Asiatica Film Mediale

House Of The Dragon’s Rhaenyra si apre sull’essere un attore non binario

House Of The Dragon’s Rhaenyra si apre sull’essere un attore non binario
Debora

Di Debora

12 Ottobre 2022, 16:35


Attenzione: SPOILER per House of the DragonHouse of the Dragon, l’attrice Emma D’Arcy ha rivelato le considerazioni che sono andate a collegare la loro vera identità non binaria e immagine professionale. D’Arcy interpreta la versione adulta della principessa Rhaenyra Targaryen, la figlia maggiore di re Viserys Targaryen (Paddy Considine) ed erede al Trono di Spade. Ambientata 200 anni prima degli eventi de Il Trono di Spade, la serie prequel House of the Dragon esamina un evento significativo nella storia di Westorosi: la guerra civile della famiglia Targaryen, conosciuta nel mondo come la Danza dei Draghi.

Il conflitto principale della serie è la successione di Viserys, poiché Rhaenyra sarebbe la prima donna sul Trono di Spade ei suoi nemici non credono che abbia la forza di governare. Lo spettacolo alludeva a un’analisi continua delle dinamiche di genere all’inizio. Nell’episodio 1, un flashback ha rivelato che la corona è passata sulla zia di Rhaenyra, Rhaenys (Eve Best) a Viserys in parte sulla base del sesso. Come nel caso del mondo reale, i personaggi si chiedono se i mediatori del potere e la popolazione più ampia siano cresciuti per accettare un leader virtuoso indipendentemente dall’identità con il passare del tempo.

D’Arcy ha spiegato a Interview Magazine i propri pensieri sulla condivisione della propria identità con il reparto casting e il pubblico. Lavorando come noto attore televisivo dal 2018, D’Arcy ha assistito alla crescita della trasparenza dell’identità e alla sua accoglienza. La loro decisione di farsi avanti ha lo scopo di servire da ispirazione per gli attori più giovani e i professionisti creativi. Leggi i commenti completi di D’Arcys qui sotto:

“Questo è il primo lavoro in cui ho portato la mia identità non binaria al lavoro. E parte di ciò è stato perché HBO mi ha chiesto quali pronomi uso e ho pensato molto se fosse il momento giusto. Il motivo è importante è che c’è stato un punto, all’inizio della mia carriera, in cui ero davvero preoccupato che non fosse possibile essere un attore se non sei una persona cisgender.In genere, all’interno dei siti di casting, ci sono due colonne, e mi chiedevo se quelle due identità dovessero vivere separatamente per poter avere una carriera.Il motivo per cui ho deciso di essere onesto nella mia presentazione professionalmente è che spero davvero che i giovani che vogliono fare questo lavoro sappiano che c’è assolutamente spazio e quello spazio si sta aprendo”.

Come House Of The Dragon sta migliorando il record di inclusività di Game Of Thrones

C’è una forte percezione che Hollywood sia un’istituzione progressista, ma si potrebbe sostenere che l’aura si irradia principalmente dall’attivismo indipendente delle celebrità e dalla politica di sinistra della California meridionale. La rappresentazione di caratteri non eteronormativi sta migliorando, ma spesso vanno incontro a decessi sfavorevoli. Il Trono di Spade è stato accusato di trattare personaggi sfortunati LGBTQ+ come Renly Baratheon (Genly Anthony) o Oberyn Tyrell (Pedro Pascal) come usa e getta o di aver usato la loro identità per fare una dichiarazione sulla loro alterità. Nell’episodio 7 di House of the Dragon “Driftmark”, questo tropo è stato minato quando la moglie di Rhaenyra Laenor Velaryon (John Macmillan), un uomo gay che ha sposato per motivi politici, ha simulato la sua morte ed è sfuggita alle usanze intolleranti della sua famiglia. Questa era una deviazione dal materiale originale, il romanzo Fire & Blood, in cui Laenor viene uccisa.

La serie originale si è conclusa nel 2019 e negli anni di sviluppo dietro House of the Dragon, la rete, i produttori e il creatore George RR Martin hanno fatto scelte narrative e personali che segnalano una maggiore considerazione per la dignità nell’inclusività. Gli showrunner Ryan Condol e Miguel Sapochnik, ispirati da Martin, hanno scelto di re-immaginare la Casa Velaryon come nobili neri e creare uno spazio per personaggi neri importanti e distinti. Al di fuori del mondo della storia, D’Arcy è stato scelto come uno dei primi protagonisti non binari di una serie grande come House of the Dragon e, come hanno detto, è stata la HBO a chiedere per la prima volta i loro pronomi piuttosto che fare un assunzione. House of the Dragon è imperfetto e ha ripetuto alcuni degli errori di Game of Thrones, ma nel complesso è una nave migliore per potenziare rispetto al suo predecessore.

Fonte: rivista di interviste


Potrebbe interessarti

La gravidanza di Rhaenyra crea una nuova casa della tragedia del drago
La gravidanza di Rhaenyra crea una nuova casa della tragedia del drago

AVVERTIMENTO! Questo articolo contiene SPOILER per il libro Fire & Blood e House of the Dragon stagione 1, episodio 8! La sesta gravidanza di Rhaenyra in House of the Dragon crea uno dei momenti più tragici che devono ancora venire. House of the Dragon sottolinea spesso i pericoli del parto e della gravidanza per le […]

Perché Cassian ha ucciso QUEL personaggio nell’episodio 6 di Andor
Perché Cassian ha ucciso QUEL personaggio nell’episodio 6 di Andor

Avvertimento! Questo articolo contiene spoiler per Andor stagione 1, episodio 6. Cassian Andor (Diego Luna) ha due ragioni per uccidere Arvel Skeen (Ebon Moss-Bacharach) alla fine della prima stagione di Andor, episodio 6. I due personaggi hanno avuto un approccio altrettanto pragmatico per unirsi alla rapina ad Aldhani dei ribelli, ma le scene finali dell’episodio […]