Notizie FilmDeath on the Nile Prime recensioni: Il mistero di...

Death on the Nile Prime recensioni: Il mistero di Branagh meglio dell’ultimo

-


Le recensioni per l’ultimo mistero di Hercule Poirot di Kenneth Branagh, La morte sul Nilo, sono arrivate prima dell’uscita di venerdì. Dopo aver conquistato l’oro a sorpresa al botteghino con il film stellato Murder on the Orient Express nel 2017, Branagh ha rilanciato la sua versione di Poirot per il suo secondo adattamento di Agatha Christie. In Death on the Nile, Poirot sta viaggiando a bordo di un piroscafo fluviale chiamato SS Karnak quando uno dei ricchi passeggeri viene ucciso, lasciando al detective baffuto il compito di rintracciare il responsabile. Proprio come Murder on the Orient Express, Death on the Nile presenta un cast vivace che include Gal Gadot, Annette Bening, Letitia Wright, Rose Leslie, Emma Mackey e Russell Brand.

Prima della sua uscita, Death on the Nile è stato assalito da numerosi ostacoli. Oltre ad essere stato ritardato più volte dalla sua data originale di novembre 2019, il protagonista Armie Hammer è diventato oggetto di immense polemiche dopo che le donne si sono fatte avanti l’anno scorso accusandolo di abusi e aggressioni sessuali. Hammer è stato abbandonato da numerosi progetti a seguito delle accuse, ma Death on the Nile non è stato in grado di sostituirlo. Di conseguenza, il marketing del film ha funzionato per distogliere l’attenzione da lui. Ci sono state anche alcune polemiche su Wright a causa dei suoi commenti anti-vaxx nell’ultimo anno.

Questioni di vita reale a parte, i critici hanno condiviso i loro pensieri su Death on the Nile e il consenso è piuttosto favorevole. Molti lo hanno definito meglio di Murder on the Orient Express, anche se ci sono ancora alcuni che contestano un inizio più lento e la direzione di Branagh. Alcuni membri del cast hanno ricevuto elogi, incluso Hammer. Scorri per vedere un campione di ciò che i critici dicono sulla morte sul Nilo.

Mae Abdulbaki, Screen Rant

La morte sul Nilo è un film nel complesso solido, elevato dal suo intrigante mistero e dai modi in cui fornisce a ogni personaggio un retroscena, lasciando il pubblico sospettoso di ognuno di loro a un certo punto (almeno per chi non lo conosce con il romanzo di Christie e l’identità dell’assassino).

David Ehrlich, IndieWire

Branagh si è divertito con l’approccio del detective “accusa prima, accetta un alibi corazzato più tardi” nel film precedente, ma ne fa davvero un pasto qui – tanto meglio per trasmettere quanto possa essere difficile accettare l’amore nella tua vita quando incolpi febbrilmente tutti quelli che incontri di aver commesso un omicidio elaborato. Se quel metodo rallenta il secondo atto del film in una serie ripetitiva di monologhi di un miglio al minuto, aiuta il fatto che il supporto di Branagh porti tutti qualcosa sul tavolo.

David Rooney, THR

Il film è abbastanza soddisfacente, anche se più come intrattenimento patinato e vecchio stile che come un mistero diabolicamente intelligente. In splendide composizioni widescreen, la macchina da presa del direttore della fotografia Haris Zambarloukas si aggira per gli interni eleganti e le magnifiche ambientazioni egiziane con uno scopo troppo spesso assente nella trama che dovrebbe essere più stretto, con strumenti più precisi.

Owen Gleiberman, Varietà

Non rivelerò chi viene ucciso, ma il fatto che ci manchi attivamente quella persona funziona per il film. Così come la performance di Hammer nei panni dell’astuto, arrogante, estremamente abbronzato Simon: la presenza dell’attore nel film, dopo che le accuse di abuso sono state mosse contro di lui, è stata considerata problematica, ma va detto che appare sullo schermo più della maggior parte degli altri attori.

Ross Bonaime, Collider

Entro la fine di La morte sul Nilo, Branagh non permette al suo pubblico di provare l’orgoglio che Poirot ha di solito nel risolvere questo tipo di casi, poiché ha perso ogni gioia nella sua intelligenza con questo puzzle. Ma piuttosto, Branagh fa provare al pubblico quel disgusto profano di vedere l’umanità al suo peggio. Non è il tipo di reazione che ci si aspetta da un film puzzle costellato di stelle come questo, ma Branagh interpreta molto bene questa conclusione sconfortante.

