Asiatica Film Mediale

Il contraccolpo di Marilyn Monroe di Ana De Armas in Blonde è assurdo

Il contraccolpo di Marilyn Monroe di Ana De Armas in Blonde è assurdo
Erica

Di Erica

29 Luglio 2022, 21:31


Netflix ha recentemente rilasciato il trailer di Blonde con Ana de Armas nei panni di Marilyn Monroe, e c’è un contraccolpo sull’accento dell’attore nel ruolo. L’eccitazione è cresciuta per il film in parte a causa della sua classificazione NC-17, la prima del suo genere su Netflix. Tuttavia, ci sono state anche molte polemiche su Blonde, con la preoccupazione che sfrutterà ulteriormente la vita e il trauma di Marilyn Monroe, avvenuti copiosamente quando l’iconica star del cinema era viva. Ora, l’uscita del trailer ha portato ulteriori critiche al ritratto di Ana de Armas della tragica figura di Hollywood, ed è del tutto assurdo.

Adattato dall’omonimo romanzo di Joyce Carol Oates, Blonde di Andrew Dominik descrive una versione romanzata della vita di Marilyn Monroe. Il romanzo di Oates è raccontato dal punto di vista di Marilyn Monroe e Dominik ha mantenuto questo dispositivo e lo ha ampliato per includere il modo in cui il mondo vedeva Marilyn Monroe rispetto a come si considerava Norma Jeane, il suo vero nome. In lavorazione dal 2010, Blonde doveva originariamente interpretare l’attrice anglo-australiana Naomi Watts, poi l’attrice americana Jessica Chastain, ma alla fine il ruolo di Marilyn è andato ad Ana de Armas, un’attrice cubano-spagnola che è passata a ruoli di lingua inglese con il Il thriller del 2015 Knock Knock e che di recente ha recitato in The Grey Man di Netflix.

Come rivelato nel trailer di Blonde, l’accento cubano di Ana de Armas è ancora evidente nella sua interpretazione di Marilyn nonostante “nove mesi di lezioni dialettali” (tramite The Times). Questo è stato accolto con una reazione critica, ma l’accento di de Armas è irrilevante per la qualità del film. Blonde è una rivisitazione immaginaria di una storia vera e non vuole essere un film biografico. Inoltre, nessun film è comunque completamente reale in ogni dettaglio, e l’accento di de Armas non è l’unica discrepanza sulla vita di Marilyn Monroe interpretata in Blonde. Nel frattempo, il trailer mostra altrimenti che de Armas si è completamente trasformata in Marilyn, padroneggiando i suoi tratti della personalità, quindi il suo accento non dovrebbe essere un problema per la sua performance complessiva.

Blonde non è un vero film biografico, motivo per cui sarà fantastico

Blonde è basato sulla narrativa storica, che offre allo sceneggiatore-regista Andrew Dominik e alla sua star, Ana de Armas, più libertà creativa con la storia. Molti film utilizzano attori inglesi o americani per interpretare personaggi internazionali, inclusi personaggi della vita reale, e non solo raramente c’è un contraccolpo in risposta ai loro accenti. Più spesso, il successo di film biografici e altri film basati su storie vere dipende invece dalla loro vicinanza ai fatti. Il fatto che la bionda non sia un vero film biografico lo libera da tale controllo e da altre aspettative con la rappresentazione di alcuni aspetti della vita di Marilyn Monroe. Invece, può mostrare una versione della sua storia da più prospettive.

Inoltre, interpretare Marilyn Monroe rompe la tendenza di Ana de Armas a essere un tipo. Questo apre una gamma molto più ampia di ruoli per l’attore, che è stato sempre più elogiato per le sue interpretazioni in film come Knives Out, No Time to Die e The Grey Man. In definitiva, essere in grado di ascoltare l’accento cubano di de Armas nei panni di Marilyn Monroe potrebbe persino essere una benedizione, per ricordare agli spettatori che in realtà è de Armas sullo schermo e, a sua volta, che Blonde non è un film biografico sulla vita di Marilyn Monroe e non dovrebbe essere compreso come tale. La bionda è destinata ad essere un enorme successo per Dominik, de Armas e Netflix, e l’assurdo contraccolpo al suo accento lo indebolisce ingiustamente.

Date di rilascio chiave

  • Blonde (2022)Data di uscita: 23 settembre 2022


Potrebbe interessarti

Shuri nei panni della nuova pantera nera limita il suo miglior futuro nell’MCU
Shuri nei panni della nuova pantera nera limita il suo miglior futuro nell’MCU

Mentre persistono voci secondo cui Shuri (Letitia Wright) assumerà il ruolo di suo fratello in Black Panther: Wakanda Forever, diventare la prossima Black Panther probabilmente limiterebbe il suo futuro nel MCU. Sebbene sia diventata brevemente Black Panther nei fumetti originali, da allora ha subito una trasformazione dinamica e bella negli ultimi anni che dovrebbe essere […]

Perché James Gunn non ha scelto Robert Patrick in Slither
Perché James Gunn non ha scelto Robert Patrick in Slither

La star di Peacemaker Robert Patrick spiega perché James Gunn non lo ha scelto per Slither. Gunn è ora meglio conosciuto come regista di grandi film in franchising come Guardiani della Galassia e The Suicide Squad. Ma il regista è esploso per la prima volta sulla scena con un film horror molto più a basso […]