop più ampia. Quindi lo confronta con film e TV rivolti principalmente ai ragazzi, dicendo che non solo viene trattato con molta più riverenza, ma riceve di conseguenza molta più reinterpretazione ed esposizione. Leggi la sua citazione per intero di seguito:

Penso che il pubblico femminile sia addestrato a non prendere le proprie storie sul serio. Le cose di cui gli uomini erano ossessionati quando avevano 9 anni sono trattate come Amleto. Quanti film di Spider-Man ci sono? Quanti Star Wars? Lo raccontano più e più volte da prospettive diverse. Va tutto bene, ovviamente. Ma cosa accadrebbe se qualcuno trattasse qualcosa per le ragazze così seriamente? Anche con una frazione del denaro.

Quando si guarda all’attuale panorama dei media, è difficile sostenere che Shukert non abbia ragione. La graduale riapertura delle sale cinematografiche in seguito alla pandemia di COVID-19 ha evidenziato il predominio dei Marvel Studios e dei grandi franchise cinematografici rivolti principalmente al pubblico maschile, poiché hanno costantemente attirato grandi numeri di botteghino mentre altri lungometraggi hanno lottato. Il punto del creatore del Baby-Sitters Club in merito ai riavvii coerenti è tempestivo, considerando che il pubblico ha recentemente visto tutte e tre le versioni live-action di Spider-Man (tutte presentate e con una propria serie negli ultimi 20 anni) riunirsi per Spider- Uomo: Non c’è modo di tornare a casa. L’idea che queste proprietà siano trattate con una riverenza speciale è interessante anche quando si guarda The Batman, che, sebbene ben accolto, è l’ultimo di una lunga serie di riavvii sempre più oscuri e cruenti di quello che è stato creato come personaggio di un fumetto per bambini .

In confronto, ci sono davvero molti meno media creati per il pubblico delle ragazze di mezza età, per le quali è stato creato principalmente The Baby-Sitters Club. Probabilmente l’esempio più popolare che viene in mente è la serie di film di Twilight che, pur essendo un colosso finanziario, è stata accolta con aspre critiche e generalmente considerata un gioco leale per una presa in giro aperta per la maggior parte di un decennio. Sebbene quei film potrebbero non essere apprezzati per le loro sceneggiature, sono facilmente paragonabili a franchise come The Fast and the Furious per quanto riguarda la fornitura di spettacoli ad alto budget ed emozioni elevate, con la differenza fondamentale che è la fascia demografica target. Shukert ha detto che la quantità di media rivolti ai ragazzi non era il problema in sé, ma che le ragazze adolescenti in particolare hanno così poco in confronto, e dovrebbero invece tuffarsi immediatamente in contenuti più intensi e per adulti, come Euphoria della HBO. È chiaro che la creatrice non ha vendetta contro serie come Spider-Man o Star Wars, ma solleva un punto forte sul fatto che si dovrebbe fare di più per fornire media simili per ragazze della stessa età.

Fonte: avvoltoio

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

Bridgerton: cosa c’era di sbagliato in King George (e perché è nascosto)

Nelle stagioni 1 e 2 di Bridgerton, Re Giorgio III appare solo brevemente ed è menzionato di rado,...

Idina Menzel dice di essere disponibile ad apparire nell’adattamento cinematografico di Wicked

Idina Menzel ha rivelato che sarebbe interessata ad apparire nell'adattamento cinematografico di Wicked dopo aver recitato nello spettacolo...

L’anime di Hoshi no Samidare rivela la sua data di anteprima con un trailer

Sul sito ufficiale dell'adattamento anime del manga scritto e disegnato da Satoshi Mizukami, Hoshi no Samidare (Lucifero e...

Obi-Wan Kenobi EP su ciò che lo distingue dalle altre serie di Star Wars

La produttrice esecutiva e regista di Obi-Wan Kenobi, Deborah Chow, parla di ciò che distingue la miniserie in...

Da Non Perdere

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

45,6 Miliardi Di Won In Euro Quanti Sono? Squid Game Lo Rivela

È ufficiale: la seconda stagione di Squid Game su...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te