Notizie FilmE se Mad Max: Fury Road fosse stato realizzato...

E se Mad Max: Fury Road fosse stato realizzato nel 2003 (e perché è bello non lo fosse)

-


Ecco cosa sarebbe successo se Mad Max: Fury Road fosse stato girato nel deserto della Namibia nel 2003, e perché è positivo che non lo sia stato. È una domanda radicata nel fatto che questo era ciò che quasi accadeva. Il leggendario regista George Miller era a poche settimane dalle riprese nel 2003 quando il finanziamento per il film è stato ritirato dallo studio. Non c’è dubbio che, se i destini si fossero allineati, ci sarebbero state molte differenze significative rispetto al film che il pubblico ha visto e vissuto nel 2015.

Con sei settimane rimaste prima delle riprese e con la star dei film di Mad Max, Mel Gibson assegnata per interpretare il personaggio del titolo, la 20th Century Fox ha interrotto la produzione. Le preoccupazioni finanziarie per il film, combinate con il calo del valore del dollaro americano rispetto al dollaro australiano, hanno fatto sì che i dirigenti dello studio mettessero in dubbio la fattibilità economica di una così grande produzione all’estero. Questo ha lasciato Mad Max: Fury Road nel deserto e ci sarebbero voluti altri 12 anni per raggiungere il grande schermo. Quando alla fine è arrivato, però, la risposta è stata estatica. Ciò è culminato in un successo inaspettato all’88a edizione degli Academy Awards, dove la cura, l’amore e l’attenzione ai dettagli, che erano stati promossi in quasi 20 anni, sono stati premiati con Oscar in sei categorie.

Ma è lecito chiedersi quanto sarebbe stato diverso Mad Max: Fury Road se la produzione fosse andata avanti come previsto nel 2003. Sarebbe stato molto diverso se fosse stato Mel Gibson a portare Max Rockatansky al volante del ‘Black on Di nuovo l’Intercettore Nero. È interessante riflettere su cosa si sarebbe potuto guadagnare ma, altrettanto importante, cosa si sarebbe perso da un film che è ampiamente considerato un capolavoro del cinema d’azione.

Come sarebbe stato diverso il Max di Mel Gibson da quello di Tom Hardy

Con saggezza, Tom Hardy ha portato la sua qualità unica in Mad Max: Fury Road, quindi non c’era mai alcuna possibilità che avrebbe semplicemente fatto un’imitazione di Mel Gibson. Era il suo stesso Max, anche se forse ancora più selvaggio di prima fino a quando non ha riscoperto la sua umanità entro la fine della storia. Fondamentalmente, quell’ampio arco di personaggi non sarebbe cambiato con Gibson che interpretava Mad Max. Invece, qualsiasi cambiamento sarebbe stato più probabilmente causato dal peso della storia e del significato attribuito a Mel Gibson che è tornato a interpretare Max per la quarta volta.

Il personaggio sarebbe stato inevitabilmente più vecchio e sarebbe stato definitivamente lo stesso Max apparso in Mad Max, Mad Max 2: The Road Warrior e Mad Max: Beyond Thunderdome. Come chiarisce il libro di Kyle Buchanan, Blood, Sweat, and Chrome: The Wild and True Story of Mad Max: Fury Road, il finale sarebbe stato probabilmente diverso e sarebbe stato usato per porre fine alla storia di Max nella landa desolata. Con Immortan Joe morto, Max sarebbe tornato alla Cittadella prima di salire sulla piattaforma con Furiosa per, in senso figurato, riprendere il suo posto nella società. Sicuramente sembra che sarebbe stato un modo decente per porre fine alla storia per Mel Gibson, anche se rimane difficile sostenere che sia più forte del finale più ambiguo per l’incarnazione del personaggio di Hardy.

Ciò che Mel Gibson avrebbe anche portato al ruolo di Mad Max nel 2003 era il suo indubbio potere da star. A quel punto della sua carriera, era una grande star che comandava fino a $ 20 milioni per film. Il suo attaccamento a Mad Max: Fury Road sarebbe stato utile in termini di marketing del film e, potenzialmente, del suo successo al botteghino. Tuttavia, questo potere stellare potrebbe aver causato problemi, se non con la produzione, quindi con la storia. Dopotutto, Mad Max: Fury Road era la storia dell’imperatore Furiosa piuttosto che quella di Max. La presenza di Gibson avrebbe inevitabilmente cambiato la dinamica di quella storia. Era la star e stava tornando al ruolo che per primo si era fatto un nome. La logica suggerirebbe che la necessità di onorare il personaggio di Max e porre fine alla sua storia avrebbe finito per intromettersi in qualche modo nel ruolo di Furiosa.

A questo si aggiunse il fatto che nel 2003 Furiosa non era un personaggio completamente sviluppato. Secondo Mark Sexton, l’artista dello storyboard principale del film, “Solo una volta che Charlize Theron è stata scelta e si è rasata i capelli, è allora che il personaggio ha finalmente iniziato a riunirsi come se fosse cosa sua, al contrario di un riflesso femminile di Max”. Questo sicuramente suggerisce che, senza la formidabile Charlize Theron, c’era una forte probabilità che se Mad Max: Fury Road fosse stato realizzato nel 2003 sarebbe stata molto di più la storia di Max.

