Notizie Film'Eternals' in testa al box office rispetto a 'Clifford...

‘Eternals’ in testa al box office rispetto a ‘Clifford the Big Red Dog

-

- Advertisment -spot_img


L’epico fumetto della Marvel “Eternals” sta ancora una volta dominando le classifiche del box office nazionale.

Nel suo secondo fine settimana di uscita, l’avventura dei supereroi ha raccolto 27,5 milioni di dollari da 4.090 sale del Nord America. Fino a domenica, “Eternals” ha superato la soglia dei 100 milioni di dollari negli Stati Uniti e in Canada, con un incasso di 118 milioni di dollari. Anche se non sarebbe un punto di riferimento particolarmente notevole in tempi pre-COVID, solo una manciata di film ha superato i 100 milioni di dollari nel 2021.

“Eternals” è diminuito del 61% rispetto al suo debutto di 71 milioni di dollari, un calo che cade da qualche parte tra le altre uscite pandemiche della Marvel, “Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings” (che è diminuito del 52% nella sua seconda uscita) e “Black Widow” (che è diminuito del 67% nella sua seconda uscita). “Shang-Chi”, come “Eternals”, sta giocando solo nei cinema, mentre “Black Widow” ha debuttato su Disney Plus (per 30 dollari in aggiunta alle spese di abbonamento mensile) lo stesso giorno che ha aperto nei cinema. A livello internazionale, “Eternals” ha aggiunto altri 48 milioni di dollari da 49 mercati, portando il suo totale a 162,6 milioni di dollari all’estero e 281,4 milioni di dollari nel mondo.

Rispetto alle recenti voci del Marvel Cinematic Universe, “Eternals” non ha ottenuto le migliori recensioni. È l’unica puntata a ricevere un voto “marcio” sul sito di aggregazione di recensioni Rotten Tomatoes, ed è uno dei pochi a ricevere un voto CinemaScore inferiore ad “A” dal pubblico. Questi fattori non hanno influenzato il sequel dei fumetti della Sony “Venom: Let There Be Carnage”, che ha un punteggio di pubblico e un sentimento della critica simili. Tuttavia, i cinefili hanno sviluppato aspettative molto più alte (e standard) per il MCU della Disney, un franchise che è criticamente e commercialmente in una lega a sé stante.

Parlando di “Venom”, il secondo film incentrato sul simbionte alieno di Tom Hardy è diventato il secondo film dell’era COVID a superare i 200 milioni di dollari al box office nazionale. Dopo quasi due mesi nelle sale, il film si è piazzato al n. 5 con 4 milioni di dollari da 2.538 sale, spingendo i ricavi a 202 milioni di dollari. “Shang-Chi”, che è il film con il più alto incasso del 2021 con 224 milioni di dollari ad oggi, è l’unico altro film a superare i 200 milioni di dollari quest’anno. A livello globale, “Venom: Let There Be Carnage” ha superato i 441 milioni di dollari di vendite di biglietti.

Al secondo posto della classifica del box office domestico, l’avventura per famiglie “Clifford the Big Red Dog” della Paramount ha raccolto 16,4 milioni di dollari in 3.700 location tra venerdì e domenica. Il film, che è disponibile contemporaneamente sul servizio di streaming Paramount Plus, ha ottenuto un salto nel weekend aprendo nelle sale mercoledì, ha generato 22 milioni di dollari nei suoi primi cinque giorni di uscita. Basato sulla popolare serie di libri per bambini, “Clifford the Big Red Dog” segue la dodicenne Emily Elizabeth, a cui viene regalato un piccolo cucciolo rosso che si trasforma rapidamente in un canino gigante di 3 metri. Il film ha ottenuto recensioni miste dalla critica (ha un 48% su Rotten Tomatoes), ma reazioni positive dagli acquirenti di biglietti (ha un “A” CinemaScore).

“Clifford” ha avuto un inizio decente considerando la sua uscita ibrida, anche se gli analisti credono che avrebbe fatto ancora più soldi avendo una finestra esclusiva nelle sale prima di passare alle piattaforme digitali. Tuttavia, le folle familiari sono state lente a tornare nei cinema perché i bambini piccoli sono stati solo recentemente in grado di farsi vaccinare contro il COVID-19, così la Paramount ha voluto far lievitare le vendite dei biglietti e allo stesso tempo incrementare il suo nascente servizio di streaming nel processo. Paramount dice che “Clifford the Big Red Dog” è stata un’opzione popolare su Paramount Plus, ma la società non è riuscita a fornire alcun dato reale di spettatori per sostenere questo sentimento.

