Notizie Serie TVI migliori spettacoli Netflix del 2021

I migliori spettacoli Netflix del 2021

-


Quest’anno, Netflix ha rilasciato una serie di nuovi eccellenti programmi TV; ecco i migliori spettacoli Netflix del 2021. A causa del passaggio notevolmente significativo allo streaming negli ultimi anni, c’è stata una massiccia proliferazione nel volume e nella varietà delle uscite di programmi televisivi, in particolare Netflix Originals, i primi 25 dei quali hanno costantemente in cima alle classifiche di popolarità. La vasta gamma di spettacoli Netflix pubblicati solo quest’anno è sbalorditiva, soprattutto se si considerano i vari sottogeneri coinvolti.

Ciò che rende piacevole una serie è, ovviamente, soggetta a interpretazione, poiché alcuni spettacoli sono fantastici solo per il loro fattore di abbuffata, mentre altri suscitano una forte sensazione di catarsi. Spettacoli come Midnight Mass riescono a fare entrambe le cose, sviluppando una storia complessa e stratificata con grande cura e abilità, concedendo una notevole attenzione allo sviluppo del personaggio. Altri funzionano al di fuori dello stampo delle serie limitate, esibendosi considerevolmente bene a sé stanti, come Lucifer di Netflix, che ha fatto affidamento su una trama ibrida di genere che era allo stesso tempo divertente e aveva un alto rischio emotivo.

A parte Netflix Originals che colpisce subito il pubblico, come evidenziato dalla popolarità globale di Squid Game, ce ne sono alcuni che suscitano reazioni piuttosto controverse. Un esempio fondamentale dello stesso è l’adattamento di Netflix di Cowboy Bebop, che è stato cancellato dopo le risposte da tiepide a negative alla prima stagione. Tuttavia, ecco alcuni dei migliori spettacoli Netflix dell’anno che si distinguono per una matrice di vari fattori.

Domestica

Questa serie limitata è stata ispirata dal libro di memorie di Stephanie Land, Maid: Hard Work, Low Pay, and a Mother’s Will to Survive, e si concentra su una giovane madre, Alex, che sfugge a una relazione violenta e lotta per provvedere a suo figlio. Con un argomento delicato come l’abuso domestico, Maid riesce a trattarlo con grande cura e a creare un dramma avvincente che suscita forti emozioni negli spettatori. La performance di Margaret Qualley nei panni di Alex mantiene lo spettacolo con i piedi per terra in ogni momento, anche quando alcuni di essi sono difficili da superare a causa della gravità dell’argomento. Con un protagonista per cui tifare e una storia sapientemente realizzata, Maid è un degno contendente come uno dei migliori spettacoli dell’anno.

L’Uomo Castagna

The Chestnut Man di Kasper Barfoed e Mikkel Serup è una serie poliziesca danese che segue un’indagine su un omicidio che coinvolge una misteriosa statuetta di castagna lasciata su tutte le scene del crimine. Questo thriller di sei episodi vince sicuramente sul fronte del bingeability, ma ciò che rende questa serie avvincente è la natura costantemente cupa della trama di The Chestnut Man che riesce a evocare un’aura naturalmente inquietante. I personaggi in questione sono investiti di un’incredibile ricchezza e profondità, e la natura ben ritmata della trama mantiene le cose interessanti fino alla fine. The Chestnut Man è anche bello da vedere, poiché impiega una tavolozza di colori autunnali, con un tocco di macabro che conferisce a ogni scatto l’estetica giusta.

Spuntino di mezzanotte

La messa di mezzanotte di Mike Flanagan è un’incursione di sette episodi nella natura del dolore, della fede e del significato intrinseco dell’esistenza. Incentrato sull’isolata comunità di pescatori dell’isola di Crockett, eventi inquietanti accadono sull’isola dopo l’arrivo di un misterioso prete. Mentre Midnight Mass è nettamente diverso dalle offerte di The Haunting di Flanagan, la brillantezza dello spettacolo risiede nel suo delicato trattamento di un ampio medley di personaggi, che, a modo loro, espongono il cupo ventre del fanatismo religioso e gli orrori che lo accompagnano. Il cast principale offre prestazioni stellari, con Hamish Linklater che ha ricevuto il plauso della critica per la sua interpretazione di Padre Paul/Monsignor Pruitt, il cui personaggio unisce le parti divergenti dello spettacolo. Sebbene Midnight Mass possa essere troppo lento per alcuni spettatori, specialmente quando si tratta di lunghi monologhi, il risultato finale è una bellissima odissea che alla fine ripaga.

La sedia

Questa ambiziosa commedia di buone maniere copre solo sei episodi, ma riesce a fornire un commento feroce sul funzionamento interno del mondo accademico “in quello che sembra il New England”. The Chair è esilarante nel vero senso della parola, guidata da una brillante Sandra Oh, che interpreta Ji-Yoon Ki, la nuova cattedra del dipartimento di inglese della Pembroke University. Ji-Yoon mira a rendere il mondo accademico uno spazio più inclusivo, ma ben presto bilancia le lamentele della sua facoltà più anziana, il mandato di un giovane e brillante professore, una crisi di pubbliche relazioni e le continue esigenze di finanziamento. Il commento sociale comico in The Chair funziona così bene perché non si sforza troppo di essere predicatorio, ma sceglie invece il percorso esplorativo ben congegnato. Inizialmente doveva essere solo una serie limitata a una sola stagione, ma si spera che Netflix e i suoi creatori ritengano opportuno dargli una durata più lunga.

