Asiatica Film Mediale

Hilarie Burton riflette sul parlare contro lo showrunner di One Tree Hill

Hilarie Burton riflette sul parlare contro lo showrunner di One Tree Hill
Debora

Di Debora

23 Marzo 2022, 23:40


Hilarie Burton riflette sul parlare contro lo showrunner di One Tree Hill Mark Schwahn. La serie è stata presentata per la prima volta su The WB nel 2003 e ha goduto di nove stagioni di successo prima di terminare nel 2012, passando a The CW dopo la terza stagione a causa della fusione della rete con UPN. Ambientato nella città titolare della Carolina del Nord, One Tree Hill inizia seguendo le vite di due fratellastri, Lucas (Chad Michael Murray) e Nathan Scott (James Lafferty), che competono per un posto nella squadra di basket del liceo.

La serie segue anche il dramma che deriva dalle varie storie d’amore dei fratelli, inclusi i loro frequenti interessi amorosi Brooke Davis, Peyton Sawyer e Haley James Scott, interpretati rispettivamente da Sophia Bush, Hilarie Burton e Bethany Joy Lenz. Ora, l’ex trio di One Tree Hill si è riunito in un recente episodio del dramma medico della CBS Good Sam. Questa reunion sullo schermo, insieme al podcast rewatch del trio Drama Queens, è servita a gettare ulteriore luce sulle accuse di molestie sessuali mosse dal cast di One Tree Hill contro lo showrunner Mark Schwahn nel 2017.

Durante una conversazione con Variety, Burton ha riflettuto sul parlare contro Schwahn cinque anni fa. L’attrice di One Tree Hill dice che lei e i suoi co-protagonisti si aspettavano delle scuse o almeno una conversazione con qualcuno sulle accuse, ma purtroppo sono stati accolti con il silenzio. Burton era delusa dalla situazione in quel momento, anche se ora è stata in grado di superarla e iniziare a guarire. Leggi i suoi commenti completi di seguito:

Voglio dire, io personalmente, per molto tempo, ho continuato ad aspettare che qualcuno mi contattasse. Nella mia mente, ero come, sicuramente, qualcuno ci dirà qualcosa. Sicuramente, qualcuno si scuserà o vorrà avere una conversazione o altro e continuerà ad aspettarlo. È pazzesco pensare che potresti essere deluso di più, ma puoi sempre esserlo. Questo processo è stato così curativo che non ne ho più bisogno. Non ho bisogno del “mi dispiace”. Non ho bisogno del contatto. Siamo così bravi. Quel silenzio ha parlato da solo, e quello che abbiamo è molto meglio di qualsiasi cosa mi sarei potuto aspettare che mi sento molto bene riguardo alla posizione in cui ci troviamo in questo momento.

Nel 2017, la scrittrice di One Tree Hill Audrey Wauchope è stata la prima a parlare contro lo showrunner, descrivendo in dettaglio le orribili esperienze di lei e della collega scrittrice Rachel Spectre con Schwahn sul posto di lavoro, che includevano contatti inappropriati e avances sgradite. In risposta, Bush, Burton e Lenz hanno scritto una lettera a sostegno di Wauchope e condannando il comportamento di Schwahn, che ha contribuito ad attirare l’attenzione sull’ambiente tossico sul set che ha impedito a gran parte del cast e della troupe di One Tree Hill di parlare per paura di perdere i loro lavori.

Cinque anni dopo, gli eventi che si sono svolti sul set di One Tree Hill suonano come un evento fin troppo familiare a Hollywood. Sulla base dei recenti commenti di Burton, sembra che il contenuto della loro lettera alla fine sia caduto nel vuoto. Tuttavia, la loro schiettezza probabilmente ha avuto un effetto sul movimento #MeToo in generale e ha ispirato altre vittime a parlare di esperienze simili.

Fonte: varietà

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

Il regista di Moon Knight risponde alla domanda se Oscar Isaac otterrà un film MCU
Il regista di Moon Knight risponde alla domanda se Oscar Isaac otterrà un film MCU

Il regista di Moon Knight Mohamed Diab è incerto sul fatto che l’eroe di Oscar Isaac possa ottenere un film del Marvel Cinematic Universe in futuro, ma è fiducioso. Il pluripremiato scrittore/regista egiziano guida il team di regia della prossima serie Disney+ insieme al duo The Endless e Synchronic Justin Benson e Aaron Moorhead, con […]

Stranger Things Stagione 4 si avvicina maggiormente all’horror, stuzzica il creatore
Stranger Things Stagione 4 si avvicina maggiormente all’horror, stuzzica il creatore

La stagione 4 di Stranger Things si avvicina maggiormente al genere horror secondo il co-creatore Ross Duffer. Dopo una lunga pausa, dovuta in gran parte ai ritardi legati al COVID, la serie soprannaturale di successo di Netflix tornerà sul servizio di streaming il 27 maggio. Il lotto iniziale di quattro episodi fungerà da prima parte […]