Notizie Serie TVCosa succede dopo The Expanse Finale: Rocinante, Laconia e...

Cosa succede dopo The Expanse Finale: Rocinante, Laconia e storie future

-


Attenzione: spoiler in vista per la serie di libri The Expanse

The Expanse termina in modo definitivamente indefinito: cosa ne sarà della Rocinante e del suo equipaggio, e come si sviluppano le minacce emergenti di Laconia e delle entità Ring nel futuro della narrazione? Dopo aver abilmente evitato la cancellazione della TV già una volta, novembre 2020 ha portato la conferma che la sesta stagione di The Expanse avrebbe portato la serie di fantascienza di Amazon verso una conclusione emotiva… di nuovo. Coloro che hanno familiarità con i libri originali di James SA Corey hanno rapidamente dedotto che un’ultima stagione non sarebbe stata sufficiente per coprire i restanti 4 romanzi (Babylon’s Ashes-Leviathan Falls), e si sono chiesti come l’adattamento live-action di The Expanse avrebbe gestito questo salto iniziale dalla camera di equilibrio di Amazon .

Per fortuna, l’ultima stagione di The Expanse non fa alcun tentativo di stipare 4 libri in 6 episodi, attenendosi in gran parte al materiale di Babylon’s Ashes. Di conseguenza, il finale della serie è stato ben accolto da fan e critica. Purtroppo, il costo del forte finale di The Expanse sta lasciando alcune sfaccettature ancora incompiute dai titoli di coda. Alcune domande sono aperte e lasciate all’interpretazione del pubblico, ad esempio “Cosa farà dopo l’equipaggio di Rocinante?” Altri misteri si appoggiano alla mitologia del libro di The Expanse e ripagherebbero gli indizi che lo show televisivo ha continuato a cadere fino alla fine amara, come “L’enorme nave da guerra Protomolecule di Winston Duarte sarà un problema?” Si si lo è.

The Expanse non ha ancora confermato come (o, in effetti, se) quei fili della trama verranno ripresi in una continuazione futura. Per gli spettatori desiderosi di scoprire se gli inquietanti avvertimenti di James Holden sulle entità dell’Anello suonano veri, tuttavia, ecco una ripartizione di tutti gli sviluppi chiave nel futuro di The Expanse.

La distesa continua dopo un salto temporale di 30 anni

L’incombente salto temporale di 30 anni tra Babylon’s Ashes e Persepolis Rising ha sempre presentato l’adattamento televisivo di The Expanse con una sfida unica, anche se gli showrunner hanno insistito sul fatto di avere idee su come gestire l’imminente cambiamento della sequenza temporale (tramite EW). Tuttavia, la difficoltà di eseguire un salto temporale così lungo in TV potrebbe aver contribuito a far fermare The Expanse proprio prima dell’inizio del salto temporale.

Cosa succede durante il salto temporale del libro di The Expanse? Nonostante litigano costantemente e affrontano la morte certa su base giornaliera, l’equipaggio di Rocinante rimane miracolosamente insieme durante i 30 anni senza documenti di The Expanse. Il Roci diventa freelance, occupandosi principalmente di lavori relativi al transito di Ring Gate. Holden di Steven Strait crea un futuro simile per la sua troupe dal vivo, raccontando a Naomi come potrebbero fare soldi combattendo i pirati o “ottenere un lavoro di consulenza in una delle colonie”. Possiamo quindi presumere che i Roci controllino il Ring, continuando a collaborare con la Drummer’s Transport Union mentre Sol si gode la fragile pace raggiunta nel finale della sesta stagione di The Expanse.

Altrove, i guai si stanno preparando. L’ultima stagione di The Expanse ha posto un forte accento su Laconia – la colonia in cui i ribelli marziani di Sauveterre sono fuggiti nella quinta stagione – e ha presentato Dylan Taylor nei panni dell’ammiraglio Winston Duarte, il cervello dell’operazione di Laconia. Le scene di Laconia della sesta stagione di The Expanse probabilmente si svolgono durante il salto temporale dei libri. A riprova di ciò, vediamo Santiago Singh tra gli amici di Xan. Un ragazzino durante la sua apparizione dal vivo, Singh è un uomo adulto con moglie e figlia quando inizia la rivolta di Persepolis. Nei libri di James SA Corey, gli scienziati laconiani usano il campione di protomolecola rubato da Fred Johnson per creare una piccola flotta di navi da guerra aliene, e questo è prefigurato nella serie TV. Duarte si impregna anche dei poteri della protomolecola studiando i giovani fratelli resuscitati Cara e Xan. La loro cattura è menzionata anche nell’episodio finale di The Expanse, quando il padre chiama i militari per trovarli.

