Asiatica Film Mediale

Disney infligge un duro colpo ai supporti fisici, smette di produrre DVD e Blu-Ray in Australia.

Disney infligge un duro colpo ai supporti fisici, smette di produrre DVD e Blu-Ray in Australia.
Erica

Di Erica

31 Luglio 2023, 15:02



Disney ha preso la decisione di smettere di distribuire DVD e Blu-ray in Australia, segnando un significativo cambiamento lontano dai supporti fisici. Questa mossa avviene mentre Disney si concentra sui servizi di streaming come Disney+, rendendo i loro contenuti cinematografici disponibili per la visione online. I fan australiani di Disney dovranno rivolgersi a rivenditori internazionali per continuare a collezionare copie fisiche dei film Disney, poiché le scorte locali non verranno ripristinate.

Disney non distribuirà più DVD o Blu-ray in Australia, un duro colpo per i supporti fisici. Nonostante abbiano messo i loro contenuti cinematografici sul loro servizio di streaming Disney+ dopo l’uscita nelle sale, Disney ha continuato a distribuire supporti fisici per tutti i loro film. Questo ha permesso ai fan di Disney di conservare collezioni fisiche dei loro film preferiti senza dover fare affidamento sui servizi di streaming.

Ora, The Digital Bits riferisce che Disney non venderà più DVD o Blu-ray in Australia dopo l’uscita di Guardians of the Galaxy Vol. 3 ad agosto. Questa notizia è stata confermata da 7NEWS, secondo cui una volta esaurite le copie esistenti di DVD e Blu-ray in Australia, Disney non le rifornirà più. I collezionisti di DVD e Blu-ray di Disney dovranno invece fare affidamento su rivenditori esteri per ottenere copie fisiche delle ultime uscite di Disney.

Per quanto riguarda il motivo per cui Disney sta ritirando le pubblicazioni fisiche in Australia, secondo The Digital Bits, è già successo che Disney decida di ritirare le pubblicazioni fisiche da un paese o una regione. A causa delle vendite deludenti di DVD e Blu-ray in alcune parti dell’Asia e dell’America Latina, Disney ha ritirato le pubblicazioni fisiche da alcuni paesi di quelle regioni. È probabile che le vendite delle pubblicazioni fisiche in Australia semplicemente non fossero abbastanza buone da giustificare la continua distribuzione da parte di Disney.

La sospensione dei supporti fisici di Disney in Australia riflette anche come gli spettatori si affidino a Disney+ per le nuove uscite, con Disney che compila nuovi spettacoli e film sullo streaming. Poiché Disney+ rende film come Guardians of the Galaxy Vol. 3 accessibili senza ulteriori acquisti, non sorprende che più persone probabilmente utilizzino lo streaming invece di acquistare DVD e Blu-ray. Sebbene possa deludere coloro che amano collezionare i loro media, la facilità di accesso ha reso il digitale e lo streaming più fattibili. Tuttavia, c’è il timore che gli utenti di streaming continueranno a rimuovere i contenuti, rendendo spettacoli e film completamente inaccessibili senza supporti fisici.

Tuttavia, data la scarsa performance di film come Haunted Mansion e Indiana Jones and the Dial of Destiny negli ultimi mesi, Disney potrebbe aver bisogno delle vendite dei supporti fisici per bilanciare i fallimenti al botteghino. Sebbene Disney stia rimuovendo i suoi supporti fisici dall’Australia, è improbabile che lo faccia per tutto il mondo. Tuttavia, la decisione di Disney è un duro colpo per i supporti fisici in Australia e potrebbe essere un segnale per il futuro mentre lo streaming diventa sempre più apprezzato per le nuove uscite.

Fonte: The Digital Bits, 7NEWS


Potrebbe interessarti

Il concetto di Tom Holland del costume nero di Spider-Man rende indispensabile un crossover con Venom.
Il concetto di Tom Holland del costume nero di Spider-Man rende indispensabile un crossover con Venom.

Nuovi concept art di Spider-Man: No Way Home rivelano Tom Holland con la Tuta Nera di Spider-Man, rendendo cruciale un crossover con Venom. Spider-Man: No Way Home del 2021 è stato il film di Spider-Man più ambizioso fino ad oggi, unendo le tre generazioni di film live-action di Spider-Man, unendo Tobey Maguire, Andrew Garfield e […]

SAG-AFTRA difende i contratti temporanei di ripresa dopo aver affrontato critiche per aver permesso il lavoro durante lo sciopero
SAG-AFTRA difende i contratti temporanei di ripresa dopo aver affrontato critiche per aver permesso il lavoro durante lo sciopero

SAG-AFTRA difende la decisione di consentire la produzione di progetti indipendenti durante lo sciopero, ritenendo che ciò creerà pressione competitiva sull’AMPTP per porre fine allo sciopero. Gli accordi temporanei per la produzione riguardano solo le aziende totalmente indipendenti. Gli studi indipendenti potrebbero diventare una grande concorrenza per l’AMPTP, portando potenzialmente a negoziazioni anticipate e offrendo […]