RecensioniDoppia recensione: Karen Gillan è una doppia in un...

Doppia recensione: Karen Gillan è una doppia in un dramma fantascientifico intrigante ma piatto [Sundance]

-


Nel terzo lungometraggio dello sceneggiatore e regista Riley Stearns, Dual, il futuro vede il processo di clonazione come una parte regolare della società, in cui si può avere un doppio e addestrarlo ad agire come loro. Il film riconosce il disordine che un tale concetto potrebbe creare e, mentre la commedia oscura nel cupo mondo di Stearns può essere piuttosto eccezionale, Dual non riesce a esplorarne completamente la presunzione.

Sarah (Karen Gillan) vive la sua vita come uno zombi. Raramente si alza dal divano, guarda un porno mentre beve, riceve le chiamate dal fidanzato Peter (Beulah Koale) a malincuore ed evita del tutto di chiamare sua madre (Maija Paunio). Quando a Sarah viene diagnosticata una malattia incurabile, decide di sottoporsi a una procedura di clonazione chiamata “Sostituzione” per evitare che sua madre e Peter debbano addolorarsi per la sua perdita dopo che se n’è andata. Tuttavia, una svolta vede Sarah cambiare idea sul clone, ufficialmente chiamato Sarah’s Double (e interpretato anche da Gillan), che alla fine presenta una mozione per rimanere in vita. Ciò si traduce nella pianificazione della coppia per un duello all’ultimo sangue che decide chi può vivere come Sarah.

Dual occasionalmente ha momenti intriganti che suggeriscono che Sarah è veramente interessata a vivere solo quando c’è una minaccia per la sua vita, ma non c’è molta scintilla nelle sue azioni oltre a questo. Il doppio di Sarah sembra una versione migliore di lei in ogni modo, almeno all’inizio. È un’ottima ragazza, chiama la madre di Sarah ogni tanto e le scrive perché pensa che sia la cosa giusta da fare, e ha anche sviluppato il suo gusto per il cibo. Inoltre, Sarah’s Double sembra godersi la vita più immensamente di quanto non abbia mai fatto Sarah poiché non è rimasta bloccata nella monotonia e nella tristezza di un’esperienza vissuta. Tuttavia, Sarah’s Double inizia ad avere le stesse lamentele su Peter e la madre di Sarah dopo un po’, non più soddisfatta della sua vita come prima. Gillan interpreta i personaggi con lievi differenze, per lo più presenti nelle sue inflessioni e nei suoi occhi, e fa molto con pochissimo.

Karen Gillan in Doppio

Il doppio postula che la vita non sia poi così bella, qualcosa che viene trasmesso nel modo freddo e tagliente in cui Sarah parla e interagisce con tutti. La popolazione mondiale è stata desensibilizzata e Sarah è ispirata solo a combattere per se stessa, piuttosto che accettare la sua morte con nonchalance, perché si sente già cancellata in una vita che non si è ancora lasciata alle spalle. C’è un profondo senso di distacco che permea il film e ne colora i momenti più oscuri e divertenti. Anche i cari di Sarah non sembrano preoccuparsi se vive o muore. L’esistenza del doppio di Sarah riporta in modo interessante Sarah in vita in diversi modi, ma Stearns non esplora completamente cosa significhi davvero per lei o le sue relazioni che vanno avanti.

A tal fine, c’è pochissima sostanza emotiva in Dual. Certo, il film ha alcune sorprese nella manica e sovverte le aspettative del pubblico riguardo a dove andrà la storia, ma la mamma di Sarah e Peter sono pronti a prendere Sarah’s Double e, anche quando la prima si rende conto che la figlia con cui ha parlato è un sostituto , il pubblico non la vede mai reagire a nulla di tutto ciò. Sarah è arrabbiata per le sue circostanze, ma la mancanza di investimento nelle dinamiche e nel viaggio emotivo dei personaggi, che sembrano tutti piuttosto vuoti, si traducono in un film che non ha molto da dire sui suoi concetti. Non aiuta il fatto che il suo ritmo rallenti abbastanza da far diminuire l’interesse prima di riprendere a salire più vicino alla fine.

Cosa significa che Sarah è disposta a prendere lezioni di combattimento da Trent (Aaron Paul) per uccidere il doppio di Sarah a sangue freddo se prima non le importava della sua vita? Sbarazzarsi del doppio di Sarah la porterà a fare uno sforzo maggiore nella sua vita? È tutto così senza speranza e freddo, indipendentemente dal risultato? Sarah non contempla mai nessuna di queste cose, il che rende un film vuoto che sembra più interessato a produrre un umorismo goffo e incredibilmente oscuro (che certamente suscita risate) che ad approfondire. Ci sono sentori di qualcosa di più interessante e ricco sotto la superficie, ma Dual non mette mai insieme i pezzi.

Dual è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival del 2022. Il film dura 95 minuti ed è classificato R per contenuti violenti, alcuni contenuti sessuali, linguaggio e nudità grafica.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

La nostra valutazione:

2 su 5 (Ok)

Ultime News

Jenna Ortega di mercoledì ha coreografato la sua scena di danza gotica

La star di mercoledì Jenna Ortega rivela di aver coreografato la danza del suo personaggio nell'episodio 4 della...

Logan Star rivela il consiglio chiave che Hugh Jackman le ha dato

La star di Logan, Dafne Keen, condivide il consiglio che Hugh Jackman le ha dato sul set del...

Lo sceneggiatore e regista barbaro sta già lavorando a un nuovo film horror

Il regista barbaro Zach Cregger ha condiviso un aggiornamento sui progressi del suo prossimo film horror. Barbarian...

Hugh Grant odiava girare la scena di One Love Actually

La star di Love Actually, Hugh Grant, dice che non voleva fare la sua ormai famosa scena di...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te