Asiatica Film Mediale

“Doveva sembrare fatto a mano”: Michael Keaton elogia Beetlejuice 2 per l’uso di effetti pratici anziché troppo CGI.

“Doveva sembrare fatto a mano”: Michael Keaton elogia Beetlejuice 2 per l’uso di effetti pratici anziché troppo CGI.
Erica

Di Erica

20 Febbraio 2024, 15:09


RIASSUNTO

Micheal Keaton elogia Beetlejuice 2 per l’uso degli effetti pratici anziché della CGI. Quasi 40 anni dopo l’uscita della commedia originale nel 1988, l’attore nominato agli Oscar torna a interpretare il ruolo del bio-esorcista nel sequel diretto ancora una volta da Tim Burton e ufficialmente intitolato Beetlejuice Beetlejuice. Oltre a Keaton, nel cast di Beetlejuice 2 ci sono anche le stelle del primo film Winona Ryder e Catherine O’Hara, oltre a nuovi inserimenti come Jenna Ortega, Monica Bellucci, Willem Dafoe e Justin Theroux.

In una nuova intervista con PEOPLE in vista della data di uscita di Beetlejuice 2 prevista per quest’anno, Keaton ha elogiato il sequel di Burton per aver dato priorità agli effetti pratici rispetto alla CGI. La star e il regista sono concordi sul fatto che il sequel, simile al film originale, non dovrebbe diventare uno spettacolo di CGI, dicendo: “Doveva sembrare fatto a mano” (in grassetto).

La cosa su cui lui ed io siamo concordi fin dall’inizio è che se mai avessimo fatto un altro film, non ero affatto interessato a qualcosa in cui ci fosse troppa tecnologia.

Deveva sembrare fatto a mano. Quello che rendeva divertente era guardare qualcuno in un angolo che teneva qualcosa in alto per te, guardare tutti in quella stanza con le teste rimpicciolite e dire: “Sotto c’è gente che le muove, cercando di farlo bene.”

È la cosa più eccitante. Dopo anni in cui ti sei trovato davanti a uno schermo gigante, fingendo che qualcuno fosse dall’altra parte, questo è semplicemente un divertimento enorme.

PERCHÉ GLI EFFETTI PRATICI SONO IMPORTANTI PER BEETLEJUICE

I commenti di Keaton promettono bene per Beetlejuice Beetlejuice perché gli effetti pratici sono parte integrante dell’estetica generale del film originale. Burton ha progettato la portata e la scala degli effetti in uno stile simile ai B-movie che guardava da ragazzo e “voleva farli sembrare economici e volutamente falsi” (in grassetto). Tutto è iniziato con il personaggio di Beetlejuice stesso, interpretato da Keaton, che richiedeva trucco e protesi estensive per prendere vita.

Inoltre, l’animazione in stop-motion è stata utilizzata durante le sequenze dell’aldilà e le trasformazioni dei personaggi. La casa dei Maitland e l’attesa dell’aldilà sono stati anche costruiti come complessi set in miniatura, mentre la varietà di creature bizzarre e fantastiche è stata creata utilizzando pupazzi e animatronica, consentendo l’interazione fisica con gli attori. Keaton menziona che nel sequel c’è una “stanza delle teste rimpicciolite”, apparentemente un riferimento a Beetlejuice e le teste del cacciatore rimpicciolite dallo stregone nel film originale.

Il ritorno di Keaton a lavorare con effetti pratici è stato probabilmente un grande sollievo per l’attore che, con le sue stesse parole, ha passato “anni davanti a uno schermo gigante, fingendo che qualcuno fosse dall’altra parte”. Alcuni dei recenti lavori di Keaton includono Spider-Man: Homecoming e The Flash, film di supereroi pieni di CGI e fondali verdi. Beetlejuice Beetlejuice, insieme al ritorno di Keaton nel ruolo dell’iconico personaggio, rappresenta un ritorno al modo di fare cinema pratico di Burton.

Beetlejuice Beetlejuice uscirà il 6 settembre.

Fonte: People

Beetlejuice Beetlejuice è il sequel del classico originale di Tim Burton che ha visto la presenza di Michael Keaton e Winona Ryder in una commedia horror che coinvolgeva fantasmi che cercavano di spaventare i nuovi acquirenti di case. Il sequel riporta Michael Keaton come il fantasma divertente e meschino con intenzioni egoistiche, affiancato da Jenna Ortega in un nuovo ruolo. Diretto da Tim Burton, data di rilascio 6 settembre 2024.


Potrebbe interessarti

Perché la celebre commedia romantica degli anni ’80 originariamente aveva un finale molto più triste spiegato dal regista
Perché la celebre commedia romantica degli anni ’80 originariamente aveva un finale molto più triste spiegato dal regista

Sommario L’originale finale del film “Harry ti presento Sally” prevedeva che Harry e Sally non finissero insieme, ma è stato modificato per mostrare un lieto fine romantico. L’esperienza personale del regista Rob Reiner nel incontrare sua moglie ha influenzato il cambiamento nella conclusione del film, creando un messaggio e un’eredità più positiva. Il nuovo finale […]

Dune Star Dave Bautista Condivide Dettagli su una Scena Eliminata della Parte 1 che Non Sarà Mai Rilasciata
Dune Star Dave Bautista Condivide Dettagli su una Scena Eliminata della Parte 1 che Non Sarà Mai Rilasciata

Sommario Dave Bautista ha rivelato una scena eliminata con Piter De Vries in Dune, che mostra le tattiche di intimidazione di Glossu Rabban che non sono state incluse nel montaggio finale. La scena eliminata avrebbe rappresentato Piter come una persona docile, contrariamente al personaggio subdolo del libro. Dune: Parte Due esplorerà ulteriormente la storia di […]