Se The Expanse dovesse riprendere da dove si era interrotto, ci sono due modi in cui è possibile gestire il salto temporale. O Steven Strait, Dominique Tipper e Wes Chatham vengono sostituiti con attori più anziani (una strategia rischiosa visto quanto è diventato intrinseco quel trio al successo live-action di The Expanse), oppure il salto temporale della TV viene ridotto da 30 anni a 10-15. Ciò trasmetterebbe comunque il passare del tempo in modo abbastanza efficace e The Expanse potrebbe farla franca riunendo il cast originale (magari indossando un po’ di trucco). Tuttavia, la riduzione del salto temporale non è priva di inconvenienti. Un solo decennio è sufficiente per un malvagio signore della guerra militare per costruire realisticamente una forza degna di un impero da zero?

L’impero laconiano di Duarte invade il sistema solare

L’ultima stagione di The Expanse posiziona fortemente Winston Duarte di Dylan Taylor come il principale cattivo per una (attualmente) inesistente stagione 7. La conversazione di Duarte con Cara stabilisce il complesso dittatoriale illuso dell’ammiraglio, mentre il suo ultimo scatto – uno sguardo nostalgico alla nave da guerra blu brillante di Laconia stazione – difficilmente potrebbe sembrare più inquietante. Holden esprime anche una persistente preoccupazione per il campione di Protomolecule rubato che è ancora disconosciuto. Indubbiamente, quindi, The Expanse crea l’Impero Laconiano di Duarte per ereditare il compito di terrorizzare il sistema solare di Marco Inaros.

Queste prese in giro vengono ripagate negli ultimi libri di The Expanse, a cominciare da Persepolis Rising. Costruendo un trio di enormi navi da guerra utilizzando la tecnologia rimasta in sospeso sullo skyline di Laconia, i soldati di Duarte tornano attraverso il Ring Gate 30 anni dopo aver lasciato il sistema solare, prendendo senza sforzo il controllo della stazione di Medina e delle colonie umane. I membri dell’equipaggio di Rocinante aiutano a guidare una resistenza per allontanare quanti più Belters possibile da Medina e dal suo capo nominato da Duarte, Santiago Singh. Nel frattempo, l’ammiraglia laconiana (Heart of the Tempest) si fa strada attraverso il sistema solare verso la Terra e Marte, dominando le stazioni della cintura mentre avanza. Se la stagione 7 di The Expanse fosse accaduta, queste doppie trame avrebbero probabilmente dominato la narrazione.

L’ira di Tiamat fa un balzo in avanti di altri quattro anni, con l’Impero Laconiano di Duarte che ora ha il pieno controllo del sistema solare e delle sue colonie. Con Holden fatto prigioniero da Duarte, Bobbie e Alex che pilotano la Gathering Storm rubata a Laconia, e Naomi che continua a opporre resistenza contro il regime imperiale, l’equipaggio smontato di Rocinante riesce più o meno a porre fine alla presa di Laconia sulla galassia colonizzata. Questi eventi avrebbero sicuramente dato le basi per la stagione 8 di The Expanse.

Le entità dell’anello iniziano ad attaccare l’umanità

Ovviamente, Laconia non è l’unico nemico che The Expanse ha preso in giro nella sua ultima stagione. Le misteriose entità dell’Anello, che hanno spazzato via i costruttori di Protomolecole molti millenni fa, si sono arrabbiate sempre più da quando i Cancelli dell’Anello sono tornati in vita. James Holden ed Elvi Okoye sentono che questa potente forza aliena sta diventando sempre più consapevole dell’umanità, e la sesta stagione di The Expanse prefigura il loro futuro emergere nei titoli di coda, con il familiare effetto di bollicine rosse che infetta l’immagine solitamente placida di Ring Gate che accompagna i nomi del cast e della troupe . L’Unione dei Trasporti è stata fondata per limitare i transiti dell’Anello e garantire che la soglia di energia di massa richiesta per risvegliare gli Dei Oscuri non fosse raggiunta ma, siamo onesti, non sarebbe mai stato possibile mantenere i cattivi extrauniversali tranquilli per sempre.

In Persepolis Rising (The Expanse stagione 7), le entità dell’Anello rispondono alle armi create dalla protomolecola del Cuore della Tempesta usate contro Sol facendo perdere simultaneamente conoscenza a tutte le persone viventi nel sistema. Successivamente, un artefatto identico a quello su Ilus viene trovato a bordo della nave laconiana. Questa sarebbe stata la prossima escalation di The Expanse dopo che le entità dell’Anello hanno distrutto Marco Inaros, con l’attacco diretto all’umanità che rappresentava un enorme salto di aggressività. E gli Dei Oscuri diventano ancora più oscuri in Tiamat’s Wrath, alias The Expanse stagione 8. Nel suo stupido tentativo di fare guerra a un nemico sconosciuto, Duarte invia una bomba all’antimateria attraverso il Tecoma Gate, innescando intenzionalmente l’apparizione di un’entità dell’Anello. È una strategia audace, Cotton, e non dà i suoi frutti. Le entità dell’Anello rispondono distruggendo il sistema Tecoma, quindi attaccando l’intera Zona Lenta con i loro tentacoli oscuri, distruggendo la Stazione Medina e tutto ciò che si trova all’interno – l’ennesima escalation di violenza (anche se provocate).

