Asiatica Film Mediale

I creatori di Cobra Kai rivelano i dettagli del film spinoff di Ferris Bueller

I creatori di Cobra Kai rivelano i dettagli del film spinoff di Ferris Bueller
Erica

Di Erica

15 Settembre 2022, 04:46


I creatori di Cobra Kai Josh Heald e Jon Hurwitz rivelano dettagli sul loro approccio al loro film spin-off Day Off di Ferris Bueller. Heald e Hurwitz hanno sviluppato Cobra Kai, una serie spin-off del franchise di The Karate Kid, insieme a Hayden Schlossberg nel 2018. La serie, che vede come protagonisti gli attori del franchise originale che riprendono i loro ruoli, è passata da YouTube Red a Netflix e ha recentemente concluso la sua quinta stagione. Dopo l’accoglienza positiva del loro spin-off, che magistralmente cammina sul confine tra nostalgico e originale, i tre creatori sono stati scelti per una propaggine di Ferris Bueller intitolata Sam and Victor’s Day Off.

Rilasciato nel 1986, Day Off di Ferris Bueller ha interpretato Matthew Broderick nel ruolo del protagonista Ferris, un liceale che gioca a fare sesso per avere una giornata spontanea e avventurosa con il suo migliore amico Cameron (Alan Ruck) e la sua ragazza Sloane (Mia Sara). Il film per adulti, ambientato a Chicago, è stato scritto e diretto dalla leggenda del cinema degli anni ’80 John Hughes. A un certo punto, Ferris ei suoi amici usano la Ferrari del padre di Cameron come mezzo di trasporto per la giornata e la portano in un parcheggio. Il trio lascia l’auto con due parcheggiatori senza nome, interpretati da Richard Edson e dal compianto Larry “Flash” Jenkins, che se ne vanno in macchina e la restituiscono interi ma con molte miglia in più sul contachilometri. Lo spin-off di Ferris Bueller sarà incentrato sulle avventure di quella coppia nel giorno libero di Ferris; i creatori hanno chiamato i valletti Sam e Victor.

Hurwitz e Heald, insieme a Schlossberg, ora parlano con Variety del loro prossimo spin-off di Ferris Bueller, discutendo i modi in cui si confronterà con il loro approccio con Cobra Kai. I due creatori si aprono sulle loro intenzioni, che dicono non sono di rifare ma di esplorare. Guarda cosa hanno da dire qui sotto:

Hurwitz: Siamo figli degli anni ’80. Quando parliamo delle esperienze cinematografiche seminali delle nostre vite, c’è un periodo di cinque anni dall’83 all’88, in cui molti di quei film cadono per noi. “Ferris Bueller” è stato un momento del genere nella nostra vita. Amiamo i viaggi secondari. In “Ferris Bueller”, c’è questo grande desiderio che si realizza con questi due camerieri, che portano questa fantastica Ferrari sul massimo del divertimento. Abbiamo solo un paio di scorci di loro che se ne vanno, si arrampicano su una collina gigante, prendono l’auto in volo e poi la restituiscono. Cosa sta succedendo nelle loro vite? Sembrano vivere un’esperienza molto diversa da Ferris, che vive nell’ultima periferia. Cosa può averli portati ad aver bisogno di quell’auto, a volere quell’auto e a prenderla? Quando inizi a svelare tutti i fili, ha acceso molte idee. Siamo entusiasti di raccontare una storia molto diversa che si svolge a Chicago quel giorno che non sta cercando di ricostruire “Ferris Bueller’s Day Off”. Sta solo cercando di aggiungere ad esso; non stiamo cercando di infilare la nostalgia in gola a nessuno. Amiamo e rispettiamo i film di cui tutti parlano di intoccabili, e questo non sta cercando di toccare o pasticciare con “Ferris Bueller” in alcun modo.

Heald: Non siamo interessati a rifare qualcosa. Ci piace così tanto, vogliamo esplorarlo di più. La somiglianza con “Cobra Kai” è iniziata con un punto di vista che non hai visto. In “Karate Kid”, e se fossi nei panni di Johnny? Ti fa guardare indietro a “The Karate Kid” in un modo divertente e diverso. Mantiene vivo quel film in un modo diverso. Se le cose funzionassero con questo, sarebbe simile.

Hurwitz: Non vogliamo rovinare tutto ciò che accadrà, ma inutile dire che si svolgerà lo stesso giorno del giorno libero di Ferris. Sono a Chicago, hanno incrociato le loro strade nel loro viaggio. Alcuni degli iconici set o luoghi che abbiamo visto attraverso gli occhi di Ferris, forse li vedremo attraverso gli occhi di altri personaggi.

I commenti di Hurwtiz e Heald illuminano le ragioni del loro successo con Cobra Kai. La loro menzione di voler evitare di saturare eccessivamente il sequel con la nostalgia è un approccio che ha funzionato bene con lo spinoff di Karate Kid. Sebbene la nostalgia sia inerente alla rivisitazione di qualsiasi proprietà iconica degli anni ’80, in particolare questa, l’interesse dei creatori a sviluppare nuove storie all’interno di quell’ambientazione è una prospettiva entusiasmante. Con i numerosi remake e riavvii attualmente in produzione, l’approccio di Hurwitz, Heald e Schlossberg di aprire nuove strade all’interno di vecchie proprietà è un ottimo modo per estrarre il meglio di entrambi i mondi.

Nonostante alcuni fan si siano chiesti se sia necessario un sequel di Ferris Bueller, in particolare uno su due personaggi minori senza nome, Hurwitz, Heald e Schlossberg hanno dimostrato di poter trovare storie fresche e importanti all’interno di film conclusi da tempo. Ferris Bueller, come The Karate Kid, potrebbe aver avuto un finale soddisfacente, ma ciò non significa che abbia sfruttato al massimo l’ambientazione e le premesse. Sulla base di ciò che Hurwitz ha detto sul loro spin-off, Sam e Victor’s Day Off esploreranno un altro lato della Chicago degli anni ’80, che è un modo creativo per costruire l’eredità consolidata del film originale senza compromettere la santità di Ferris Bueller’s Day Spento. Se il loro approccio avrà successo, ai registi si aprirà un mondo ricco di potenziali spin-off, regalando ai personaggi secondari di altri classici degli anni ’80 e ’90 la loro giornata al sole.

Fonte: varietà


Potrebbe interessarti

Il film Weird Al lancia la star di Drag Race nel ruolo di Drag Queen Divine
Il film Weird Al lancia la star di Drag Race nel ruolo di Drag Queen Divine

Weird: The Al Yankovic Story di Eric Appel aggiunge la drag star Nina West al suo cast stellato. Il film biografico in uscita segue l’eccentrico cantante “Weird Al” Yankovic attraverso la sua carriera avvincente e il suo stile di vita sgargiante. Con Yankovic accreditato come co-sceneggiatore, il film adotta naturalmente il suo stile satirico per […]

George Clooney si dichiara il miglior Batman in un video divertente
George Clooney si dichiara il miglior Batman in un video divertente

George Clooney afferma scherzosamente che la sua versione di Batman di Batman e Robin è la migliore in un nuovo divertente video. Clooney ha interpretato Batman/Bruce Wayne nel sequel del 1997 del regista Joel Schumacher, prendendo il posto di Val Kilmer, che interpretava il personaggio nella voce precedente, Batman Forever. Michael Keaton è stato il […]