Asiatica Film Mediale

Godzilla x Kong: The New Empire Recensione – Soddisfacente storia di Kong e divertente azione Uplift MonsterVerse

Godzilla x Kong: The New Empire Recensione – Soddisfacente storia di Kong e divertente azione Uplift MonsterVerse
Marco

Di Marco

11 Aprile 2024, 06:28



Questo articolo fa parte di una directory: Godzilla x Kong Sequel: Will It Happen? Tutto quello che sappiamo sul prossimo film Monsterverse CurrentGodzilla x Kong: The New Empire Recensione – Soddisfacente storia di Kong e azione divertente Miglioramento MonsterVerse Entry NextGodzilla x Kong Box Office ruggisce superando un importante traguardo globale in meno di 1 settimana

Riepilogo

Godzilla e Kong si alleano contro un nuovo nemico chiamato Re Skar, dando vita a scene di combattimento emozionanti. La storia personale di Kong aggiunge profondità e soddisfazione a Godzilla x Kong: The New Empire. Lo sviluppo del personaggio umano è carente e gli artifici della trama indeboliscono la storia nel suo complesso.

Il quinto film della serie MonsterVerse, Godzilla x Kong: The New Empire vede il personaggio titolare unire le forze invece di picchiarsi a vicenda come hanno fatto in Godzilla vs. Kong del 2021. Kong ha preso residenza permanente nella Terra Cava mentre Godzilla si fa strada attraverso le città in superficie, proteggendole da vari Titani, ma una minaccia potente e antica li riunisce in un modo del tutto inaspettato. A dire il vero, Godzilla x Kong non è neanche lontanamente un film perfetto e soffre di artifici della trama e personaggi sottosviluppati, ma è anche emozionante e veramente divertente nonostante i suoi difetti.

Dopo essersi quasi distrutti a vicenda in Godzilla vs. Kong del 2021, i giganti Titani sono tornati per affrontare una nuova pericolosa minaccia, ma questa volta sono dalla stessa parte. Godzilla x Kong: The New Empire è il quinto film della Warner Bros.' franchise Monsterverse in crescita e sarà diretto da Adam Wingard.

ProGodzilla x Kong: The New Empire offre scene di combattimento Il Re Skar è un cattivo degno e caotico e una gradita aggiuntaKong ha una storia personale che si aggiunge agli eventi del film ControLe relazioni umane sono ancora sottosviluppateAlcuni ritmi emotivi non arrivanoPoche trame gli espedienti trattengono il film

Il cast di personaggi di Godzilla x Kong vede il ritorno della dottoressa Ilene Andrews di Rebecca Hall, della sua figlia adottiva Jia (Kaylee Hottle) e di Bernie Hayes di Brian Tyree Henry, tra gli altri. E sebbene il loro coinvolgimento nella trama passi in secondo piano rispetto alle battaglie e al viaggio personale di Kong, vivono alcuni momenti solidi. Godzilla ha un ruolo cruciale da svolgere, ma The New Empire è più una storia di Kong, con il suo viaggio personale dopo il suo ritorno sulla Terra Cava che ha la precedenza. Rafforza il film, impedendogli di essere una storia fragile e vuota.

Vale la pena aspettare la battaglia di Godzilla e Kong contro l'antagonista del Nuovo Impero

La storia personale di Kong aggiunge un tocco di soddisfazione all'azione

Vicino

Nel corso del film compaiono diversi Titani, ma il Nuovo Impero è imperniato sull'arrivo del Re Skar, una scimmia assetata di potere che controlla una pericolosa creatura ghiacciata. Il Re Skar è folle e brutale nel suo approccio, godendosi il potere che esercita e la violenza che provoca. C'è una certa emozione nel guardare il Re Skar; il Titano è agile, feroce e non conosce limiti quando si tratta di ottenere ciò che vuole. Si rivela un ottimo nemico per Godzilla e Kong, che mettono da parte le loro preoccupazioni per combattere il Re Skar.

Ci sono molte scene d'azione prima del grande combattimento, tutte divertenti, anche se mai troppo piene di suspense. Il regista Adam Wingard mantiene un tocco di eccitazione nel processo di preparazione verso la squadra tra Godzilla e Kong, soprattutto perché c'è ancora tensione tra i due dell'ultimo film. L'antagonista è così allettante e la sequenza del combattimento finale così avvincente che il risultato sembra guadagnato. È d'aiuto il fatto che Kong abbia un viaggio personale, poiché inizialmente affronta la solitudine di essere apparentemente l'ultimo della sua specie.