La battaglia tra l’umanità e le entità dell’Anello giunge al culmine nell’ultima offerta di The Expanse, Leviathan Falls. Duarte, ora separato dall’Impero Laconiano e consumato dalla sua evoluzione di Protomolecole, crede che l’unico modo per salvare l’umanità sia portare tutti sotto la sua mente alveare dall’interno della stazione dell’Anello. Le entità dell’Anello reagiscono male a questa notizia, facendo sì che James Holden prenda tipicamente la situazione nelle sue mani, diventando tutt’uno con la Protomolecola e chiudendo completamente i Cancelli dell’Anello, ponendo così fine alla capacità degli Dei Oscuri di entrare nel nostro universo.

Cosa succede alla Rocinante Crew (e all’umanità) di The Expanse?

Mentre l’adattamento televisivo di The Expanse volge al termine, è praticamente un “per sempre felici e contenti” per la troupe di Rocinante. Holden, Naomi e Amos sono ufficialmente raggiunti da Bobbie Draper e Clarissa “Peaches” Mao… ma non è qui che finiscono le storie dei libri della banda. Prevenire la distruzione dell’umanità da parte degli Dei Oscuri richiede che James Holden faccia il nobile sacrificio a cui era sempre stato destinato, mentre Naomi riesce a scappare, lasciandosi alle spalle il suo amore.

Purtroppo, due dei principali personaggi televisivi non arrivano nemmeno al capitolo finale di The Expanse. Bobbie Draper si sacrifica per abbattere il Cuore della Tempesta durante Tiamat’s Wrath, infliggendo un duro colpo all’Impero Laconiano. Sebbene il personaggio di Frankie Adams ottenga una conclusione molto più felice (sostituendo Alex come il nuovo pilota di Rocinante), non è affatto estenuante immaginare che il marziano dal vivo faccia una mossa altrettanto nobile. Peaches appassisce ancora prima nella linea temporale di The Expanse, facendo un sacrificio tutto suo in modo che i suoi amici scappino in sicurezza dalla stazione di Medina occupata dalla Laconia. A differenza di Bobbie Draper, questa trama è apparentemente esclusa dal finale televisivo di Peaches, in cui una diagnosi medica conferma che ha solo 5 anni di vita. Non vedrà di gran lunga il salto temporale.

A una comoda distanza, tuttavia, è Amos Burton a ottenere il finale più affascinante di The Expanse. Dopo che l’Impero Laconiano ha messo radici nella galassia del Sole durante l’Insurrezione di Persepoli, Amos intraprende una missione segreta infiltrandosi nell’epicentro imperiale, facendo amicizia con la figlia dell’ammiraglio Duarte sotto il suo vero nome, “Timothy”. Amos viene ucciso per i suoi guai, ma morire su Laconia è come prendere un raffreddore e gli strani cani del pianeta riportano indietro il meccanico Roci, rendendolo di fatto immortale.

Invece di finire con la formazione dell’Unione dei trasporti e due grandi minacce che rimbombano in lontananza, la vera risoluzione di The Expanse arriva 1000 anni dopo. Una delle colonie umane oltre il Ring Gate, tagliata fuori dalla sua casa, ha sviluppato con successo viaggi spaziali più veloci della luce senza fare affidamento sugli Anelli o sulla Zona Lenta. Arrivano sulla Terra per vedere il pianeta che i loro antenati chiamavano casa e trovano Amos Burton come uno degli ultimi terrestri ancora in piedi.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

Ginny & Georgia Suggerimenti per l’aggiornamento della stagione 2 Lo spettacolo Netflix si sta avvicinando al ritorno

La data di uscita della seconda stagione di Ginny & Georgia sembra essere sempre più vicina. La...

Edens Zero presenterà in anteprima la sua seconda stagione nel 2023

Sul sito ufficiale dell'adattamento anime del manga scritto e disegnato da Hiro Mashima, Eden Zeroè stata pubblicata una...

Better Call Saul Finale Shot Finale alternativo per Kim

Il finale della serie Better Call Saul ha filmato una scena finale leggermente diversa per Kim Wexler e...

Tensei Shitara Slime Datta Ken sorprende con un nuovo trailer del suo film

Sul sito ufficiale per l'adattamento anime delle light novel Tensei Shitara Slime Datta Ken (Quella volta che mi...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te