Asiatica Film Mediale

Gli Hunger Games hanno fatto sentire Jennifer Lawrence come se avesse perso il controllo

Gli Hunger Games hanno fatto sentire Jennifer Lawrence come se avesse perso il controllo
Erica

Di Erica

08 Ottobre 2022, 19:18


La star di Hunger Games Jennifer Lawrence dice che recitare nel franchise le ha fatto sentire una perdita di controllo. Basato sulla popolare serie di romanzi per giovani adulti di Suzanne Collins, The Hunger Games è stato pubblicato nel 2012. Il thriller d’azione è ambientato in un mondo distopico in cui il paese di Panem è diviso in 12 distretti, con due bambini di ogni distretto scelto ogni anno per competere in un torneo di vita o di morte con un solo sopravvissuto (di solito). Il personaggio principale della serie, Katniss Everdeen, si offre volontaria per partecipare a The Hunger Games al posto della sorella minore e riesce non solo a vincere i giochi, ma anche a mantenere in vita il suo collega tributo al Distretto 12, scatenando alla fine una rivoluzione a Panem.

Lawrence ha recitato nel film del 2012 insieme a Josh Hutcherson e Liam Hemsworth. È diventata il volto del franchise come Katniss, recitando in altri tre film di Hunger Games fino a quando la serie non si è conclusa con Mockingjay – Parte 2 nel 2015. Al di fuori del suo lavoro in The Hunger Games, che l’ha resa un nome familiare, Lawrence ha guadagnato un Oscar per la sua interpretazione in Silver Linings Playbook del 2012, oltre ad essere stato nominato in altre tre occasioni da allora. L’attore è riuscita a costruire un curriculum con una varietà unica – mentre alcuni dei suoi film, come Red Sparrow, parlano delle sue radici in Hunger Games, altri film come Don’t Look Up di Adam McKay e Mother di Darron Aronofsky! dimostrare la sua portata. Sebbene Lawrence debba gran parte del suo successo a The Hunger Games, la fama che ha raggiunto è stata un’arma a doppio taglio.

Parlando della sua carriera durante la serie “Screen Talk” del London Film Festival, riportata da Variety, Lawrence ha discusso delle difficoltà che sono derivate dalla fama che ha raggiunto dopo The Hunger Games. L’attore ha notato che l’uscita del film, insieme alla sua vittoria all’Oscar nello stesso anno, ha portato a una “perdita di controllo” per lei. Guarda cosa ha da dire Lawrence sull’esperienza di seguito:

“Penso di aver perso il senso del controllo. Tra l’uscita di “The Hunger Games” e la vittoria dell’Oscar [for 2012’s “Silver Lining Playbook”], sono diventato una tale merce che ho sentito che ogni decisione era una decisione di grande, grande gruppo. Quando rifletto adesso, non riesco a pensare a quegli anni a seguire, [because there was] solo una perdita di controllo”.

La carriera di Jennifer Lawrence mostra il buono e il cattivo del cinema in franchising

Il riferimento di Lawrence a diventare “una merce” dimostra alcuni degli aspetti negativi che derivano dai ruoli da protagonista in importanti franchise come The Hunger Games, Marvel Cinematic Universe o Harry Potter. La possibilità di essere typecast è frustrante per i giovani attori che cercano di stabilire la propria identità creativa, ma c’è anche il problema di sacrificare i progetti perché non si adattano all’immagine dell’eroe del franchise, o di trasmettere progetti a causa di obblighi contrattuali. Essere bloccati in un franchise importante può essere un modo infallibile per diventare una star, ma i limiti e i vincoli che lo status può imporre a un attore, come menziona Lawrence, possono portarli a perdere autonomia sulle loro carriere e identità.

Sebbene il ruolo di Lawrence abbia dato alla sua carriera un’enorme traiettoria ascendente, chiaramente non è stato privo di conseguenze per l’attore, che ha perso un po’ di controllo sulla direzione della sua vita professionale. Mentre Hollywood si avvicina allo zeitgeist del franchise espandendo universi come l’MCU e il DC Extended Universe, oltre a creare universi condivisi con spin-off e prequel della serie, è chiaro che il cinema in franchising è qui per restare. Dato il boom di universi e franchise condivisi da quando The Hunger Games è uscito per la prima volta dieci anni fa, ci sono più giovani attori che entrano nei franchise che mai, rendendo l’esperienza di Lawrence altrettanto rilevante oggi.

Fonte: varietà


Potrebbe interessarti

GOTG 3 ha un perfetto contatore “Thanos aveva ragione” (e risolve un buco nella trama)
GOTG 3 ha un perfetto contatore “Thanos aveva ragione” (e risolve un buco nella trama)

Guardiani della Galassia Vol. 3 ha un perfetto contrasto con la retorica “Thanos aveva ragione” presente all’interno del MCU che risolve anche un buco nella trama nel retroscena di Gamora (Zoe Saldana). In Guardiani della Galassia, si afferma che Gamora è l’ultima della sua specie, ma Avengers: Infinity War sembra contraddirlo in due occasioni, rivelando […]

L’attore di Deadpool TJ Miller dice che Ryan Reynolds lo odia
L’attore di Deadpool TJ Miller dice che Ryan Reynolds lo odia

L’attore di Deadpool TJ Miller ha rivelato che pensa che la star Ryan Reynolds lo odi. I film di Deadpool erano una propaggine del franchise X-Men della 20th Century Fox, in seguito al famigerato “mercante con la bocca” Wade Wilson (Reynolds) dopo aver sviluppato la capacità mutante di rigenerare il suo corpo dopo aver subito […]