Notizie Serie TVGli showrunner di Yellowjackets si rivolgono al pubblico stuzzicante...

Gli showrunner di Yellowjackets si rivolgono al pubblico stuzzicante con la storia del cannibalismo

-


Gli showrunner di Yellowjackets affrontano il modo in cui lo spettacolo prende in giro il cannibalismo e perché hanno adottato l’approccio che hanno fatto. In onda per la prima volta nel 2021 su Showtime, lo spettacolo horror/mistero racconta la storia di una squadra di calcio femminile delle superiori che è costretta a fare di tutto per sopravvivere dopo che il loro aereo si è schiantato nelle terre selvagge del Canada. Yellowjackets si svolge nel passato mentre i personaggi stanno lottando per sopravvivere, ma vede anche alcuni dei personaggi nel presente, spesso alle prese con PTSD e altri effetti psicologici del misterioso trauma che hanno subito.

Finora Yellowjackets è stato un grande successo di pubblico e critica, vantando attualmente un impressionante 100% su Rotten Tomatoes. Lo spettacolo è molto elogiato per il modo in cui svela il suo mistero, in particolare per quanto riguarda gli strani eventi soprannaturali che affliggono il gruppo e la discesa dei personaggi principali in uno stile di vita più primordiale. La questione se la squadra si impegni nel cannibalismo è di particolare attenzione in Yellowjackets, con l’apertura dello spettacolo che vede membri mascherati della squadra dare la caccia a qualcuno e apparentemente mangiarlo. Yellowjackets presenta un cast impressionante, tra cui Melanie Lynskey, Ella Purnell, Tawny Cypress, Sophie Nélisse e Sophie Thatcher, tra gli altri.

In una nuova intervista con Variety, gli showrunner Jonathan Lisco, Bart Nickerson e Ashley Lyle discutono dei modi in cui lo spettacolo prende in giro il cannibalismo e assicurano al pubblico che l’idea sarà esplorata in modo più completo. Discutono anche dei modi in cui lo spettacolo si avvicina alle prese in giro in generale, promettendo che Yellowjackets non attirerà mai artificialmente tensioni e domande senza una buona ragione. Dai un’occhiata ai commenti completi degli showrunner qui sotto:

Nickerson: Sappiamo che alla fine mangiano una persona. Noi, come spettacolo, non stuzzicheremo il pubblico con le cose. Lo odio come spettatore. Se le cose non accadono, non è solo per allungarsi artificialmente, come “Oh, sappiamo che lo vuoi e quindi lo tireremo fuori”. Le cose che richiedono forse più tempo di quanto sia sempre comodo riguardano il tipo di svolgimento della storia e l’ottenere sempre più contesto per un momento.

Lyle: Penso che anche noi siamo molto attratti da una sorta di tensione esistenziale e paura. Come dice Bart, non lo stiamo solo prendendo in giro per allungarlo e imbottirlo. Ci piace quella sensazione di terrore e pensiamo che sia utile nel raccontare la storia a causa di come stanno soffrendo e per il disturbo da stress post-traumatico che alla fine sono gravati da adulti. Nel mezzo di ciò, penso che possiamo impegnarci a mantenere la nostra promessa di rispondere alle domande alla fine in modo soddisfacente.

Anche se lo spettacolo non ha spiegato completamente cosa stava succedendo e chi era coinvolto nella presa in giro del cannibalismo di apertura, i commenti della seconda stagione di Yellowjackets degli showrunner suggeriscono che il pubblico alla fine riceverà una risposta definitiva. Come spiega Nickerson, capisce che è frustrante per gli spettatori vedere i misteri allungati artificialmente, quindi si impegnano a garantire che al pubblico vengano fornite risposte dopo che il contesto di un determinato momento è stato completamente chiarito. Dopotutto, mostrare gli studenti in Yellowjackets che partecipano al cannibalismo è un bel salto rispetto a come sono stati ritratti per la prima volta, ed è chiaro che gli showrunner si stanno assicurando che la decisione sia completamente comprensibile per il pubblico.

La serie crea una serie di misteri nella prima stagione, sia nel passato che nel presente. Sebbene alcune delle risposte fornite agli spettatori portino solo a più domande, come nel caso dell’inquietante santuario di Taissa sotto la sua casa nel finale della prima stagione di Yellowjackets, è evidente che gli showrunner riveleranno di più quando sarà il momento giusto. La stagione 2, che dovrebbe entrare in produzione alla fine di agosto, probabilmente fornirà risposte a molte delle domande sollevate nella prima stagione e, a giudicare dai commenti degli showrunner di Yellowjackets, è chiaro che le trame del cannibalismo alla fine verranno arricchite in modo soddisfacente.

Fonte: varietà

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

Midnight Mass Creator celebra l’anniversario di 1 anno con un messaggio commovente

Il creatore di Midnight Mass Mike Flanagan condivide un messaggio sincero e sincero agli spettatori nell'anniversario dell'uscita della...

Il regista di Marvels condivide una reazione esilarante a una scena di fine gioco

Oltre tre anni dopo la sua realizzazione, il regista di The Marvels Nia DaCosta rivela una reazione umoristica...

L’attore She-Hulk condivide le esilaranti foto dei BTS dall’episodio del matrimonio

Patti Harrison sta condividendo esilaranti foto dietro le quinte dell'ultimo episodio del matrimonio di She-Hulk: Attorney at Law....

I creatori della teoria del Big Bang discutono delle differenze pilota inedite

I co-creatori di The Big Bang Theory Chuck Lorre e Bill Prady rivelano dettagli sul pilot inedito che...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te