Asiatica Film Mediale

Esperto Anime Acclamato lancia un Serio Avvertimento sul Futuro dell’Industria

Esperto Anime Acclamato lancia un Serio Avvertimento sul Futuro dell’Industria
Debora

Di Debora

21 Febbraio 2024, 16:19


Sommario

  • Anime industry professional Terumi Nishii avverte che aumentare il budget non migliorerà la qualità degli anime e che il carico di lavoro eccessivo imposto agli animatori sta danneggiando l’industria.
  • Anche se un maggiore lavoro può comportare budget più alti e opportunità di impiego, Nishii avverte che ciò potrebbe portare a una qualità scadente per le serie televisive.
  • Nishii sta collaborando con l’Associazione Nippon Anime & Film Culture per trovare un modo per selezionare adeguatamente gli animatori e assicurarsi che siano preparati a lavorare nell’industria.

Terumi Nishii avverte sulla diminuzione della qualità dovuta all’elevato carico di lavoro e ai bassi standard

La veterana animator e character designer Terumi Nishii ha parlato sinceramente dei pericoli futuri che l’industria degli anime affronta. In un’intervista, ha rivelato le sue considerazioni sulla situazione degli animatori che lavorano nello stesso campo. Tra le sue principali preoccupazioni vi sono le lunghe ore di lavoro e il possibile raggiungimento di un plateau di qualità per gli anime futuri nonostante la crescita del mercato.

Nishii ha lavorato come animator, character designer e animation director dal 2000, lavorando su tutto, dall’OVA di Street Fighter Alpha a Jujutsu Kaisen. Ciò le conferisce una prospettiva approfondita sulla crescita esplosiva degli anime negli ultimi decenni.

È per questo motivo che la sua intervista ad Anime News Network contiene una moltitudine di opinioni uniche che potrebbero essere dei presagi su cui il pubblico dovrebbe prestare attenzione.

Nell’intervista, Nishii ha indicato due preoccupazioni principali che l’industria degli anime affronta attualmente. Uno di essi è un argomento caldo da tempo: il personale sottoposto a un eccessivo carico di lavoro. Mentre Nishii preferisce attribuirlo all’inerzia piuttosto che alla malizia – decenni di animatori abituati a lavorare costantemente oltre l’orario di lavoro e che quindi si aspettano lo stesso dai loro junior – trova comunque la situazione inaccettabile, affermando: “Le aziende giapponesi hanno operato in un ambiente in cui coloro che diventano dipendenti a tempo pieno sono stati costretti a lavorare duramente negli ultimi 20 o 30 anni, ma sembra che invece di diventare dipendenti a tempo pieno, sia più simile a essere schiavi”.

Senior oberati di lavoro vanno di pari passo con un’industria sottostaffata che si è rivolta all’assunzione di più artisti dilettanti, ha avvertito Nishii. Sebbene più mani significhino più lavoro, la mancanza di standard porta a problemi che si accumulano poiché gli animatori esperti devono dedicare il loro tempo a correggere gli errori degli altri. Sebbene la popolarità degli anime significhi che i budget potrebbero aumentare, Nishii non crede che ciò migliorerà nulla: “I soldi ricevuti non si riflettono necessariamente sulla qualità del lavoro. Come ho già detto, il numero di animatori di livello amatoriale sta aumentando rapidamente e non importa quanto denaro si dia a questi animatori, essi rimarranno sempre animatori di livello amatoriale”.

In considerazione di ciò, Nishii ha scelto di collaborare con l’Associazione Nippon Anime & Film Culture (NAFCA). Oltre a svolgere indagini sulla situazione di vita degli animatori, l’Associazione sta elaborando un “Animator Skill Test” per garantire che i nuovi artisti possano raggiungere uno standard minimo prima di iniziare a lavorare. Nishii sottolinea anche che le abitudini di lavoro stanno cambiando: “Sembra che finalmente le persone all’interno di queste aziende stiano iniziando a rendersi conto che questa situazione sembra strana al pubblico e stanno cercando di capire cosa fare”. L’industria degli anime si trova a un bivio: per sopravvivere, la sua cultura deve essere ridefinita.

Fonte: Anime News Network


Potrebbe interessarti

The Office: il livello di minaccia di Michael Scott a mezzanotte ottiene un poster epico in stile James Bond.
The Office: il livello di minaccia di Michael Scott a mezzanotte ottiene un poster epico in stile James Bond.

Riassunto Un poster per The Office ‘s in-universe film Threat Level Midnight mostra Michael nel suo personaggio simile a James Bond. Il film sottolinea il personaggio di Michael quando viene proiettato verso la fine della sua ultima stagione nello show, facendo leva su un suggerimento presentato nella stagione 2. Gli spettatori possono guardare Threat Level […]

Trama dell’episodio 3 della stagione 6 di The Conners suggerisce la risoluzione della storia di Big Bev e Jackie.
Trama dell’episodio 3 della stagione 6 di The Conners suggerisce la risoluzione della storia di Big Bev e Jackie.

Sommario La stagione 6, episodio 3 de The Conners si addentra nella demenza di Bev, aprendo la strada a una risoluzione difficile del rapporto tra Jackie e sua madre. I momenti di lucidità e confusione di Bev suggeriscono l’inizio della fine per il suo personaggio, lasciando a Jackie il compito di affrontare le conseguenze. The […]