Asiatica Film Mediale

Disney+ promette spot pubblicitari limitati a livello di pubblicità

Disney+ promette spot pubblicitari limitati a livello di pubblicità
Debora

Di Debora

18 Maggio 2022, 00:50


Disney+ ha annunciato pubblicamente che la durata delle interruzioni pubblicitarie per gli abbonati alla loro nuova opzione supportata dalla pubblicità sarà inferiore a quanto avrebbero potuto aspettarsi. L’acclamato servizio di streaming è stato lanciato il 12 novembre 2019 e da allora è solo diventato popolare, attualmente con oltre 137,7 milioni di abbonati. Sede della maggior parte dei film e dei programmi TV Disney, il servizio vanta una vasta libreria di selezioni da Walt Disney Pictures, Pixar Animation Studios, Marvel Studios, Lucasfilm e National Geographic. Oltre a ospitare i titoli rilasciati in precedenza, Disney+ è la casa di diversi originali MCU e Star Wars.

Due mesi fa, Disney+ ha annunciato che lancerà un piano di abbonamento supportato da pubblicità intorno alla fine di quest’anno, a un prezzo inferiore. Al momento, lo schema dei prezzi specifico e la data di lancio sono ancora sconosciuti. È noto, tuttavia, che questo gioco fa parte della campagna del servizio di streaming per raggiungere alla fine 230 – 260 milioni di abbonati. È tutt’altro che l’unico servizio in grado di farlo, poiché quelli come HBO Max offrono già una cosa del genere. Anche Netflix ne sta attualmente valutando uno.

Secondo un rapporto di WSJ, Disney+ presenterà circa quattro minuti di pubblicità per ora di streaming, che è inferiore a quello della maggior parte dei rivali di Disney+, e anche significativamente più piccolo di quello che si vede solitamente sulla TV tradizionale. Il servizio di streaming ha anche deciso di non pubblicare annunci durante la programmazione che si rivolge ai bambini in età prescolare, secondo i funzionari. Dicono che i bambini in età prescolare che utilizzano il proprio profilo per guardare il livello di Disney+ supportato da pubblicità non vedranno nessuno spot pubblicitario, indipendentemente da ciò che scelgono di guardare. Rita Ferro, presidente delle vendite pubblicitarie e delle partnership della Disney, ha annunciato che “Non raccoglieremo mai dati sui singoli bambini per prenderli di mira”.

Gli acquirenti di annunci affermano che Disney+ sta cercando di addebitare agli inserzionisti da $ 50 a $ 60 per raggiungere un migliaio di spettatori, una misura nota come CPM o costo per mille. La Disney ha rifiutato di commentare i loro prezzi. Questa fascia di prezzo è più o meno in linea con gli altri servizi di streaming top, ma resta comunque costosa, dato che i brand non possono richiedere che il proprio annuncio venga visualizzato in programmi specifici, cosa che di solito sono in grado di fare sulla TV tradizionale .

Visto che alla maggior parte delle persone non piace aspettare gli annunci quando si tratta di streaming, dovrebbe essere visto come un sollievo che le interruzioni pubblicitarie nel prossimo livello supportato da pubblicità di Disney+ saranno di così breve durata. Detto questo, si può presumere che agli abbonati non dispiacerà pagare un prezzo più basso per uno dei servizi di streaming più popolari su Internet. Dopotutto, sembra un piccolo sacrificio rispetto al vasto mondo di contenuti della Disney.

Fonte: WSJ

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

Three Mile Island True Story: le cose più grandi che il documentario lascia fuori
Three Mile Island True Story: le cose più grandi che il documentario lascia fuori

La serie di documentari Netflix Meltdown: Three Mile Island racconta del peggior incidente nucleare accaduto negli Stati Uniti, ma tralascia alcuni dettagli della vera storia. Trovare l’intera verità su ciò che è accaduto a Three Mile Island è una faccenda complicata, visto che gran parte delle informazioni relative al quasi disastro sono state oscurate dalla […]

La rivelazione di Catherine di Grey’s Anatomy dimostra la maledizione a lieto fine dello show
La rivelazione di Catherine di Grey’s Anatomy dimostra la maledizione a lieto fine dello show

Attenzione: SPOILER per Grey’s Anatomy stagione 18, episodio 17 in arrivo! La scioccante rivelazione su Catherine (Debbie Allen) alla fine della stagione 18 di Grey’s Anatomy, episodio 17, “I’ll Cover You”, ha creato un cupo contrasto con il resto dell’episodio, e ha anche presentato uno dei più vecchi problemi, di nuovo. Le trame principali della […]