Asiatica Film Mediale

I dirigenti Disney vogliono la sostituzione del CEO Bob Chapek, secondo il nuovo rapporto feroce

I dirigenti Disney vogliono la sostituzione del CEO Bob Chapek, secondo il nuovo rapporto feroce
Erica

Di Erica

13 Maggio 2022, 20:02


Secondo un nuovo rapporto, alcuni dirigenti Disney fanno il tifo affinché il CEO Bob Chapek continui a commettere errori, quindi verrà sostituito. Chapek è stato in precedenza a capo della divisione Buena Vista Home Entertainment prima di diventare presidente di Disney Parks, Experiences and Products, dove è diventato una figura controversa a causa del suo aumento dei prezzi e dell’enfasi sulle proprietà intellettuali. È stato scelto per succedere al CEO di lunga data della Disney Bob Iger come capo della Walt Disney Company il 26 febbraio 2020, appena una settimana prima dell’inizio della crisi globale del COVID-19.

Da quando è diventato CEO, Chapek ha preso una serie di decisioni controverse che si sono riflesse negativamente sulla Disney. La sua decisione di rendere Black Widow disponibile per lo streaming su Disney+ lo stesso giorno dei cinema ha portato a una causa da parte della star Scarlett Johannson che, sebbene risolta rapidamente, era qualcosa che molti non avrebbero mai potuto immaginare accadesse sotto il mandato di Iger. Più di recente, Chapek ha armeggiato con la risposta della Disney al disegno di legge “Don’t Say Gay” della Florida, attirando critiche da parte dei dipendenti e del pubblico.

Ora, un nuovo rapporto di Puck rivela che alcuni dirigenti della Walt Disney Company sono così pessimisti sulla capacità di Chapek di dirigere l’azienda che sperano che “si spali un buco inevitabilmente profondo”, costringendo la Disney a rimuoverlo. Chapek sta anche affrontando una dura battaglia con la redditività di Disney+, poiché il numero di abbonati continua a crescere ma le entrate no. Il ricavo medio per utente su Disney+ è di $ 6,32, rispetto ai $ 14,92 di Netflix. Questo è un divario sostanziale e gli investitori stanno diventando sempre più diffidenti nei confronti della capacità di Chapek di aumentare le entrate.

Non c’è dubbio che la mancanza di esperienza di Chapek nei contenuti abbia danneggiato l’azienda. La decisione di Chapek di inviare i tre ultimi film originali della Pixar – Soul, Luca e Turning Red – direttamente su Disney+ senza costi aggiuntivi, al contrario di un’uscita nelle sale o un’uscita ibrida con Premier Access, ha lasciato i dipendenti Pixar demorali. Secondo gli analisti, l’invio di Turning Red a Disney+ è probabilmente costato alla società $ 300- $ 400 milioni di entrate al botteghino.

A marzo, vari addetti ai lavori hanno ipotizzato che Chapek potesse essere sostituito come CEO dopo soli due anni. Sembra sempre più improbabile che Chapek venga ricordato allo stesso modo in cui lo era stato il precedente CEO Bob Iger, o anche Michael Eisener, che, pur uscendo con una nota acida, ha guidato la Disney verso un’età di successo tra la fine degli anni ’80 e gli anni ’90. L’eredità di Chapek alla Disney è già offuscata e dovrà fare grandi cambiamenti e scelte di successo per ricostruire la fiducia nella sua capacità di guidare l’azienda.

Fonte: Puck (tramite CBR)

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

Hugh Jackman risponde alla domanda di Greatest Showman 2 con una battuta sul sequel
Hugh Jackman risponde alla domanda di Greatest Showman 2 con una battuta sul sequel

Hugh Jackman ha recentemente risposto a una domanda riguardante un sequel di The Greatest Showman 2 con una battuta sui sequel. La star di Wolverine non è estranea ai musical sia sul palco che sullo schermo. Ha recitato in produzioni di Broadway come Carousel, The Boy from Oz e The Music Man, oltre a film […]

Scream 6: Courteney Cox torna nei panni di Gale Weathers, reagisce al copione
Scream 6: Courteney Cox torna nei panni di Gale Weathers, reagisce al copione

Courteney Cox condivide i suoi elogi per la sceneggiatura di Scream 6 e prende in giro la rappresaglia del suo ruolo di Gale Weathers in una recente intervista. All’inizio di quest’anno il pubblico è tornato nella misteriosa città di Woodsboro, a 25 anni dall’uscita dell’originale Scream di Wes Craven. Oltre a una nuova formazione di […]