Godzilla x Kong: The New Empire PG-13AzioneAvventura

Regista Adam Wingard Data di uscita 29 marzo 2024 Studio(i) Legendary Pictures Distributore(i) Warner Bros. Pictures Scrittori Terry Rossio, Simon Barrett, Jeremy Slater Cast Dan Stevens, Rebecca Hall, Brian Tyree Henry, Kaylee Hottle, Fala Chen Franchise( s) Godzilla, King Kong, prequel/i del Monsterverse Godzilla (2014), Kong: Skull Island, Godzilla: il re dei mostri, Godzilla Vs Kong

A tal fine, la relazione di Kong con Baby Kong è particolarmente dolce. Inizia come antagonista, ma cresce in qualcosa di simile alla lealtà. Facevo il tifo per la loro amicizia nonostante il fatto che avessero avuto un inizio difficile, e gli scrittori Terry Rossio, Simon Barrett e Jeremy Slater hanno fatto così tanto con pochi dialoghi, così come lo straordinario team VFX. L'intero film appartiene davvero ai Titani, ed è una grande vetrina per Kong mentre lotta con la vita sulla Terra Cava, aprendosi una nuova strada entro la fine del film.

Godzilla x Kong: la storia del nuovo impero può essere inventata

Anche i momenti dei personaggi vengono modificati brevemente per le scorciatoie della trama

Sebbene ci sia molto divertimento con i mostri e la preparazione allo scontro finale, la storia di The New Empire sembra forzata. C'è anche una profezia che ci dice cosa aspettarci da ciò che verrà, ma è stata aggiunta per dare più peso alla storia del Re Skar. In altri casi, Godzilla x Kong è impantanato in un'esposizione che mi ha fatto alzare gli occhi al cielo nella sua apparente direzione.

C'è una certa emozione nel guardare il Re Skar; il Titano è agile, feroce e non conosce limiti quando si tratta di ottenere ciò che vuole.

L'esplorazione della Terra Cava è fantastica e fa molti favori al film trascorrere così tanto tempo laggiù, ma aggiungendo ancora più regioni inesplorate (incluso un livello sotterraneo) sembrava che gli scrittori stessero solo cercando un motivo per farlo. chiedi a Godzilla e Kong di fare squadra dopo la loro ultima battaglia. Anche le scorciatoie della trama a volte sono ridicole, inclusa un'istanza in cui trova Trapper di Dan Stevens, un veterinario che si prende cura di Kong, rivelando uno strumento per migliorare le abilità di Kong che, guarda caso, è sempre stato seduto nella Terra Cava.

Inoltre, l'attenzione eccessiva allo svolgimento della trama, alle comodità e tutto il resto, appiattisce le relazioni tra i personaggi. Ilene si trova di fronte alla possibilità di perdere Jia, che fatica a provare un senso di appartenenza in superficie, ma Godzilla x Kong ne ha una conversazione prima di concludere. Il peso emotivo del momento non si fa mai sentire perché la trama si muove molto velocemente. Mi sentivo più per Kong che per tutti gli umani, quindi l'equilibrio era sicuramente sbilanciato.

Eppure, Godzilla x Kong: The New Empire è davvero divertente. Anche nei suoi momenti più deboli, mantiene lo slancio, costruendo verso un finale che soddisfa il lato Titano delle cose. Il Re Skar è un'aggiunta gradita, poiché apporta un senso di terrore e calamità allo svolgimento. Il film è anche pieno di umorismo, con Henry e Stevens, il cui personaggio è certamente eccentrico, che rappresentano i punti salienti. Il nucleo emotivo dei personaggi umani avrebbe potuto essere elevato, ma se sei qui semplicemente per guardare Godzilla e Kong, allora il film non manca su questo fronte.


Potrebbe interessarti

Recensione di DogMan: l'ultimo thriller d'azione di Luc Besson ha un morso debole e non abbaia
Recensione di DogMan: l'ultimo thriller d'azione di Luc Besson ha un morso debole e non abbaia

Riepilogo Caleb Landry Jones si distingue per una prestazione brillante. Il cast di supporto indebolisce il film, indebolendo il forte protagonista. La mancanza di una visione chiara e di una regia da parte di Luc Besson fa sì che il film non sia all'altezza. DogMan di Luc Besson è intelligente, ben prodotto e particolarmente bello […]

Recensione di Asphalt City: la chimica di Sean Penn e Tye Sheridan porta con sé un thriller crudo e irregolare
Recensione di Asphalt City: la chimica di Sean Penn e Tye Sheridan porta con sé un thriller crudo e irregolare

Riepilogo Sean Penn e Tye Sheridan mostrano un'alchimia accattivante in Asphalt City. Asphalt City immerge con successo gli spettatori nella sua ambientazione. Il ritmo del film finisce per essere irregolare. Asphalt City offre una prospettiva avvincente sulla vita dei paramedici, anche se il film non riesce a mantenere lo slancio. Il film è incentrato sulla […]