Asiatica Film Mediale

Dettagli dell’animatore Disney La tendenza delle uova di Pasqua nascoste Pixar è diventata popolare

Dettagli dell’animatore Disney La tendenza delle uova di Pasqua nascoste Pixar è diventata popolare
Erica

Di Erica

22 Gennaio 2023, 02:46


L’animatore Disney Tom Bancroft spiega come la Disney ha iniziato a inserire le uova di Pasqua prima che la Pixar iniziasse a incorporarle. Le uova di Pasqua sono piccoli dettagli nascosti posizionati sottilmente nei film per inviare una sorta di messaggio o scherzo. I grandi franchise cinematografici come Pixar e Disney hanno ampiamente reso popolari gli easter egg, usandoli per fornire una connessione globale nell’universo, per stuzzicare nuovi film o anche solo per convincere una risatina su un dettaglio abilmente posizionato. Mentre la Pixar viene spesso in mente quando si pensa alle uova di Pasqua, il fenomeno si ricollega al 1980, quando lo sviluppatore Warren Robinson ha inserito di nascosto il suo nome in Atari 2600’s Adventure, ma verrebbe fuori solo se i giocatori scoprissero una stanza segreta.

In un video di Corridor Crew, l’animatore Disney Bancroft ha descritto come Disney e Pixar si sono attaccate alle uova di Pasqua. Mentre la Pixar è diventata quasi sinonimo del termine uova di Pasqua, Bancroft ha messo in chiaro che la Pixar si è ispirata per la prima volta alla Disney per creare la tendenza piuttosto che iniziare la tendenza da soli.

Nel frattempo, il fatto che un uovo di Pasqua si sia fatto strada in Aladdin non è stato un evento pianificato o strutturato. Gli animatori avrebbero effettivamente inserito questi dettagli senza l’approvazione del regista perché la cattura dello schermo non esisteva, quindi le uova di Pasqua potevano sfuggire all’attenzione più a lungo. Controlla la dichiarazione di Bancroft di seguito:

“Questo è lui che impila tutti questi giocattoli e, a proposito, guarda che c’è il cane di qualcuno proprio lì. L’imbianchino ha messo lì dentro il suo cane con quella sciarpa rossa intorno. Mentre facciamo una panoramica, ha anche aggiunto la Bestia lì sulla destra come un giocattolo giusto e quindi questo è un film che era appena uscito. La Pixar lo fa sempre perché l’hanno preso da noi. Abbiamo originato questo va bene… ho appena iniziato l’interno delle uova di Pasqua. A proposito, nessuno ha il permesso come quello è il cosa chiara che dobbiamo chiarire qui perché non è che la società Disney sapesse che stava accadendo… ne avrebbero sentito parlare più tardi.Di solito i registi non sapevano nemmeno che li stavamo solo mettendo lì dentro dicendo “sì, nessuno se ne accorgerà” perché allora non avevamo il fermo immagine”.

Mentre molti film usano le uova di Pasqua qua e là, Pixar è l’unico franchise che le presenta in quasi tutti i film che pubblicano. Sono molto popolari in Disney e Pixar a causa del supporto di una complessa teoria dei fan secondo cui ogni film Pixar e Disney è collegato. Lanciare un uovo di Pasqua che diventa rosso in Luca o un riferimento alla ricerca di Nemo in Monsters, Inc. sono prese in giro elettrizzanti che i film esistono nello stesso universo. Inoltre, gli animatori continueranno a metterli nei film a causa della noia. Il co-regista di Alla ricerca di Dory, Andrew Stanton, ha spiegato che la maggior parte delle uova di Pasqua sono il prodotto di animatori, che si sono annoiati a lavorare al progetto per quattro anni e hanno deciso di modificare un po’ il contenuto.

Quali sono alcune delle uova di Pasqua Pixar più importanti?

Pixar ha avuto molte uova di Pasqua, ma alcune erano particolarmente interessanti per le teorie dei fan. Uno proveniva da Toy Story 3 quando è stato dimostrato che Buzz Lightyear (Tim Allen) era alimentato da batterie create da Buy-N-Large, la società che ha causato la condizione post-apocalittica della Terra in WALL-E. La cosa interessante è che Buy-N-Large era apparentemente circa 800 anni prima che causasse la caduta della Terra in WALL-E. Nel frattempo, uno degli ultimi film della Pixar, Soul, ha inserito un riferimento a Toy Story mostrando l’iconico camion Pizza Planet. Il camion di Pizza Planet è apparso stranamente in un luogo chiamato The Hall of Everything, dove le anime non nate cercano la loro passione nella vita. Apparentemente, la consegna della pizza può essere un’ispirazione vivificante per le anime non nate.

Nel frattempo, il camion Pizza Planet è una delle uova di Pasqua preferite da riutilizzare della Pixar. Il camion è stato anche avvistato in Cars, Alla ricerca di Dory e Monsters University. È iconico quasi quanto l’uovo di Pasqua A113 della Pixar. A113 è il nome dell’aula che molti alunni del California Institute of the Arts usavano per studiare l’animazione dei personaggi. Tra questi ex studenti c’erano John Lasseter e Brad Bird, che finirono per lavorare per la Pixar. Per scherzo, gli alunni hanno nascosto A113 in molti film Pixar tra cui Alla ricerca di Nemo, Brave, Up e Toy Story. Le battute e la noia interne di Disney e Pixar hanno portato a iconiche uova di Pasqua che continuano a essere una tendenza divertente da tenere d’occhio.

Fonte: Equipaggio del corridoio


Potrebbe interessarti

Smallville Star audizioni per DCU Green Arrow con video di tiro con l’arco
Smallville Star audizioni per DCU Green Arrow con video di tiro con l’arco

Mentre il DC Universe continua a sviluppare la sua nuova direzione sotto gli auspici dei co-CEO dei DC Studios James Gunn e Peter Safran, la star di Smallville Kyle Gallner spiega perché sarebbe il perfetto Green Arrow in un nuovo film. Freccia Verde è il mantello indossato dall’eroe della DC Comics Oliver Queen, un esperto […]

James Gunn rivela il vero protagonista del GOTG (e non è Star-Lord)
James Gunn rivela il vero protagonista del GOTG (e non è Star-Lord)

Nonostante sia considerato il protagonista di due film, James Gunn rivela che il vero protagonista dei Guardiani della Galassia non è lo Star-Lord di Chris Pratt. Il prossimo capitolo del franchise Marvel Cinematic Universe sarà l’ultima volta in cui Gunn dirigerà il team di supereroi cosmici, regalando loro un’emozionante avventura finale mentre si ritrovano a […]