Asiatica Film Mediale

Ghostbusters: Afterlife Director su come è avvenuto il più grande cameo del film

Ghostbusters: Afterlife Director su come è avvenuto il più grande cameo del film
Erica

Di Erica

31 Dicembre 2021, 22:15


Il regista di Ghostbusters: Afterlife Jason Reitman sta spiegando come è avvenuto il più grande cameo del film. L’ultima aggiunta all’amata serie di film funge da sequel dei primi due episodi di Ghostbusters, entrambi diretti dal padre di Reitman, Ivan. Ambientato 32 anni dopo gli eventi di Ghostbusters II, Afterlife segue una madre single e i suoi due figli che, dopo essersi trasferiti in una piccola città dell’Oklahoma, scoprono la loro connessione con i Ghostbusters originali e l’eredità segreta lasciata dal nonno, Egon Spengler. Il film è stato dedicato a Harold Ramis, che ha interpretato il famoso Spengler nella serie, e presenta un nuovo cast principale in Carrie Coon, Paul Rudd, McKenna Grace e Finn Wolfhard, oltre alle apparizioni di Bill Murray, Dan Aykroyd, Earnie Hudson, Annie Potts e Sigourney Weaver, tornano tutti per riprendere i loro ruoli dall’originale.

Mentre i fan del franchise si aspettavano di vedere il ritorno di Murray e della compagnia diretti all’uscita di Ghostbusters: Afterlife, è stato un cameo a sorpresa di Egon Spengler di Ramis che ha lasciato parlare molti. I tentativi di creare un secondo sequel del film originale di Ghostbusters si sono fermati dopo la morte dell’attore nel 2014, che ha portato al riavvio della serie del 2016, generando risposte piuttosto polarizzanti da parte di fan e critici. In Ghostbusters: Afterlife, il pubblico trova prima il ritorno di Egon Spengler, sebbene una versione oscurata, nella sequenza di apertura, che tenta di intrappolare Gozer prima di essere ucciso da un’altra entità spettrale. Il finale del film ha poi visto il suo fantasma materializzarsi per aiutare la sua famiglia e la sua ex squadra a sconfiggere Gozer e tutti gli spiriti maligni che erano stati scatenati.

Nella conversazione di Jason Reitman con Empire Magazine, dove spiega il cameo di Egon Spengler, il regista afferma che dopo suo padre, le prime persone a leggere la sua sceneggiatura per Ghostbusters: Afterlife sono state la famiglia di Ramis. Ha detto che erano presenti sul set e nella sala di montaggio, osservando gli effetti visivi del film, ed erano molto consapevoli di come intendeva onorare il defunto attore. Sul tema delle sue apparizioni, Reitman afferma che l’efficacia della computer grafica e dei personaggi virtuali dipende dal fatto che il pubblico creda nelle loro interazioni sullo schermo. Leggi la citazione di Jason Reitman su come si è formato il cameo di seguito:

“Quindi la vera domanda era come riuscirci? Chiunque ami i film ora ha visto esempi di personaggi virtuali che funzionano davvero e personaggi virtuali difficili da guardare. Una cosa è vedere nel mezzo di un film, dove va e viene. È un’altra cosa se l’intero climax del film sarà deciso dal fatto che tu creda o meno che queste due persone si stiano abbracciando, che una figlia stia perdonando suo padre e gli stia dicendo addio. E che questi Gli acchiappafantasmi, che hanno attraversato questo malinteso e sono stati fatti a pezzi, possono stare uno accanto all’altro ancora una volta e sconfiggere un fantasma”.

Le reazioni dei fan a Ghostbusters: Afterlife sono state in gran parte positive, con molti che hanno notato la sua nostalgia e l’intenzione di fornire un servizio ai fan in mezzo a una nuova storia e al cast di personaggi. Quando si è trattato dell’aggiunta di Egon Spengler, le risposte al cameo sono state un po’ più contrastanti. Alcuni pensavano che il concetto di ricreare virtualmente la presenza di Ramis non fosse necessario, tuttavia, molti lo consideravano un tributo appropriato al personaggio e all’attore che lo interpretava.

Indipendentemente dall’efficacia del cameo, i fan hanno comunque elogiato il film come sequel e sapere che la famiglia di Harold Ramis ha sostenuto la sua inclusione e che era presente in ogni fase del percorso dovrebbe alleviare ogni dubbio sulla decisione di Reitman. Con una scena post-crediti che prepara un’altra puntata di Ghostbusters, il pubblico che ha apprezzato il sequel di Jason Reitman ha molto da aspettarsi per quanto riguarda il futuro della serie. Il successo al botteghino e il sostegno delle star originali del franchise suggeriscono che Ghostbusters: Afterlife potrebbe far rivivere la serie ancora una volta.

Fonte: Empire Magazine

.item-num::after { content: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

Top Gun 2: Tom Cruise invita la Marching Band alla proiezione dopo il tributo
Top Gun 2: Tom Cruise invita la Marching Band alla proiezione dopo il tributo

Tom Cruise ha invitato la banda musicale della Ohio State University a una proiezione speciale di Top Gun: Maverick dopo che la band ha reso omaggio al film originale. Cruise sta tornando a uno dei suoi ruoli più iconici nel 2022: il pilota hot-shot, Maverick. L’originale Top Gun è uscito 35 anni fa nel 1986 […]

Come guardare tutti i film di Harry Potter online
Come guardare tutti i film di Harry Potter online

Ecco dove guardare tutti i film di Harry Potter online, inclusi i film di Animali fantastici e lo speciale del 20° anniversario, Ritorno a Hogwarts. Dall’uscita di Harry Potter e la pietra filosofale nel 2001, Harry Potter è diventato uno dei più grandi franchise nella storia del cinema, sia in termini di box office (con […]