Nel 2003 la tecnologia avrebbe limitato la visione di George Miller

Forse inevitabilmente, anche le riprese precedenti di Mad Max: Fury Road avrebbero cambiato l’estetica rispetto a quanto visto nel 2015. Durante le riprese nel 2012 e nel 2013, la produzione è stata in grado di utilizzare fotocamere digitali più pratiche per le difficili riprese nel deserto. Un altro pezzo chiave della tecnologia che non sarebbe stato disponibile per la produzione nel 2003 è stata la Edge Arm Car Camera Crane. Il principale vantaggio di questo, secondo il regista di Mad Max George Miller, era che “consentiva [them] per posizionare la fotocamera in modo piuttosto dinamico ovunque [they] voglio davvero”, aiutando efficacemente a definire l’aspetto del film in un modo che non sarebbe stato possibile prima.

Data l’enfasi posta sugli effetti pratici e le acrobazie in Mad Max: Fury Road, non sorprende che l’uso della CG fosse relativamente limitato. In genere veniva utilizzato per rimuovere dallo schermo funi guida e dispositivi di sicurezza. Tuttavia, la sequenza che coinvolge Max legato alla parte anteriore di un’auto e trascinato in una tempesta di sabbia è stata in gran parte una creazione in CG, che non solo ha dato peso a una teoria sull’immortalità di Mad Max, ma è stata anche meravigliosamente efficace grazie alla perfetta interazione con il resto del film. Naturalmente, questo era di progettazione. Miller ha sempre posto grande enfasi sull’immersione nei suoi film. Per questo motivo, per lui è estremamente importante evitare quella che chiama la “valle misteriosa” con CG ed è probabilmente corretto dire che il livello di continuità che avrebbe richiesto non era possibile nel 2003. Ci sono, ovviamente, alcuni esempi davvero grandiosi dell’uso della computer grafica nei film dei primi anni 2000, non ultimo dei quali è stato visto in The Matrix: Reloaded e The Matrix: Revolutions. Eppure non ci sono molte cose che risalgono ai blockbuster basati sugli effetti di quell’epoca più della CG e degli effetti speciali. Pertanto, è logico che se la sequenza della tempesta di sabbia avesse rischiato di minare la grinta e il realismo della landa desolata distopica, Miller avrebbe fatto tutto il possibile per cambiarla, o forse addirittura rimuoverla completamente.

I temi di Fury Road non avrebbero risuonato così bene con il pubblico

Una delle cose più straordinarie è stato il potere che il film ha acquisito negli anni dalla sua uscita. È difficile vedere come ciò sarebbe stato possibile senza la profondità di significato di Mad Max: Fury Road che giaceva sotto la sua brillante superficie. Il trattamento delle donne, la mercificazione delle persone, l’uso di beni di prima necessità come l’acqua per sfruttare il potere e l’immagine di accompagnamento di una distopia ambientale hanno risuonato fortemente nel 2015, e ancor di più negli anni successivi.

In confronto, è difficile immaginare che la produzione del 2003 si sarebbe collegata al pubblico nello stesso modo. Le persone erano consapevoli di tutti questi problemi a metà degli anni 2000, ma gli anni successivi li avevano ulteriormente cristallizzati. Il documentario legato ad Al Gore sugli effetti del cambiamento climatico, An Inconvenient Truth, è uscito nel 2006 e ha contribuito a mettere maggiormente a fuoco l’attivismo ambientale. Allo stesso modo, le difficoltà finanziarie causate dalla crisi finanziaria del 2008 hanno reso le persone più consapevoli dello sfruttamento di entrambe le persone e delle cose di base necessarie per vivere.

Tuttavia, è nell’evidenziare il trattamento riservato alle donne, come le Mogli e Furiosa, in Mad Max: Fury Road che molto probabilmente sarebbe stato influenzato negativamente da una versione precedente. Ciò è particolarmente vero dato che il film è stato collegato al movimento #MeToo degli ultimi anni, anche se più come parte della conversazione che come causa del cambiamento stesso. La svolta ironica è che #MeToo è stata una reazione al tipo di comportamento che ha fatto deragliare la carriera di Mel Gibson nel 2006 e nel 2010. In questo senso, il suo attaccamento al film potrebbe aver influenzato il modo in cui è stato successivamente visto, con il potenziale per i temi e narrativa considerata ipocrita.

Mad Max: Fury Road ha trascorso anni nell’inferno dello sviluppo, ma quel tempo può essere visto in ogni fotogramma del film finito. Questa non è stata la prima volta che George Miller ha avuto problemi a completare un progetto, ma è stato un lavoro d’amore. Lui e il suo team di creativi hanno usato quel tempo per aggiungere dettagli che altrimenti sarebbero mancati. Ecco perché l’esplorazione dei temi del film non era solo superficiale ed è legata ai personaggi, che avevano anche quel tipo di profondità che rende credibili le loro motivazioni momento per momento. Di conseguenza, non ci dovrebbero essere dubbi sul fatto che il tempo aggiunto ha permesso al pubblico nel 2015 di godersi un film di gran lunga superiore a quello che avrebbe potuto essere realizzato nel 2003.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

Ginny & Georgia Suggerimenti per l’aggiornamento della stagione 2 Lo spettacolo Netflix si sta avvicinando al ritorno

La data di uscita della seconda stagione di Ginny & Georgia sembra essere sempre più vicina. La...

Edens Zero presenterà in anteprima la sua seconda stagione nel 2023

Sul sito ufficiale dell'adattamento anime del manga scritto e disegnato da Hiro Mashima, Eden Zeroè stata pubblicata una...

Better Call Saul Finale Shot Finale alternativo per Kim

Il finale della serie Better Call Saul ha filmato una scena finale leggermente diversa per Kim Wexler e...

Tensei Shitara Slime Datta Ken sorprende con un nuovo trailer del suo film

Sul sito ufficiale per l'adattamento anime delle light novel Tensei Shitara Slime Datta Ken (Quella volta che mi...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te