Asiatica Film Mediale

I creatori dello spettacolo Last Of Us confermano che la teoria dei fan sull’origine dell’infezione è corretta

I creatori dello spettacolo Last Of Us confermano che la teoria dei fan sull’origine dell’infezione è corretta
Debora

Di Debora

23 Gennaio 2023, 16:38


Spoiler per The Last of Us Episodio 2 qui sotto!

I creatori di The Last of Us, Neil Druckmann e Craig Mazin, hanno recentemente confermato che una popolare teoria dei fan sull’origine delle infezioni fungine è corretta. Basato sull’omonimo videogioco per PlayStation, l’adattamento televisivo è interpretato da Pedro Pascal nei panni di Joel Miller, un contrabbandiere del mercato nero e sopravvissuto all’apocalisse zombie incaricato di scortare la precoce quattordicenne Ellie (Bella Ramsey) sana e salva in un lontano quartier generale delle Lucciole, un gruppo rivoluzionario idealista che mira a riportare la pace nel mondo. Sebbene Druckmann e Mazin avessero precedentemente promesso un fedele adattamento del materiale originale, hanno anche anticipato diversi cambiamenti significativi rispetto al videogioco originale.

Uno di questi cambiamenti all’adattamento HBO di The Last of Us è stato evidente nell’episodio 2, incentrato sull’origine dell’infezione fungina. Durante la premiere della serie, gli spettatori hanno raccolto indizi nascosti durante l’episodio, scatenando una teoria secondo cui l’infezione da cordyceps ha avuto origine in un mulino a Jakarta, in Indonesia, e si è diffusa attraverso i prodotti da forno. Con l’episodio 2 di The Last of Us contenente un flashback a Jakarta raffigurante un importante micologo che indaga su uno dei primi casi, Druckmann e Mazin hanno confermato a Variety che la teoria popolare è corretta. Leggi cosa hanno detto di seguito i creatori di The Last of Us:

Mazin: Penso che sia piuttosto esplicito.

Druckmann: Sì, abbiamo praticamente detto di sì.

Mazin: Quando parla di dove lavoravano queste persone e di cosa stava succedendo in quella fabbrica – sì, è abbastanza chiaro che è quello che sta succedendo. Ci è piaciuta l’idea di quella scienza e facciamo del nostro meglio per assicurarci che tutte le nostre ricerche siano collegate. [The mycologist] chiede dov’è successo, e il tizio dice una fabbrica di farina nella parte ovest della città. Stiamo assolutamente parlando – c’è il più grande mulino del mondo a Jakarta – quindi questa è una bella teoria e penso che le persone dovrebbero continuare a seguirla.

Come The Last Of Us Infection Change ha migliorato il gioco

Rilasciato per PlayStation 3 nel 2013, The Last of Us ha preso d’assalto il mondo all’apice della popolarità degli zombi nei media. Il gioco si è distinto tra la folla poiché ha preso un fungo del mondo reale che infetta gli insetti e ha immaginato un mondo spaventoso in cui il fungo potesse passare agli umani. Insieme a stadi di infezione assolutamente orribili con escrescenze che spuntano dai corpi degli ospiti, The Last of Us è stato un successo garantito nel genere survival horror.

Tuttavia, affinché The Last of Us fosse adattato al piccolo schermo, è stato necessario modificare diversi elementi chiave relativi all’infezione. Il videogioco originale prevedeva il trasferimento dell’infezione tramite morsi di infetti e spore provenienti da ospiti morti. Poiché Druckmann e Mazin cercavano di ottenere un certo livello di realismo nell’adattamento, i creatori hanno ritenuto le spore uno strumento di infezione troppo potente in quanto avrebbero reso la contaminazione troppo facile e la sopravvivenza troppo difficile.

L’episodio 2 di The Last of Us ha visto l’inclusione di una rete miceliare interconnessa che germoglia da ospiti morti, un cambiamento significativo rispetto al materiale originale. Quando un viticcio viene disturbato da un individuo ignaro, tutti gli infetti collegati nelle vicinanze vengono avvisati della presenza del sopravvissuto. Una tale aggiunta al programma televisivo The Last of Us aumenta il livello di pericolo dell’infezione per gli eroi, costringendo Joel ed Ellie a guardare ogni passo che fanno.

Fonte: varietà


Potrebbe interessarti

M&Ms ritira le mascotte e le sostituisce con Maya Rudolph
M&Ms ritira le mascotte e le sostituisce con Maya Rudolph

Questo articolo copre una storia in via di sviluppo. Continua a controllare con noi poiché aggiungeremo ulteriori informazioni non appena saranno disponibili. Dopo aver sfondato Internet con alcuni dei loro progetti, M&M’s ha ufficialmente ritirato le loro iconiche mascotte di caramelle e le ha sostituite con Maya Rudolph. Risalendo alla metà degli anni ’50, i […]

I clicker di Last Of Us Episodio 2 completamente scomposti in un video pieno di arte
I clicker di Last Of Us Episodio 2 completamente scomposti in un video pieno di arte

Un nuovo video dietro le quinte dell’episodio 2 di The Last of Us della HBO spiega il processo della serie per dare vita ai Clicker del gioco. The Last of Us della HBO è un adattamento del pluripremiato gioco omonimo, che ha debuttato nel 2013. Sia il gioco che la serie raccontano la storia dei […]