The Witcher Stagione 2

The Witcher è basato sull’amata serie di libri drammatici fantasy di Andrzej Sapkowski, il cui lavoro ha ispirato i popolari videogiochi indipendenti e spin-off nella saga di The Witcher. La prima stagione di The Witcher, sebbene ben accolta, è stata giudicata eccessivamente complicata da un punto di vista narrativo da critica e pubblico, evidenziando la complessità spesso implicata nella traduzione degli adattamenti sullo schermo. La stagione 2 di The Witcher, tuttavia, è un drastico miglioramento sotto molti aspetti, rimanendo completamente divertente mentre amplia la leggenda di Geralt di Rivia e della principessa Ciri, i cui destini rimangono inspiegabilmente collegati. La stagione 2 non solo garantisce sequenze d’azione ben congegnate, ma ha anche un ritmo migliore rispetto al suo predecessore. La semplificazione della linea temporale consente di espandere nel migliore dei modi il meraviglioso mondo di Sapkowski.

Squid Game Stagione 1

Questo dramma di sopravvivenza sudcoreano ha ottenuto ampi consensi di critica e internazionali, detenendo il titolo della serie Netflix più vista di sempre. Il pubblico ha risuonato con la premessa principale di Squid Game in quanto fonde seri problemi sociali con un’emozionante formula basata sul gioco, la posta in gioco rimane altissima e i personaggi si sono concretizzati in modi encomiabili. Mentre il commento sulla disparità di classe e il capitalismo è stato esplorato abbastanza bene, ciò che rende lo spettacolo così attraente sono i colpi di scena distintivi e le emozioni insite nella narrazione, tutti tenuti insieme dal protagonista di Squid Game, Gi-hun. Inoltre, le performance avvincenti del cast dell’ensemble aiutano anche a cementare la popolarità dello spettacolo, che è indiscutibilmente meritata.

Sapore di ciliegia nuovo di zecca

La serie limitata di Nick Antosca e Lenore Zion, Brand New Cherry Flavor è un po’ un gusto acquisito, ma vale la pena avere pazienza. Mentre approfondisce una storia contorta sul potere, la tentazione, la stregoneria e la vendetta, esplora le contorte strutture di potere e il brutale sfruttamento inerente a Hollywood. La storia è un’audace incursione nel mondo estremo dell’aspirante regista Lisa Nova, che prende vita grazie a una performance incredibilmente inquietante di Rosa Salazar. Lungo la strada, Brand New Cherry Flavor offre un viaggio squilibrato negli anfratti di questioni ritenute proibite, come il modo in cui Boro richiede il pagamento da Lisa facendole vomitare gattini e il modo assolutamente pazzo in cui si svolge la sequenza finale.

Shadow and Bone Stagione 1

Basato sui libri e sul mondo di Grishaverse creato da Leigh Bardugo, l’adattamento Netflix Shadow and Bone fa un lavoro magistrale nel fondere insieme la trilogia originale con la duologia di follow-up in gran parte scollegata ambientata nello stesso mondo. Il risultato è un avvincente racconto della storia della protagonista Alina Starkov, che lotta con il suo destino di Evocatrice del Sole mentre intreccia anche un filo narrativo originale su The Crows che funge da prequel ai loro libri. La stagione 1 riesce a introdurre un nuovo pubblico all’intricata costruzione del mondo di Shadow and Bones mentre delizia i fan dei romanzi espandendo il materiale originale in modi interessanti. Mentre gli spettatori non iniziati potrebbero avere difficoltà a tenere il passo con la terminologia Grisha che è parte integrante della trama, lo spettacolo fa un ottimo lavoro nel svelare tutto in modo naturale. Lo spettacolo incide i suoi personaggi centrali in una luce riconoscibile e sfumata, creando anche un avvincente cattivo nel manipolatore e complesso generale Kirigan di Ben Barnes, alias The Darkling. Le macchinazioni geopolitiche e i costumi lussureggianti sono encomiabili e, nonostante la presenza di alcuni cliché YA, Shadow and Bone li eleva tutti.

Stagione Arcana 1

Creato da Christian Linke e Alex Yee, Arcane: League of Legends è ambientato nell’universo dei videogiochi di League of Legends e ha ricevuto consensi universali da pubblico e critica. Non solo la serie è riuscita a catturare la costruzione del mondo dei giochi, ma riesce anche ad essere ugualmente attraente sia per gli spettatori occasionali che per i giocatori di lunga data di League of Legends. La stagione 1 di Arcane offre anche una storia emotivamente avvincente, guidata da personaggi interessanti per cui vale la pena tifare e un’estetica spettacolare che combina animazione 2D e 3D. Anche il cast vocale fa un lavoro stellare, radicando l’affascinante tradizione del franchise di Arcane e facendo sembrare il mondo fantastico considerevolmente reale e vissuto.

