Notizie FilmI dipendenti Pixar affermano che la Disney ha censurato...

I dipendenti Pixar affermano che la Disney ha censurato gli sforzi per i contenuti inclusivi LGBTQ+

-


Secondo quanto riferito, un gruppo di dipendenti LGBTQ+ Pixar e i loro sostenitori hanno rilasciato una dichiarazione in cui lo affermano Disney in passato ha attivamente soffocato la creazione di contenuti inclusivi LGBTQ e che l’azienda deve prendere una posizione più forte sul disegno di legge “Don’t Say Gay” della Florida. Il disegno di legge, ufficialmente intitolato “Diritti dei genitori nell’istruzione”, vieterebbe la discussione dell’identità sessuale e dell’orientamento di genere nelle scuole con bambini dalla scuola materna fino alla terza elementare. Recentemente è passato all’aula della legislatura della Florida e da allora ha spostato la scrivania del governatore Ron DeSantis, che dovrebbe firmare il disegno di legge.

Sebbene il disegno di legge “Don’t Say Gay” abbia suscitato critiche significative da molti, inclusa la più alta carica del paese, la Disney inizialmente taceva sull’argomento e non è riuscita a ritirare i finanziamenti forniti ai politici che supportano o sponsorizzano il disegno di legge. Dopo l’indignazione dei dipendenti Disney, il CEO Bob Chapek ha rilasciato un promemoria dello staff in cui spiegava il ritardo in una risposta ufficiale da parte dello studio. Il memorandum spiegava che mentre il gruppo dirigente di Chapek e Disney “sostengono inequivocabilmente i nostri dipendenti LGBTQ, le loro famiglie e le loro comunità”, la posizione ufficiale dell’azienda era che il modo migliore per realizzare “un mondo più tollerante e rispettoso” era “attraverso i contenuti stimolanti che produciamo, la cultura dell’accoglienza che creiamo e la comunità diversificata che supportiamo”, piuttosto che concentrarci su un unico conto. Tuttavia, diversi dipendenti Disney si sono immediatamente rivolti ai social media per esprimere la loro delusione per la dichiarazione di Chapek, affermando che lo studio dovrebbe fare di più per supportare attivamente i dipendenti e le comunità LGBTQ+.

Ora, le parole di Chapek sembrano anche risuonare vuote con alcuni dipendenti LGBTQ+ della Pixar. In una dichiarazione ottenuta da THR, diversi dipendenti LGBTQ+ Pixar non identificati e i loro sostenitori hanno richiamato la risposta della Disney al disegno di legge “Don’t Say Gay” e affermano che in passato gli è stato “dichiarato di non creare” + contenuti inclusivi. La dichiarazione afferma che la Disney ha “ridotto in briciole” qualsiasi rappresentazione LGBTQ+ inclusa nei progetti. I dipendenti hanno anche sottolineato che, nonostante le proteste sia dei creativi che dei membri del gruppo dirigente della Pixar, sono stati costretti a tagliare “quasi ogni momento di affetto apertamente gay” su richiesta della società madre. Leggi il segmento completo qui sotto:

“Quasi ogni momento di affetto apertamente gay viene interrotto per volere della Disney, indipendentemente da quando ci sono proteste sia da parte dei team creativi che della leadership esecutiva della Pixar. Anche se la creazione di contenuti LGBTQIA+ è stata la risposta per fissare la legislazione discriminatoria nel mondo, ci è stato impedito di crearli. Al di là dei “contenuti stimolanti” che non siamo nemmeno autorizzati a creare, abbiamo bisogno di azione”.

La dichiarazione dei dipendenti della Pixar richiede anche che la Disney interrompa i finanziamenti ai politici che supportano il disegno di legge e si oppongano attivamente. Sebbene la Disney non abbia ancora commentato questa nuova dichiarazione, THR riferisce anche che, a seguito della riunione degli investitori della società di ieri, il presidente della Disney General Entertainment Content Peter Rice ha affermato che il disegno di legge “Don’t Say Gay” è “un nuovo e dolorosa reiterazione di una storia di discriminazione nei confronti di un gruppo già vulnerabile” e ha condannato “ogni tentativo di emarginare gli individui sulla base della loro identità”. I commenti di Rice sono arrivati ​​dopo che Chapek si è impegnato a donare 5 milioni di dollari alle organizzazioni LGBTQ e ha incontrato il governatore DeSantis sul disegno di legge “Non dire gay”, durante la riunione degli investitori.

L’importante conversazione che circonda la legislazione “Don’t Say Gay” non è la prima volta che la Disney viene presa di mira per la mancanza di rappresentanza LGBTQ+. GLAAD ha scoperto che la breve inclusione di personaggi LGBTQ+ in film come Star Wars: The L’ascesa di Skywalker, il live-action La bella e la bestia, e Vendicatori: Fine del gioco non hanno rispettato i loro standard per una corretta rappresentazione e ha descritto lo studio come l’inclusione sullo schermo più debole di tutto ciò che ha monitorato dal 2012. Nonostante i tentativi della Disney di rettificare questo negli ultimi anni, con l’inclusione di un personaggio apertamente lesbico in Pixar’s Avanti, ci sono ancora grandi passi avanti da fare se l’obiettivo di Chapek di una “comunità diversificata” deve suonare vero. La rappresentazione “rasata” che i dipendenti Pixar hanno evidenziato è chiara in questo modo Avanti è stato censurato per il rilascio internazionale, una mossa che la Disney ha fatto in passato per rendere i suoi contenuti più ampiamente commerciabili. Questa dichiarazione dei dipendenti Pixar serve come indicazione del fatto che lo staff della Disney non è disposto ad accettare l’attuale risposta dello studio alla legislazione e alla cultura anti-LGBTQ+ e che è necessario un grande cambiamento per contribuire a creare un panorama più diversificato e inclusivo.

Fonte: THR

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

Hugh Jackman condivide le foto di allenamento tra Deadpool 3 Wolverine Casting News

Dopo la notizia che reciterà con Ryan Reynolds in Deadpool 3, Hugh Jackman condivide uno scatto di se...

Il ritorno di Jax di Sons of Anarchy è stato preso in giro da Charlie Hunnam

Quasi un decennio dopo la sua prima conclusione, Charlie Hunnam anticipa la sua idea per un potenziale ritorno...

La commedia Lv1 Maou to One Room Yuusha rivela il primo trailer

Sul sito ufficiale dell'adattamento anime del manga scritto e disegnato da tofu, Lv1 Maou a One Room Yuusha...

Il produttore di James Bond fornisce un aggiornamento deludente sulla sostituzione di Craig

La produttrice del franchise di James Bond, Barbara Broccoli, fornisce un aggiornamento deludente riguardo alla sostituzione di Daniel...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te