Asiatica Film Mediale

Ellie è gay nella serie televisiva The Last Of Us?

Ellie è gay nella serie televisiva The Last Of Us?
Debora

Di Debora

23 Gennaio 2023, 04:17


Avvertimento! Contiene spoiler per The Last of Us Episode 2 e i 2 giochi originali e DLC. L’episodio 2 di The Last of Us di HBO sviluppa ulteriormente il personaggio di Ellie e fornisce alcuni suggerimenti sulla sua sessualità. L’episodio 2 di The Last of Us riprende quasi immediatamente dopo il cliffhanger dell’episodio 1 con Joel e Tess titubanti sulla rivelazione dell’immunità di Ellie. I due interrogano la ragazza, chiedendosi se sia effettivamente immune o se si trasformerà improvvisamente nello stesso tipo di mostro che ha decimato l’umanità.

Dopo aver deciso di continuare il loro compito e consegnare Ellie alle lucciole alla State House, l’episodio 2 di The Last of Us rivela di più sul personaggio di Ellie. Attraverso il legame con la Tess di Anna Torv, i suggerimenti sull’Ellie di Bella Ramsey vengono alla ribalta. Una di queste conversazioni accenna alla sessualità di Ellie, consentendo agli spettatori di dare un’occhiata a una delle trame più rivoluzionarie del gioco originale per il momento della sua uscita.

L’episodio 2 di The Last Of Us suggerisce che Ellie è gay

Durante i loro viaggi, Tess chiede se qualcuno verrà a cercare Ellie in un modo che potrebbe mettere in pericolo Joel e lei. Tess chiede se qualche genitore o un fidanzato verrà a cercare Ellie che risponde che è orfana, come già rivelato nell’episodio 1 di The Last of Us, prima di esitare sulla domanda del fidanzato. Ellie ritarda la sua risposta prima di rispondere “e uh … no.” L’esitazione nella risposta di Ellie, così come l’elemento appuntito della telecamera che si concentra su di lei mentre dice questo, fornisce un altro indizio sul fatto che Ellie sia gay dopo le continue menzioni della misteriosa Riley nello show The Last of Us della HBO.

The Last Of Us Show confermerà che Ellie è gay

Uno degli elementi del gioco originale The Last of Us che il co-sceneggiatore e co-creatore dello show Craig Mazin ha confermato che sarebbe rimasto parte integrante dell’adattamento HBO è la sessualità di Ellie. Nel gioco originale, e in particolare nel sequel, l’identità lesbica di Ellie è un elemento importante per l’arco narrativo del personaggio. Consente alcuni degli elementi strazianti di entrambi i giochi, in particolare nel DLC Left Behind del primo gioco che è confermato anche lo show di The Last of Us.

Poco dopo l’annuncio della serie, un fan si è rivolto a Twitter per chiedere a Mazin e Druckmann di “mantenere il gay gay” e chiedere al duo di non cancellare alcuna rappresentazione trovata nel gioco. Mazin ha poi risposto, nonostante i suoi tweet ora siano protetti, che hanno la sua parola. Con Druckmann (che ha scritto e diretto entrambi i giochi di The Last of Us) coinvolto nello show, combinato con i suggerimenti negli episodi 1 e 2 di The Last of Us, è chiaro che la sessualità di Ellie rimarrà la stessa, confermando i primi commenti di Mazin.

Perché Ellie essere gay è così importante per l’ultimo di noi

Sebbene la sessualità del programma televisivo di Ellie potrebbe non essere particolarmente rivoluzionaria a causa dei miglioramenti nella rappresentazione LGBTQ + nel mezzo negli ultimi tempi, è stata fondamentale per il gioco originale di The Last of Us. La rappresentazione LGBTQ + nel mondo dei giochi era ovviamente presente prima del 2013 e l’uscita di The Last of Us, non era stata prominente nei giochi tradizionali. La stragrande maggioranza dei personaggi LGBTQ+ erano NPC o messi in secondo piano, con l’eccezione dei giochi che permettevano ai giocatori di definire da soli la sessualità dei propri personaggi giocanti.

