Asiatica Film Mediale

I piani di Tusk 2 e i dettagli della storia confermati da Kevin Smith

I piani di Tusk 2 e i dettagli della storia confermati da Kevin Smith
Erica

Di Erica

03 Settembre 2022, 05:11


Dopo la rivelazione a sorpresa che stava lavorando al progetto, Kevin Smith ha confermato i suoi piani per Tusk 2 e ha svelato nuovi dettagli della storia. Al momento della sua uscita, la commedia horror del 2014 ha segnato il secondo grande allontanamento per Smith dal suo normale lavoro di genere comico, dopo il thriller horror Red State, accolto modestamente. Proprio come il film del 2011 precedente, Tusk ha visto recensioni in gran parte polarizzate sia da parte della critica che del pubblico, alcuni che hanno elogiato i suoi sforzi che sfidano il genere e il suo concetto centrale, sebbene sia stato visto da molti come non all’altezza del suo potenziale.

Nonostante l’accoglienza mista, Tusk doveva dare il via a una trilogia horror vagamente interconnessa, molto simile a View Askewniverse di Smith, che ha avuto inizio con il suo primo lungometraggio Clerks e recentemente è tornato con Jay e Silent Bob Reboot e Clerks III. Chiamata True North Trilogy, la serie è proseguita con Yoga Hosers del 2016, incentrata sui personaggi delle sue figlie e di Johnny Depp, Lily-Rose Depp e Colleens di Harley Quinn Smith, che è stata sbattuta sia dalla critica che dal pubblico, molti dei quali l’hanno definita la il punto più basso del regista. Dopo anni passati a discutere le sue intenzioni di continuare la trilogia di True North, sembra che Smith abbia il suo prossimo capitolo importante.

In un recente episodio del suo podcast Fatman Beyond, Kevin Smith ha parlato del suo sviluppo di un Tusk 2. Lo sceneggiatore/regista ha confermato i suoi piani per un sequel del suo film horror e ha svelato nuovi dettagli sulla storia del progetto, incluso uno dei suoi maggiori ispirazioni per la sua idea. Guarda cosa ha condiviso Smith di seguito:

Dall’infarto ho vissuto in prestito. Il 2024 segnerà il decimo anniversario di Tusk…Potremmo semplicemente lasciarlo lì e andare avanti, ma sai, ho ancora più storie che vorrei raccontare, c’è un motivo per cui l’abbiamo lasciato allo zoo alla fine. Ho sempre saputo che mentre stavamo girando il film ero tipo “Lo farò di nuovo”. Pensavo che avremmo avuto il defunto grande Michael Parks con noi più a lungo, ma purtroppo non lo è, ma so che abbiamo Justin (Long). All’inizio ero sempre tipo, beh, alla fine li toglieranno da quella pelle di tricheco e cercheranno di riabilitarli. E proprio come Harvey Dent ne Il ritorno del cavaliere oscuro, vedrà se stesso solo in un modo.

Poi diventa Howard Howe, Justin Long diventa il pazzo che sta cercando di trasformare le persone in qualcos’altro, cose Chimera, metà umane e metà qualunque cosa. L’ultima volta è stato il tricheco, questa volta… vedrai. Sarei stupido a non fare quello che chiamo Tusk$. E sì, proprio come quando Jim Cameron ha lanciato Aliens, la ‘S’ in Tusks ha il simbolo del dollaro attraverso di essa, ragazzi. Ha tutto a che fare con la trama della storia, ma sono anche solo io che comunico apertamente la mia ambizione di correggere il passato. Se vivi abbastanza a lungo, a volte fai merda solo per essere come… non penso che ci sbagliassimo, penso che fossimo in anticipo.

La conferma di Smith dei piani di Tusk 2 arriva poco dopo che Justin Long, che guidava il cast del film originale, ha condiviso che il regista si è messo in contatto con lui e molti altri co-protagonisti per discutere di tornare insieme per un sequel. I dettagli della sua nuova storia si allineano anche con la sua precedente presa in giro per ciò che un seguito potrebbe esplorare, con Wallace di Long che in qualche modo sfugge alla sua trasformazione da tricheco e lotta per tornare alla sua vita umana, continuando infine il ciclo presentato da Howard Howe di Michael Parks. Nonostante la morte di Howard nel primo film di Tusk, è interessante notare che l’ultima discussione di Smith per il sequel sembra indicare che aveva in programma di riportare Parks per il seguito, prima della morte del personaggio.

Uno degli aspetti più interessanti della discussione di Smith sui piani di Tusk 2 è la sua sensazione che lui e il suo team non si fossero “sbagliati” con il primo film, ma piuttosto fossero “presto” a pubblicarlo. Mentre un seguito di culto a volte può riunirsi attorno a un film anche quando viene distribuito come quello che viene percepito come il momento giusto, il primo film di Tusk che ha raccolto il proprio seguito rende interessante vedere se il seguito pianificato di Smith arriverà a destra tempo per avere successo. Fino a quando non arriverà, il pubblico può rivisitare lo streaming originale di Tusk su HBO Max ora.

Fonte: Fatman Beyond


Potrebbe interessarti

I classici film d’animazione di Star Wars, Marvel e Disney tornano al cinema
I classici film d’animazione di Star Wars, Marvel e Disney tornano al cinema

I classici film Disney di tutta l’azienda, tra cui Marvel, Star Wars e Pixar, stanno tornando nei cinema per celebrare il Disney+ Day. L’evento è previsto per l’8 settembre con molti progetti di alto profilo che verranno presentati in anteprima sul servizio di streaming, tra cui il nuovo film live-action di Pinocchio e la premiere […]

Perché alcuni Minion hanno 1 occhio e altri ne hanno 2
Perché alcuni Minion hanno 1 occhio e altri ne hanno 2

I fedeli servitori del supercriminale riformato Gru, Minions, hanno poche caratteristiche distintive e il loro numero di occhi che conta uno o due è incluso. Le creature gialle a forma di pillola sono in gran parte identiche, specialmente nelle loro personalità infantili. I servitori variano leggermente, tuttavia, apparentemente per una ragione piuttosto semplicistica. Gli eccentrici […]