Notizie Film'Eternals' sposta l'ago nell'apertura ai personaggi gay in Medio...

‘Eternals’ sposta l’ago nell’apertura ai personaggi gay in Medio Oriente

-

- Advertisment -spot_img


Quando “Eternals”, il primo film del Marvel Cinematic Universe con un supereroe gay, esce nel mondo arabo giovedì, il blockbuster distribuito dalla Disney salterà, senza sorpresa, le uscite in Arabia Saudita, Kuwait, Qatar, Bahrain e Oman, principalmente a causa della sua LGBTQ+.

Ma il pic dei supereroi a stelle e strisce sarà ancora proiettato per il pubblico nel Emirati Arabi Uniti, Egitto, Libano, Iraq, Giordania, Etiopia, Palestina, Siria e Turchia. Questo, di per sé, è una sorta di svolta per la regione: Excisare il bacio tra persone dello stesso sesso tra il supereroe gay Phastos (interpretato da Brian Tyree Henry) e suo marito Ben (Haaz Sleiman), non elimina il fatto che la versione di “Eternals” che viene proiettata nei cinema di una larga fascia del Medio Oriente presenterà ancora i due uomini, che sono sposati con un bambino.

La Disney, che si è rifiutata di commentare, non è stata disposta ad accogliere le richieste di tagli diversi fatte da varie commissioni di censura in diverse nazioni del Medio Oriente – cosa che hanno fatto in passato per i film. Ciò non significa che non abbiano tagliato nulla di “Eternals” per il Medio Oriente; iÈ solo che, questa volta, la Disney era disposta a fare solo una versione di “Eternals” che sarebbe stata accettabile in tutto il mondo arabo, secondo le fonti.

Nel taglio di “Eternals” che suonerà in alcune parti del Medio Oriente, tutte le scene di intimità – sia eterosessuali che omosessuali – sono state tagliate, il che è standard per questi mercati. Ma sarà ancora evidente che Phastos e Ben condividono un figlio insieme.

Questo è un aspetto di “Eternals” che la regista Chloé Zhao ha detto in diverse interviste era già parte integrante della concezione dei Marvel Studios di questi personaggi quando ha iniziato a discutere il film con lo studio. La regista di “Nomadland” ha detto a IndieWire che ha chiesto alla Marvel di non alterare nessuna scena per placare la censura.

Sleiman, che è cresciuto in una famiglia musulmana in Libano prima di trasferirsi negli Stati Uniti, dove ha fatto coming out come gay nel 2017, ha lodato la Disney per aver preso una posizione più dura contro la censura mediorientale questa volta. “Hanno preso posizione e hanno detto: ‘No, non abbiamo intenzione di compromettere l’integrità del nostro film'”, ha detto Sleiman a Variety in un’intervista della settimana scorsa. “Ha fatto sembrare questi paesi arabi così ignoranti e patetici”.

È interessante notare che la commissione di censura di si ritiene che gli Emirati Arabi Uniti siano stati di larghe vedute e abbiano chiesto solo un taglio molto piccolo.

E mentre la questione LGBTQ+ era comune a tutti i mercati del Medio Oriente dove “Eternals” non uscirà, i censori di Kuwait e Qatar avevano anche richiesto ulteriori modifiche solo per un problema con il carattere divino di Arishem, il Primo Celeste del film, poiché nel mondo musulmano, sullo schermo la rappresentazione sullo schermo di dei e profeti è generalmente considerata blasfema.

L’importante catena di multiplex del Medio Oriente Vox Cinemas, che sta proiettando “Eternals” negli Emirati Arabi Uniti, in Libano e in Egitto, non ha commentato i tagli, al di là di una tersa dichiarazione che dice che “come esercente seguiamo la guida dei regolatori su una base di mercato per mercato.”

Naturalmente, la questione della censura cinematografica nella regione a causa di una serie di motivi che includono rappresentazioni di violenza, immortalità e intimità generale – non solo dello stesso sesso – non è specifica di “Eternals”. Altri film che sono stati vietati in Medio Oriente per motivi religiosi includono la rivisitazione del 2014 della storia di Mosè di Ridley Scott, “Exodus”, e “Noah” di Darren Aronofsky.

Più recentemente, il primo bacio dello stesso sesso in un film di “Star Wars”, tra il comandante D’Acy (Amanda Lawrence), un personaggio secondario, e un’altra donna della Resistenza in “Star Wars: The Rise of Skywalker” è stato tagliato fuori negli Emirati Arabi Uniti e in tutto il Medio Oriente nel 2019.

Allo stesso modo il film per famiglie Disney/Pixar “Onward” è stato vietato in Arabia Saudita, Qatar, Kuwait e Oman nel 2020 a causa del riferimento passeggero del film a una relazione lesbica. E all’inizio di quest’anno, il film Disney “Cruella” non ha ottenuto il certificato di uscita in Qatar, poiché la commissione di censura locale ha identificato il personaggio di Artie come LGBTQ+ e lo ha voluto rimuovere dal film, che invece è stato proiettato in altri territori del Medio Oriente.

Le persone apertamente gay, lesbiche e transgender affrontano la persecuzione nella maggior parte del mondo arabo, dove le relazioni omosessuali sono contro la legge. In Arabia Saudita, l’omosessualità può essere punita con la fustigazione o la morte. Diversi esperti del settore e accademici della regione hanno rifiutato di commentare per questo articolo, data la natura sensibile della questione.

“Ogni paese è libero di prendere la propria decisione riguardo ai contenuti che considera culturalmente appropriati”, ha detto il presidente del Cairo Film Festival Mohamed Hefzy, che è un importante produttore egiziano di film e TV.

“Detto questo, sono contento che ‘Eternals’ venga proiettato in Egitto, e che l’Egitto non sia uno dei paesi che sta fermando la proiezione del film”, ha aggiunto, notando di essere anche “felice che il film venga proiettato senza troppi tagli”.

Per quanto riguarda il fatto che “Eternals” sposterà l’ago della bilancia, Hefzy ha aggiunto: “È difficile speculare se è una tendenza che continuerà in termini di maggiore apertura alle tematiche gay” o se è, invece, “solo una tantum”.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest news

Benedict Cumberbatch e Jane Campion parlano di “The Power of the Dog”.

Non solo Benedict Cumberbatch si è sottoposto all'analisi dei sogni per prepararsi al suo ruolo in "Il potere...

Deckert raccoglie il titolo della competizione IDFA “Eat Your Catfish

L'agente di vendita internazionale Deckert Distribution ha acquisito i diritti mondiali di "Eat Your Catfish", diretto da Adam...

‘Essere i Ricardos’: Nicole Kidman nel ruolo di Lucille Ball

Being the Ricardos" di Aaron Sorkin ha conquistato il Westwood Village sabato sera, quando sia la stampa che...

Recensione di ‘Sing 2’: Un bis ingraziante per il toon degli animali canterini

Buster Moon ha un sogno: essere il koala di maggior successo nello showbiz. In "Sing", è riuscito a...
- Advertisement -spot_imgspot_img

Frances McDormand potrebbe fare la storia degli Oscar per la ‘Tragedia di Macbeth

A24 e Apple Original Films fanno il doppio lavoro sull'adattamento di William Shakespeare de "La tragedia di Macbeth"...

Il vincitore ungherese del premio MTV sulla vita sotto la legge LGBTQ del paese

Viktória Radványi, la vincitrice ungherese degli MTV EMAs Generation Change Award, ha rivelato un quadro straordinario della vita...

Must read

- Advertisement -spot_imgspot_img

You might also likeRELATED
Recommended to you