Asiatica Film Mediale

Disney Star Wars ha un tocco Jedi oscuro che George Lucas non farebbe mai

Disney Star Wars ha un tocco Jedi oscuro che George Lucas non farebbe mai
Erica

Di Erica

10 Ottobre 2022, 21:53


Questo articolo contiene spoiler per Path of Deceit di Justina Ireland. La fase II di Star Wars: The High Republic si è aperta con una scioccante svolta Jedi al di là di qualsiasi cosa George Lucas avrebbe mai fatto. C’è la sensazione che Star Wars sia il franchise transmediale più antico di tutti, con il primo romanzo tie-in ufficiale, Splinter of the Mind’s Eye di Alan Dean Foster, pubblicato nel 1978, anni prima dell’uscita di The Empire Strikes Back. Nonostante fossero contenuti con licenza ufficiale, George Lucas non si è mai considerato vincolato dai cosiddetti romanzi “Expanded Universe”, sebbene fosse disposto a trarre idee che gli piacevano da loro.

La Disney ha acquisito Lucasfilm nel 2012 e ha scelto di cancellare il vecchio Universo Espanso dalla continuità di Star Wars. Da allora, però, lo studio ha costruito sull’eredità transmediale di Star Wars, espandendo il franchise attraverso una serie di famosi programmi TV Disney+. Nel frattempo, Lucasfilm Publishing ha continuato a fare da pioniere, con una notevole iniziativa chiamata Star Wars: The High Republic. Ambientata centinaia di anni prima degli eventi di Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma, questa grande storia sembra raccontare la storia di come la Forza abbia perso il suo equilibrio. Questo rende la lettura essenziale per comprendere la profezia del Prescelto di Star Wars.

Il romanzo YA di Justina Ireland Path of Deceit ha lanciato la Fase II di Star Wars: The High Republic, ed è immediatamente chiaro che questa è una storia che George Lucas non avrebbe mai raccontato. Il libro è interpretato dal cavaliere Jedi Zallah Macri e dal suo Padawan, Kevmo Zinc, e nel corso del romanzo i lettori li conoscono bene. Questo è particolarmente vero per Kevmo Zinc, le cui lotte con l’attaccamento sono assolutamente piacevoli da leggere. I primi tre quarti della storia seguono un’avventura Jedi piuttosto standard e abbastanza leggera. Poi, in una svolta sconvolgente, tutto cambia. L’Irlanda porta i suoi personaggi faccia a faccia con creature mostruose che i Jedi chiameranno i Senza Nome, i predatori della Forza per eccellenza. L’ultimo quarto di Path of Deceit sembra un romanzo dell’orrore e né Zallah Macri né Kevmo Zinc sopravvivono all’incontro.

Path Of Deceit è il romanzo di Star Wars più audace fino ad oggi

Non è raro vedere film, programmi TV o romanzi caratterizzati da una sorta di prologo in cui personaggi promettenti vengono uccisi da qualcosa di veramente orribile, con la loro morte che dà il via alla storia principale. Star Wars: The High Republic Phase II è più sorprendente, tuttavia, in quanto l’intero romanzo di Justina Ireland serve essenzialmente a questo scopo. La narrazione di Path of Deceit è avvincente e lo scioccante cambio di tono e stile lascia i lettori sussulti quando i Senza nome emergono dall’ombra. Non c’è niente di nuovo nell’idea di una storia di Star Wars che uccide Jedi: la trilogia prequel presenta l’Ordine 66, dopotutto, che massacra innumerevoli Jedi. Ma questa è la prima volta che una storia di Star Wars ha mai osato uccidere entrambi i suoi protagonisti principali.

George Lucas sicuramente non sceglierebbe mai di prendere questa decisione narrativa. Ma questa non è una critica; piuttosto, è un elogio, perché dimostra la verità che Star Wars si è evoluto oltre persino il suo creatore. La storia di Path of Deceit è affascinante, i personaggi sono divertenti e l’abilità con cui viene eseguito il colpo di scena finale è tremendamente impressionante. Star Wars: The High Republic si è già dimostrata una delle migliori iniziative lanciate dal 1988 e la Fase II è iniziata in grande stile.


Potrebbe interessarti

Black Adam combatterà assolutamente Superman nel DCEU, conferma The Rock
Black Adam combatterà assolutamente Superman nel DCEU, conferma The Rock

The Rock conferma che combatterà assolutamente Superman nel DC Extended Universe dopo Black Adam. Il DCEU è iniziato nel 2013 con Man of Steel di Henry Cavill, ma Dwayne Johnson ha cercato di interpretare Black Adam ancora di più. Il pubblico è ora a poche settimane dal vedere finalmente Black Adam, l’ultimo film DC del […]

La Disney sta adattando 1001 notti in un film d’azione fantasy/fantascienza
La Disney sta adattando 1001 notti in un film d’azione fantasy/fantascienza

La Disney sta sviluppando un nuovo adattamento fantasy/fantascientifico di 1001 notti. Da Biancaneve e i sette nani, la Disney è nota per prendere storie classiche, fiabe e tradizioni popolari e trasformarle in film e programmi televisivi divertenti e di successo. Tra i numerosi adattamenti, uno dei più avvincenti è stato il classico animato del 1992 […]