Charlie Ridgely, ComicBook.com

È una tale gioia vedere gli strati di questo mistero svelarsi nella seconda metà del film. Non direi che giustifichi completamente la lunghezza del primo tempo, ma di certo smetti di pensare a quanto tempo ci è voluto per arrivarci. E quel lavoro extra sui personaggi all’inizio ha dei vantaggi.

Dan Jolin, Impero

Un miglioramento su Murder On The Orient Express, con la maggiore attenzione al Poirot di Branagh (anche con la sua strana ossessione per i baffi) abbastanza gradito da distrarre dai problemi con alcuni dei suoi ensemble e dalla sua troppo ovvia dipendenza dagli effetti visivi.

Peter Bradshaw, Il guardiano

Lo sceneggiatore Michael Green ha adattato il romanzo del 1937 con alcune nuove invenzioni: vengono introdotte alcune persone di colore e l’intensa antipatia di Christie per il suo personaggio di sinistra ricco e ipocrita è stata attenuata. In modo sorprendente, Green inventa un ottimo preludio che mostra il servizio del giovane Poirot nelle trincee della prima guerra mondiale e l’origine di quei baffi. Niente nel resto di questa storia piuttosto stantia e bidimensionale corrisponde al brio di quell’apertura.

Robert Abele, L’involucro

Le indulgenze di Branagh possono irritare, ma senti anche quanto ami tutto questo, il che aiuta. Aiuta anche il fatto che le elaborate riproduzioni dello scenografo Jim Clay (di un piroscafo specifico per età e l’Hotel Cataract di Assuan) e gli eleganti abiti d’epoca di Paco Delgado creano immagini costantemente accattivanti e che la storia è uno dei misteri più allettanti e irascibili di Christie.

Moira Macdonald, Seattle Times

Detto questo, non è una grande difficoltà guardare “Death on the Nile”; ha un bell’aspetto, sembra piacevolmente vecchio stile ed è finito a poca distanza dalle due ore. Vale la pena uscire di casa? Probabilmente no. Spero, però, che non abbiamo visto l’ultimo Poirot di Branagh; Sospetto che potrebbe avere qualche astuccio in più nella manica elegantemente sartoriale.

Nel complesso, Death on the Nile non sembra essere troppo in pericolo di essere trascinato giù dai suoi problemi fuori schermo. Resta da vedere se il pubblico sarà disposto a mettere tutto da parte, ma come film, La morte sul Nilo ha ampiamente conquistato i suoi primi spettatori. Alcuni lo hanno persino definito uno dei migliori di Branagh, il che è un vero e proprio elogio considerando che il suo film precedente, Belfast dello scorso autunno, è uno dei favoriti per gli Oscar di quest’anno. Il suo stile di regia quando si tratta di questi misteri di Poirot sembra ancora suscitare reazioni contrastanti, ma la performance di Branagh nei panni del detective è considerata un momento clou questa volta.

Altri membri del cast che hanno ricevuto elogi speciali includono Mackey e Sophie Okonedo. Le critiche erano, prevedibilmente, più contrastanti su Hammer, e non solo a causa delle accuse contro di lui. La morte sul Nilo sembra avere un inizio più lento del previsto e deve funzionare con un cast ampio che potrebbe non ottenere sempre il dovuto. Tuttavia, se uno è stato deluso da Murder on the Orient Express, potrebbe essere che Death on the Nile possa compensare gli errori del passato.

Fonte: Vari (vedi sopra)

Date di uscita chiave Death on the Nile (2022)Data di uscita: 11 febbraio 2022

Ultime News

Kenobi trasforma ridicolmente 1 linea Qui-Gon Jinn in uno scherzo

Attenzione: contiene SPOILER per l'episodio 1 di Obi-Wan Kenobi. Una citazione memorabile di Qui-Gon Jinn (Liam Neeson) viene richiamata...

La fan art di Spider-Man immagina Tom Holland come Spidey a sei braccia

Un nuovo pezzo di fan art di Spider-Man immagina Peter Parker di Tom Holland come la versione a...

Perché Darth Vader sembra così

Attenzione: contiene SPOILER per l'episodio 2 di Obi-Wan Kenobi. Perché Darth Vader ha lo stesso aspetto di Obi-Wan Kenobi?...

Spiegazione di ogni scena prequel di Star Wars in Obi-Wan’s Dreams

Attenzione: quanto segue contiene SPOILER per l'episodio 1 di Obi-Wan Kenobi. Un'ampia sequenza onirica composta da diverse scene dei...

Da Non Perdere

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

45,6 Miliardi Di Won In Euro Quanti Sono? Squid Game Lo Rivela

È ufficiale: la seconda stagione di Squid Game su...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te