Fabbrica di Kota

La serie web hindi di Raghav Subbu, Kota Factory segue il sedicenne Vaibhav, che si trasferisce a Kota con l’intenzione di entrare in IIT. La serie è stata elogiata per la sua rinfrescante ambientazione monocromatica e il realismo con cui ritrae la narrativa che circonda Kota e la preparazione dell’IIT. L’incorporazione di umorismo impassibile e temi esistenziali eleva la serie al di sopra delle offerte rivelatrici del genere, mentre la cinematografia e la direzione artistica migliorano notevolmente la premessa centrale. Non solo Kota Factory è coinvolgente su molti livelli, ma è anche un buon esempio di come i thread narrativi varianti possono essere intrecciati insieme senza soluzione di continuità per creare una narrativa centrale forte e avvincente.

Tu stagione 3

La terza stagione di You continua la dinamica tesa e complicata tra Joe e Love, che è incinta di suo figlio in una nuova casa di periferia. La sola ripetizione del ciclo dell’ossessione di Joe per i nuovi personaggi femminili con la situazione che peggiorava progressivamente per le vittime coinvolte (per non parlare degli omicidi ingiustificati) avrebbe potuto far virare la terza stagione di You in un territorio stantio. Tuttavia, l’ultima stagione di You riesce ad alzare la posta e la posta in termini di brivido, riuscendo a mostrare l’insipienza insita in alcuni personaggi e la relazione rivelatrice tra l’idea dell’amore e il bisogno di controllo. Ciò che rende speciale la terza stagione di You è l’arco di Love, cementato da una performance elettrizzante di Victoria Pedretti, in cui la narrazione è in grado di usurpare la solita posizione di potere di Joe, anche se lo è per un po’.

Patto con l’inferno

Hellbound di Yeon Sang-ho è basato sull’omonimo webtoon e riguarda una serie di esseri soprannaturali che appaiono dal nulla per condannare le persone all’inferno. Una solida voce horror quest’anno, Hellbound scatena una follia assoluta con la sua premessa, che riesce a sospendere l’incredulità del pubblico nonostante l’estrema assurdità dei concetti coinvolti. Proprio come Squid Game, Hellbound offre un commento intelligente e feroce, esplorando i temi del peccato e della mortalità, nonché l’idea completamente interpretativa della giustizia. Le esibizioni, i colpi di scena e i mostri si combinano bene l’uno con l’altro per inventare un dramma dark fantasy altamente divertente, teso e fantasmagorico degno di considerazione.

golosissimo

Tra i migliori spettacoli Netflix del 2021 c’è Sweet Tooth, basato sull’omonimo fumetto di Jeff Lemire, che apporta notevoli modifiche alla narrativa principale dell’originale, ma riesce a introdurre idee e archi di personaggi abbastanza interessanti da mantenere il pubblico coinvolto nella sua trama. Sweet Tooth ammorbidisce comprensibilmente alcuni degli elementi più oscuri nei fumetti di Sweet Tooth, mantenendo un ritmo costante con l’aiuto di una vasta gamma di personaggi intriganti, in particolare l’accattivante ritratto di Gus. L’adattamento di Netflix è in parte stravagante e in parte radicato negli orrori di un mondo distopico e fantastico, che trova un magistrale equilibrio tra i due, con parti uguali di crudeltà e gentilezza – uno specchio del mondo reale.

I migliori film Netflix del 2021

.item-num::after { content: “http://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Latest news

The Batman vs. Moon Knight ripete la battaglia di BvS vs. Daredevil 6 anni dopo

Con Moon Knight della Marvel e Warner Bros.' The Batman uscirà entrambi a marzo, c'è un parallelo...

Quanto tempo è stato Boba Fett nel Sarlacc e con i Tusken Raiders

Avvertimento! Spoiler per il quarto episodio di The Book of Boba Fett. Sebbene The Book of Boba Fett...

Rotten Tomatoes rivela i veri alti e bassi della carriera di Ben Affleck

Ben Affleck è uno degli attori più attivi che lavorano oggi e le colonne sonore di Rotten Tomatoes...

Hilary Duff fornisce aggiornamenti sul riavvio di Lizzie McGuire

Hilary Duff spera nel riavvio di Lizzie McGuire, condividendo un aggiornamento sullo stato del progetto dopo che la...

Il trailer di Tall Girl 2 di Netflix segue Ava Michelle in un musical scolastico

Il trailer di Tall Girl 2 di Netflix è stato ufficialmente rilasciato e il film dovrebbe essere presentato...

Rainn Wilson dell’ufficio rivela quale sarebbe il suo nome da supereroe

L'attore di Office Rainn Wilson ha annunciato come vorrebbe essere chiamato se diventasse un supereroe. Wilson ha...

Must read

You might also likeRELATED
Recommended to you