Con The Last of Us della HBO che si attiene agli archi dei personaggi del gioco, lo spettacolo ha la possibilità di rivisitare un momento rivoluzionario per la rappresentazione nei giochi. Ellie è stato uno dei primi personaggi giocabili in un gioco mainstream ad essere confermato come LGBTQ+. È interessante notare che nella versione originale di The Last of Us la sessualità di Ellie è solo fortemente implicita, proprio come quella di Bill. Non è stato fino al rilascio del DLC Left Behind che il personaggio è stato esplicitamente raffigurato come lesbica. Anche se c’è stato un grande aumento del numero di personaggi LGBTQ+ giocabili nei videogiochi dall’uscita di The Last of Us, è importante per l’adattamento della HBO mantenere intatto questo elemento del personaggio di Ellie e non rischiare di cancellare un’importante pietra miliare LGBTQ+ nei giochi.

Cosa significa Ellie essere gay per la sua storia dello spettacolo Last Of Us

Mentre l’immunità di Ellie in The Last of Us ha un enorme impatto sulla storia principale, la sua sessualità è più importante per la sua storia personale. Come accennato dalla conversazione di Ellie con Marlene nell’episodio 1 di The Last of Us, Ellie ha legami con Riley nel suo passato che la influenzano molto. Sebbene il gioco originale abbia relegato la rappresentazione esplicita di questa parte della sua storia a The Last of Us: Left Behind DLC, The Last of Us della HBO, con Mazin e Druckmann, include direttamente gli eventi di The Last of Us: Left Behind nella storia principale. .

In Left Behind, la crescente relazione di Ellie con Riley, un’ex studentessa della scuola militare FEDRA che è partita per unirsi ai Fireflies, porta i due in un centro commerciale abbandonato nel QZ. Dopo il legame, incluso un bacio tra i due, Riley accetta di stare con Ellie a Boston, la principale zona di quarantena di The Last of Us, ma vengono interrotti da un gruppo di infetti. Entrambe le ragazze vengono morse e accettano di trasformarsi in mostri insieme. È così che Ellie scopre tragicamente la sua immunità, dando il via agli eventi del gioco originale e camminando delicatamente vicino a un tropo “seppellisci i tuoi gay”.

Fortunatamente, The Last of Us ha per lo più risolto qualsiasi preoccupazione al riguardo con The Last of Us: Part II, e se HBO adatta il secondo gioco, la sessualità di Ellie giocherà un ruolo ancora più importante nella sua storia. The Last of Us Part II, racconta una storia molto più personale, meno incentrata sul virus Cordyceps di The Last of Us rispetto al primo gioco. In tal modo, anche le relazioni di Ellie prendono il sopravvento, in particolare quella con la sua ragazza Dina. Tutto questo potrebbe essere esplorato e utilizzato per favorire la sessualità di Ellie se The Last of Us della HBO scegliesse di realizzare la seconda stagione e basarla sul sequel del gioco originale.

Nuovi episodi di The Last of Us escono ogni domenica su HBO.


Potrebbe interessarti

I Griffin ottengono una svolta in una sitcom degli anni ’80 dal vivo in un terrificante video AI
I Griffin ottengono una svolta in una sitcom degli anni ’80 dal vivo in un terrificante video AI

Family Guy ottiene una svolta in stile anni ’80 dal vivo attraverso un terrificante video AI. Una delle serie più longeve in televisione, la sitcom animata per adulti di Seth MacFarlane è stata presentata per la prima volta su Fox nel 1999 e presenta 400 episodi e oltre, nonostante una volta sia stata cancellata dopo […]

Spiegazione di quei terrificanti zombi nell’episodio 2 di The Last Of Us
Spiegazione di quei terrificanti zombi nell’episodio 2 di The Last Of Us

Avvertimento! Questo articolo contiene spoiler sia per l’episodio 2 di The Last of Us che per il gioco originale. L’episodio 2 di The Last of Us presentava una nuova terrificante variante degli infetti dello show in una scena da batticuore. Nella loro missione per portare Ellie alle lucciole alla State House, Joel e Tess, interpretati […]