Asiatica Film Mediale

Dustin Rhodes parla dei pro e dei contro del programma più leggero della AEW

Dustin Rhodes parla dei pro e dei contro del programma più leggero della AEW
Debora

Di Debora

08 Dicembre 2022, 23:31


Dustin Rhodes è uno dei wrestler più anziani di All Elite Wrestling e la sua visione di cose come il riposo e il recupero è degna di nota per questo. Nelle ultime settimane ha parlato apertamente di pensare che sia ora di abbandonare il business del wrestling finché può ancora. Letteralmente. Rhodes ha dichiarato che il 2023 sarà il suo ultimo come artista sul ring, poiché non vuole fare danni più duraturi al suo corpo. All’età di 53 anni, e dopo periodi con più di una dozzina di promozioni di wrestling, si è sicuramente guadagnato questo diritto. Si potrebbe presumere che il programma più leggero di AEW sarebbe migliore per un corpo che invecchia, ma Rhodes ha recentemente parlato anche degli effetti negativi che può avere.

Parlando a Busted Open Radio l’8 dicembre, Dustin Rhodes ha detto quanto segue sul suo programma di lavoro più rilassato. “In questo momento, sto facendo alcuni dei migliori lavori che abbia mai avuto nella mia carriera negli ultimi quattro anni, anche se sono pochi e lontani tra loro”. Vale a dire, Rhodes ha lottato per l’ultima volta in un singolo il 24 agosto, perdendo contro Claudio Castagnoli in un banger del ROH World Championship. Ha continuato, affermando: “Tony [Khan] ha fatto un buon lavoro trattandomi come un’attrazione in questo senso, e lo apprezzo molto. Aiuta il mio corpo, ma il rovescio della medaglia, è difficile quando non lavori cinque giorni alla settimana come il programma della WWE. Il tuo corpo diventa calloso e ti ci abitui e cose del genere. Ora lavoro ogni due, tre, quattro mesi, ed è come, amico, vai a 100 miglia all’ora, e poi ne paghi il prezzo. Mi ci vogliono da una settimana e mezza a due settimane per riprendermi da una partita.” (h/t a WrestlingNews.co per la trascrizione)

Dustin Rhodes è ancora una risorsa straordinaria per AEW

In un panorama di wrestling professionistico sempre più incentrato sul ritmo di lavoro, i match di Dustin Rhodes si distinguono sempre per la sua notevole capacità di raccontare una storia sul ring. La sua già citata partita del ROH World Championship contro Castagnoli è solo l’esempio più recente. La sua lotta contro Cody Rhodes all’inaugurale Double Or Nothing è ancora una delle partite più emozionanti e ben recensite nella storia dell’AEW, ed è chiaro che Dustin ha ancora una mente eccellente per il business. Lo spogliatoio di All Elite Wrestling è stato preso di mira quest’anno per non essere particolarmente facile da allenare, ma Rhodes è un pozzo di conoscenza per chiunque sia disposto ad ascoltare.

È stato riferito che il contratto di Rhodes scadrà nell’estate del 2023 e sarà interessante vedere quale direzione prenderà la sua carriera in quel momento. Potrebbe tornare in WWE per un altro breve tour di addio? Non c’è molto spazio per il sentimentalismo in quella macchina. Tuttavia, se Triple H riuscisse a trovare un posto per Dustin Rhodes, sarebbe divertente e un appropriato addio a uno dei talenti più sottovalutati dell’era Attitude. Rhodes sta ancora allenando e insegnando attivamente nella sua scuola di wrestling, quindi forse è lì che risiede il futuro per The Natural.

Fonti: Busted Open Radio, WrestlingNews.co


Potrebbe interessarti

Per tutte le stelle dell’umanità vanno coraggiosamente al carpool karaoke [EXCLUSIVE CLIP]
Per tutte le stelle dell’umanità vanno coraggiosamente al carpool karaoke [EXCLUSIVE CLIP]

Screen Rant è lieto di presentare in anteprima una clip esclusiva della prossima stagione del popolare programma di AppleTV+, Carpool Karaoke: The Series. Anche se originariamente era iniziato come un segmento di The Late Late Show con James Corden, Carpool Karaoke è passato a una serie TV completa su AppleTV+ nel 2017. La serie ha […]

Gordon Smith di Better Call Saul produce la serie Destroyer per Sony
Gordon Smith di Better Call Saul produce la serie Destroyer per Sony

Dopo aver recitato in oltre 150 romanzi, Remo Williams si sta facendo strada sul piccolo schermo. Pubblicato per la prima volta nel 1971, The Destroyer era una serie di romanzi pulp ideata da Warren Murphy e Richard Sapir. Quando si apre il primo libro di Destroyer, il poliziotto protagonista Remo Williams viene incastrato per un […]