“L’opzione streaming non sta aiutando questi film”, dice David A. Gross, che gestisce la società di consulenza cinematografica Franchise Entertainment Research. “Senza di essa, il loro valore sarebbe maggiore su ogni piattaforma”. Eppure, dice, “questa è un’apertura molto solida di fronte alle difficili condizioni del cinema per famiglie”.

“Dune”, lo spettacolo fantascientifico di Warner Bros. e Legendary, si è piazzato terzo con 5,5 milioni di dollari da 3.282 schermi nazionali. Ad oggi, il film ha incassato 93 milioni di dollari mentre era in onda contemporaneamente su HBO Max. “Dune” ha raccolto 6,8 milioni di dollari al box office internazionale, portando il suo totale oltreoceano a 258 milioni di dollari e il suo totale globale a ben 351,2 milioni di dollari.

Al quarto posto, “Non c’è tempo per morire” ha accumulato 4,6 milioni di dollari da 2.867 sale in Nord America. L’ultima puntata di James Bond, con la quinta e ultima uscita di Daniel Craig come 007, ha guadagnato 150 milioni di dollari in sei settimane. Con 464 milioni di dollari all’estero, “Non c’è tempo per morire” ha superato i 700 milioni di dollari in tutto il mondo, diventando solo il secondo film di Hollywood in tempi di pandemia a raggiungere quella soglia. Il primo a schiacciare questa pietra miliare è stato l’avventura d’azione della Universal “F9: The Fast Saga”, che ha spillato ben 721 milioni di dollari a livello globale. Molti film hollywoodiani a grande budget, tra cui “Black Widow”, “Eternals”, “Shang-Chi” e “Venom”, non sono stati in grado di essere proiettati in Cina (il più grande mercato cinematografico del mondo), un fattore che ha probabilmente impedito a questi tentpoles di avvicinarsi ad un simile benchmark.

Sulla scena indipendente, “Belfast”, un dramma autobiografico in bianco e nero di Kenneth Branagh, ha raccolto 1,8 milioni di dollari in 580 sale nazionali – il che significa 3.111 dollari per sala. Il film, ben recensito, ha avuto la migliore affluenza di pubblico a New York e Los Angeles, seguito da San Francisco e Chicago. Focus continuerà ad espandere l’impronta di “Belfast”, una speranza per la stagione dei premi, nelle prossime settimane.

Siamo entusiasti di vedere che il pubblico ha accolto “Belfast” con la stessa intensità con cui ha accolto le folle del festival. […] un “A-” CinemaScore – tutti grandi segni per il passaparola e la longevità del film”, ha detto il presidente della distribuzione di Focus Lisa Bunnell. “Kenneth ha creato una storia di famiglia e di casa che è esattamente ciò di cui abbiamo bisogno in questo momento”.

Altrove, il dramma reale “Spencer” di Neon ha allargato il suo numero di sale a 1.265 locali e ha generato 1,5 milioni di dollari tra venerdì e domenica (con una media di 1.211 dollari per location). Finora, il film, diretto da Pablo Larraín e interpretato da Kristen Stewart nel ruolo della principessa Diana, ha guadagnato 4,7 milioni di dollari al box office nazionale.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest news

Benedict Cumberbatch e Jane Campion parlano di “The Power of the Dog”.

Non solo Benedict Cumberbatch si è sottoposto all'analisi dei sogni per prepararsi al suo ruolo in "Il potere...

Deckert raccoglie il titolo della competizione IDFA “Eat Your Catfish

L'agente di vendita internazionale Deckert Distribution ha acquisito i diritti mondiali di "Eat Your Catfish", diretto da Adam...

‘Essere i Ricardos’: Nicole Kidman nel ruolo di Lucille Ball

Being the Ricardos" di Aaron Sorkin ha conquistato il Westwood Village sabato sera, quando sia la stampa che...

Recensione di ‘Sing 2’: Un bis ingraziante per il toon degli animali canterini

Buster Moon ha un sogno: essere il koala di maggior successo nello showbiz. In "Sing", è riuscito a...
- Advertisement -spot_imgspot_img

Frances McDormand potrebbe fare la storia degli Oscar per la ‘Tragedia di Macbeth

A24 e Apple Original Films fanno il doppio lavoro sull'adattamento di William Shakespeare de "La tragedia di Macbeth"...

Il vincitore ungherese del premio MTV sulla vita sotto la legge LGBTQ del paese

Viktória Radványi, la vincitrice ungherese degli MTV EMAs Generation Change Award, ha rivelato un quadro straordinario della vita...

Must read

- Advertisement -spot_imgspot_img

You might also likeRELATED
Recommended to you