RecensioniDeath Of A Telemarketer Review: la commedia del call...

Death Of A Telemarketer Review: la commedia del call center è un vero disastro

-


I venditori di telemarketing, e la loro professione nel suo insieme, dipendono da un certo tipo di disonestà, poiché il lavoro richiede loro di inventare modi creativi per far sì che potenziali marchi rimangano in linea. La concorrenza è brutale, l’ambiente di lavoro rasenta quasi sempre la tossicità e il mondo delle chiamate a freddo ad alta pressione è estremamente spietato. Questi aspetti realistici dell’industria del telemarketing sono ben catturati in Death of a Telemarketer di Khaled Ridgeway, che altrimenti è una commedia blanda che suscita alcune risate sparse. Esteso oltre i suoi limiti, Death of a Telemarketer non è mai abbastanza divertente e la sua trama di ostaggi ha tanto senso quanto una chiamata fredda senza senso.

L’asso del telemarketing Kasey (Lamorne Morris) è impenitentemente avanti al gioco, una star di Telewin, vendendo connessioni telefoniche e Internet a clienti ignari in qualsiasi modo storto che ottenga una vendita. Personaggio antipatico fin dall’inizio, Kasey è determinato a vincere il contenuto di vendita ravvicinata di Telewin per vincere una forte commissione, che intende utilizzare per ripagare i suoi prestiti di giorno di paga. Dopo che gli altri operatori di telemarketing sono stati esortati (quasi minacciati) ad adottare il metodo Kasey, il nuovo impiegato Barry (Woody McClain) supera Kasey considerevolmente. Nel disperato tentativo di far funzionare tutto questo, Kasey rimane alzato fino a tardi e decide di dare una pugnalata alla lista da non chiamare proibita.

Kasey (Lamorne Morris) in La morte di un venditore di telemarketing

Il modello ridicolmente capitalista su cui prospera l’industria è ritratto accuratamente, poiché uno dei dipendenti viene licenziato sul posto per la sua incapacità di mentire e truffare, mentre Kasey viene applaudito per le sue tecniche fraudolente. In mezzo a tutto questo, Kasey tenta di riconquistare la sua ragazza Christine (Alisha Wainwright) con una cena romantica, ma non è in grado di farlo per gli sfortunati eventi che seguono quella notte. Con solo 30 minuti per superare il record di Barry, Kasey tenta di truffare un certo signor Asa (Jackie Earle Haley), fingendo di essere il suo vecchio amico, solo per sentirsi dire che è morto qualche tempo fa. Le cose prendono una piega ancora più oscura quando Asa si presenta a Telewin e tiene Kasey in ostaggio sotto tiro, chiedendogli di scusarsi con tutti quelli nell’elenco da non chiamare a nome di tutti i venditori di telemarketing.

La prima metà di Death of a Telemarketer è un po’ lenta e goffa, con le battute che riescono a suscitare una risatina qua e là. Niente è pensato per essere preso troppo sul serio, ovviamente, poiché è una commedia al suo interno. Ma quando il tono generale cambia da comico a lento, è difficile preoccuparsi di tutto ciò che si dipana sullo schermo. Morris fa del suo meglio per mettersi nei panni di Kasey, un venditore di telemarketing che è oggettivamente irrecuperabile, ma solo alcune delle sue battute e commenti disinvolti arrivano, se non del tutto. Il resto dei personaggi, compresi quelli che prendono in ostaggio Kasey, sembrano inetti ma riescono comunque a prendere il sopravvento, e quelle scene sono prive di tensione o logica di alcun tipo.

Kasey (Lamorne Morris) e Liz (Gwen Gottlieb) in Death of a Telemarketer

Ridgeway ovviamente intendeva che il titolo rispecchiasse Death of a Salesman di Arthur Miller in un effetto comico, ma l’effetto previsto sembra più insulso man mano che il film va avanti. Proprio come il protagonista, che rimane sincero fino alla fine, Death of a Telemarketer ha un’aria di doppiezza, che non funziona del tutto a favore del film. Per qualcuno soprannominato un abile parlatore, Kasey è sicuramente incapace di cogliere i battiti emotivi di base in una conversazione, e questa falsità si estende al film nel suo insieme, trascinandolo verso il basso mentre avanza. Forse se Death of a Telemarketer fosse stato più breve di 30 minuti, avrebbe potuto apportare un miglioramento alla sua trama già banale e priva di allegria.

Death of a Telemarketer ha avuto un’uscita limitata il 3 dicembre 2021 ed è stato distribuito in digitale il 25 gennaio 2022. Il film è lungo 89 minuti e classificato R per il linguaggio in tutto, alcune violenze e riferimenti sessuali.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

La nostra valutazione:

1 su 5 (scarso)

Ultime News

Stephen King propone un film crossover di Children of the Corn e Predator

Stephen King pensa che il franchise di Children of the Corn dovrebbe incrociarsi con Predator. Children of...

Come Penny Johnson Jerald della terza stagione di Orville reagisce a quella morte grave

Avvertimento! Spoiler per la terza stagione di The OrvillePenny Johnson Jerald di The Orville reagisce alla morte...

Recensione del quartier generale segreto: film di supereroi divertente e superficiale per tutta la famiglia

In questi giorni, il genere dei supereroi sta ottenendo più azione di qualsiasi altro. Lo svantaggio di...

Brandy, Whoopi Goldberg e Cenerentola si riuniranno per lo speciale della ABC

Il cast della classica interpretazione di Cenerentola del 1997 si riunirà per celebrare il suo 25° anniversario durante...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te