Asiatica Film Mediale

Controversia sullo streaming del remake di Road House: Jake Gyllenhaal risponde finalmente al boicottaggio del regista

Controversia sullo streaming del remake di Road House: Jake Gyllenhaal risponde finalmente al boicottaggio del regista
Erica

Di Erica

27 Febbraio 2024, 19:41


RIASSUNTO

  • Il film “Road House” sarà pubblicato su Prime Video, cosa che ha spinto il regista Doug Liman a boicottare la sua uscita cinematografica.
  • Jake Gyllenhaal risponde esprimendo ammirazione per la passione di Liman, ma conferma che Amazon ha sempre chiarito che il film sarebbe stato distribuito solo in streaming.
  • Conor McGregor sostiene l’esperienza cinematografica e si dichiara interessato a parlare con Jeff Bezos dell’accaduto.

Il commento di Jake Gyllenhaal

“Adoro la tenacia di Doug e penso che stia difendendo i registi, il cinema e le distribuzioni al cinema. Ma, voglio dire, Amazon è sempre stato chiarissimo sul fatto che sarebbe uscito solo in streaming. Voglio solo che il film venga visto da più persone possibile.

“Viviamo in un mondo che sta cambiando nel modo in cui vediamo e guardiamo i film e come vengono realizzati. Quello che mi è chiaro, e che ho amato molto, è l’amore profondo di [Liman] per questo film, il suo orgoglio nel quanto gli sia caro, quanto sia bello e quanto le persone dovrebbero vederlo.”

“Ho anche guardato un film sul mio computer o in altri posti e ne sono stato profondamente commosso. Se il compito di una storia è emozionare le persone, sono stato commosso in entrambe le forme. Amo profondamente il cinema e le uscite al cinema, ma abbraccio anche il mondo dello streaming.”

Il commento di Conor McGregor

“Mi piacerebbe vederlo al cinema. Sono a favore del cinema. Capisco anche il business… Mi piacerebbe parlare con Bezos.”

Il Controverso Rilascio in Streaming di Road House

Cosa ha detto Doug Liman sul rilascio in streaming del film

Gran parte del dramma che circonda il rilascio in streaming di Road House deriva da un op-ed pubblicato da Liman su Deadline alla fine di gennaio 2024. Il regista annuncia nell’articolo che non parteciperà alla premiere del film al SXSW e critica Amazon per non avere “alcun interesse nel sostenere i cinema”. Nell’op-ed, Liman afferma che Amazon aveva accennato a una possibile uscita cinematografica se avesse fatto un “grande film” e sostiene che l’ha fatto, citando gli alti punteggi ottenuti dal film dal pubblico dei test.

Un successivo rapporto di Variety che affronta la controversia sul rilascio di Road House offre ulteriori dettagli sulla situazione. Il rapporto afferma che dopo l’acquisto di MGM da parte di Amazon, lo studio al quale il film era originariamente associato, è stata offerta alla produzione una scelta: un budget di 60 milioni di dollari per un’uscita al cinema o un budget di 85 milioni di dollari per un rilascio in streaming. Secondo il rapporto, Liman e Gyllenhaal hanno accettato la seconda opzione.

Road House, oltre a Gyllenhaal e McGregor, vede Daniela Melchior, Billy Magnussen, Jessica Williams, Lukas Gage, Post Malone e Joaquim de Almeida nel cast.

Amazon ha acquisito MGM nel 2021, ed è un punto chiave in questa situazione. MGM è uno studio che storicamente ha rilasciato solo film al cinema e, dopo l’acquisizione, Amazon ha espresso l’intenzione di spendere 1 miliardo di dollari all’anno per le uscite cinematografiche. Tuttavia, è evidente che Road House non faceva parte di questa visione e Liman si sente evidentemente ingannato. Il commento più recente di Gyllenhaal, tuttavia, chiarisce che non ci sono mai state confusione da parte sua riguardo alla strategia di distribuzione di Road House.

Fonte: Total Film (via GamesRadar)


Potrebbe interessarti

Come vedere al meglio Dune 2 al cinema, secondo Denis Villeneuve: “Puoi avere il pieno potere”
Come vedere al meglio Dune 2 al cinema, secondo Denis Villeneuve: “Puoi avere il pieno potere”

Sommario Denis Villeneuve insiste nel guardare Dune: Parte Due al cinema per sfruttare al massimo l’immersivezza e l’esperienza paesaggistica. Il film è stato realizzato per i sistemi IMAX e Dolby Atmos per la precisione e la qualità sonora, con punti di forza sia nelle versioni digitali che nei rulli da 70mm. Le prime recensioni lodano […]

Il personaggio mancante di Dune 2 spiegato da Denis Villeneuve.
Il personaggio mancante di Dune 2 spiegato da Denis Villeneuve.

Sommario Il regista Denis Villeneuve ha fatto la coraggiosa scelta di concentrarsi sulla sorellanza Bene Gesserit, portando all’assenza di Thufir Hawat in Dune: Parte Due. Thufir Hawat, assistente Mentat del Duca Leto Atreides nel primo film, è stato tagliato dal sequel a causa del focus del film sulla Bene Gesserit. Il ritorno dei personaggi familiari […]