Asiatica Film Mediale

Disney citata in giudizio dagli investitori per presunto “schema fraudolento” di occultamento delle perdite di Disney+

Disney citata in giudizio dagli investitori per presunto “schema fraudolento” di occultamento delle perdite di Disney+
Debora

Di Debora

31 Agosto 2023, 03:29



Disney sta affrontando una causa legale da parte degli investitori che accusano l’azienda di aver mentito sulle perdite legate al servizio di streaming Disney+. Gli investitori sostengono che Disney abbia nascosto la vera entità delle perdite di Disney+ e abbia dichiarato falsamente che la piattaforma sarebbe diventata redditizia entro la fine del 2024. La causa afferma anche che l’ex CEO di Disney, Bob Chapek, ha utilizzato tattiche come la messa in onda di originali Disney+ sul Disney Channel per creare una falsa impressione di successo.

Disney sta venendo citata in giudizio da alcuni dei suoi investitori che affermano che l’azienda abbia mentito sulle perdite relative al loro servizio di streaming, Disney+. La piattaforma, interamente di proprietà di Disney, include la maggior parte dei film e delle serie TV realizzate dall’azienda, tra cui grandi marchi come l’Universo Cinematografico Marvel e Star Wars. Tuttavia, il servizio ha incontrato alcune difficoltà recenti quest’anno, a cominciare dalla perdita di quattro milioni di abbonati di Disney+ nei primi tre mesi del 2023.

Ora, Deadline ha rivelato che Disney sta venendo citata in giudizio da alcuni dei suoi investitori per aver loro nascosto le perdite di Disney+. La causa afferma che Disney sta mentendo sulla possibilità di raggiungere la redditività con Disney+ entro la fine del 2024. In particolare, si afferma che l’ex CEO dell’azienda, Bob Chapek, abbia trasmesso gli originali di Disney+, come The Mysterious Benedict Society, sul Disney Channel per far sembrare la piattaforma più di successo di quanto sia in realtà. Leggi alcune delle dichiarazioni qui di seguito:

“Il querelante promuove questa azione derivata a vantaggio del Querelato Nominale Disney nei confronti di alcuni dei dirigenti e amministratori attuali della società con l’obiettivo di rettificare le violazioni degli imputati dell’Exchange Act e delle violazioni dei doveri fiduciari per aver emesso comunicazioni false e fuorvianti e/o per aver omesso informazioni sostanziali nelle dichiarazioni pubbliche e nelle relazioni ai soci dal 10 dicembre 2020 fino ad oggi”.

“Per nascondere questi fatti sfavorevoli, gli imputati hanno messo in atto un piano fraudolento volto a nascondere l’entità delle perdite di Disney+ e a far sembrare sostenibile la traiettoria di crescita degli abbonati di Disney+ e raggiungibili gli obiettivi di Disney+ nel 2024 quando non lo erano”.

“Come parte di un piano per far sembrare più di successo la performance finanziaria di Disney+, gli imputati hanno trasmesso alcuni show che avrebbero dovuto essere originali Disney+ – come lo show di mistero The Mysterious Benedict Society e il drama medico Doogie Kameāloha, M.D. – prima su reti televisive tradizionali come il Disney Channel. In questo modo, una parte significativa dei costi di marketing e produzione degli show è stata spostata da Disney+ verso le piattaforme tradizionali. Nonostante questo piano di spostamento dei costi, gli imputati hanno ripetutamente dichiarato nel Periodo Pertinente che le decisioni di distribuzione della piattaforma erano state prese per diverse ragioni, come le preferenze dei clienti e ciò che era meglio commercialmente per l’azienda”.

Cosa significa la causa degli investitori di Disney per Disney+:

Disney+ ha subito molti cambiamenti nel 2023, inclusa un aumento di prezzo di 3 dollari e l’annuncio di una lotta al condivisione di password che avverrà nel 2024. Recentemente, The Spiderwick Chronicles è stato cancellato da Disney+, insieme ad altre serie complete o quasi complete che hanno deciso di non trasmettere. Questa decisione segue una serie di contenuti rimossi sia da Disney+ che da Hulu per misure di contenimento dei costi, inclusi originali come la serie TV Willow e The One and Only Ivan.

La nuova causa legale contro Disney sembra mirare alla decisione di Chapek di investire una grande quantità di risorse nel settore dello streaming, causando una ristrutturazione interna senza precedenti. Sottolinea anche l’idea che Disney+ non sarà un’impresa redditizia per Disney entro il 2024 come originariamente pianificato da Chapek. Ciò potrebbe mettere a repentaglio il futuro della piattaforma di streaming, a seconda dello svolgimento della causa legale.

Al momento, non è chiaro come la causa legale degli investitori di Disney influenzerà l’azienda e i suoi sforzi nel campo dello streaming in futuro. Tuttavia, porta alla luce il fatto che Disney+ non è ancora redditizio per Disney nonostante la creazione di costose serie esclusive per la piattaforma, come Secret Invasion e Ahsoka. È possibile che questa nuova causa legale su Disney+ possa avere un impatto anche sul funzionamento del servizio di streaming in futuro.

Fonte: Deadline


Potrebbe interessarti

The Lincoln Lawyer perde un personaggio importante prima della terza stagione (ma un ritorno è possibile)
The Lincoln Lawyer perde un personaggio importante prima della terza stagione (ma un ritorno è possibile)

Il personaggio interpretato da Neve Campbell, Maggie, lascia The Lincoln Lawyer per la terza stagione, ma la porta è aperta per il suo ritorno nelle stagioni future. Campbell ha avuto un ruolo ridotto nella seconda stagione, preparando così la sua assenza nella terza stagione, che è basata su un libro in cui Maggie non compare. […]

A Court Of Thorns & Roses Video Immagina Come Sarebbe il Cast della Serie TV
A Court Of Thorns & Roses Video Immagina Come Sarebbe il Cast della Serie TV

Sommario Un video della serie TV A Court of Thorns and Roses immagina il cast dei personaggi fantasy, tra cui Feyre Archeron, Tamlin e Amarantha. La serie presenta personaggi interessanti, come Feyre, una cacciatrice portata nelle terre delle fate, la sua protettiva sorella Nesta e la gentile Elain. Il mondo delle fate è abitato da […]