Asiatica Film Mediale

Gli errori CGI degli zombie di World War Z analizzati dagli artisti VFX.

Gli errori CGI degli zombie di World War Z analizzati dagli artisti VFX.
Erica

Di Erica

20 Marzo 2023, 03:57



Gli artisti VFX stanno analizzando gli zombie CGI di World War Z e discutendo un errore evidente. Diretto da Mark Forster, il film segue Gerry Lane e la sua famiglia, che si trovano coinvolti in mezzo a una pandemia globale quando un virus inizia a trasformare gli esseri umani in morti viventi. Brad Pitt interpreta Lane e gli accompagnano un cast che include Mireille Enos, James Badge Dale, Matthew Fox e altri. Uscito nel 2013, il film ha avuto successo al botteghino e ha ricevuto principalmente reazioni positive, sebbene alcune critiche si siano concentrate sugli effetti visivi.

Nel loro ultimo video, gli artisti VFX di Corridor Crew hanno evidenziato alcune delle criticità di World War Z analizzando la CGI utilizzata. In una particolare scena, in cui gli zombie stanno arrampicandosi su un autobus, hanno notato che ci sono due versioni della stessa persona. Jordan Allen spiega che questo può verificarsi quando si creano “simulazioni” di molte persone. Ecco i suoi commenti sull’errore della CGI di World War Z:

“Il modo in cui le simulazioni funzionano, a livello base, è che hai i tuoi modelli di personaggi iniziali e li converti in ciò che vengono chiamati agenti, e quegli agenti vengono duplicati centinaia o migliaia o decine di migliaia di volte per creare questi eserciti. E quando hai così tante migliaia di persone, non hai così tanti modelli, giusto? Vedrai quindi le ripetizioni.”

Alcune delle azioni in World War Z sono insolite, come gli zombie che si arrampicano e cadono l’uno sull’altro, ed è qui che entrano in gioco le simulazioni. Oltre alla scena dell’autobus a Gerusalemme, un’altra istanza notevole di CGI ha luogo quando gli zombie attaccano il muro protettivo, riuscendo infine ad entrare all’interno dei perimetri della città. All’esterno, gli zombie veloci di World War Z fanno massa attorno alla barriera e creano pile di cadaveri.

Per quanto riguarda l’aspetto fisico degli zombie, sono più pratici, con vene scure e occhi che sembrano quasi vitrei. La CGI è più evidente durante le scene che ne contengono grandi quantità. Diffondendo l’infezione attraverso i morsi, tendono ad attaccare chiunque, il che significa che le sequenze d’azione sono frequenti, ma quelle a Gerusalemme sembrano avere gli effetti più evidenti.

Con la delusione per gli zombie CGI e alcuni degli errori del film ora evidenziati, un sequel avrebbe potuto avere l’opportunità di migliorare in quell’area. Sfortunatamente, qualsiasi piano per World War Z 2 sarebbe stato cancellato. Ha senso utilizzare la motion capture e le simulazioni, specialmente quando si descrive un gran numero di zombie, ma i risultati finali di World War Z avrebbero potuto essere ottenuti meglio.


Potrebbe interessarti

Scream 6: Stelle Amate, Capovolte E Pronte O No Per Il Ruolo Nel Sequel Del Slasher
Scream 6: Stelle Amate, Capovolte E Pronte O No Per Il Ruolo Nel Sequel Del Slasher

Avvertenza: ci sono SPOILER per Scream 6! Nonostante fosse presentata come la nuova final girl dai suoi stessi registi, Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett, rivelano che Samara Weaving, protagonista di Scream 6, ha apprezzato il ruolo invertito rispetto a quello interpretato in Ready or Not. Weaving aveva già lavorato con il duo di registi nella […]

I co-protagonisti di Harry Potter di Tom Felton danno una recensione onesta del nuovo memoir.
I co-protagonisti di Harry Potter di Tom Felton danno una recensione onesta del nuovo memoir.

Pochi mesi dopo l’uscita del libro, i compagni di Tom Felton nei film di Harry Potter, Jason Isaacs e Rupert Grint, hanno una recensione scherzosa ma sincera delle sue memorie. Come gli altri attori bambini Grint, Daniel Radcliffe e Emma Watson, Felton è diventato famoso per il suo ruolo nella trasposizione cinematografica dei romanzi fantasy […]