Notizie Serie TVCome uno scherzo dei Griffin ha lasciato Chloe Grace...

Come uno scherzo dei Griffin ha lasciato Chloe Grace Moretz molto ansiosa

-


Chloë Grace Moretz si sta aprendo su come una battuta sui Griffin sul suo aspetto che una volta circolava sui social media abbia continuato ad avere un impatto negativo sulla sua autostima. La star è stata a lungo esplicita sugli aspetti negativi della fama, dagli effetti mentali di essere perseguitata dai paparazzi alle insicurezze che ha sviluppato dall’essere stata altamente visibile sui media digitali fin dalla giovane età. In effetti, nonostante abbia solo 25 anni, le sfide di affrontare la vita da celebrità sono in corso per Moretz che ha iniziato a recitare all’età di 7 anni e si è consolidata come un nome familiare a soli 13 anni dopo il suo ruolo da protagonista come Hit-Girl nel supereroe film Kick-Ass.

In qualità di figura di spicco nello spirito del tempo culturale, Moretz ha affrontato critiche pubbliche ed è stato per anni oggetto di insulti sulle piattaforme di social media. Nello show televisivo, spesso politicamente scorretto, I Griffin, un personaggio noto come Legs Go All The Way Up Griffin è stato introdotto nell’episodio della decima stagione della serie “Amish Guy” nel 2011 le cui dimensioni fisiche sono notevolmente esagerate. Nel 2016, i paparazzi hanno scattato una foto di Moretz mentre trasportava scatole di pizza nel suo hotel. Alcuni utenti online hanno confrontato i due e hanno iniziato a condividere le immagini del personaggio insieme all’immagine di Moretz. Anche la foto di Moretz è stata modificata per farla assomigliare al personaggio dei Griffin. Sebbene all’epoca fosse rimasta in silenzio sul meme, Moretz ha ora espresso il suo continuo disagio per il suo aspetto come bersaglio di battute virali.

In un’intervista con Hunger Magazine, l’attrice ha affermato che il discorso sul suo aspetto avviato dal meme ha avuto un effetto negativo duraturo sulla sua autostima al punto da contribuire alla sua lotta con la dismorfia corporea. Secondo Moretz, l’assalto di insulti che ha visto sui social media l’ha spinta a iniziare la terapia per superare la collisione della percezione che il pubblico ha di lei con la propria immagine di sé. Ha continuato dicendo che il meme de I Griffin alimentava specificamente un senso di insicurezza che la faceva sentire isolata. Leggi la sua dichiarazione completa di seguito:

In realtà non ne ho mai parlato davvero, ma c’è stato un meme che mi ha davvero colpito, di me che entro in un hotel con una scatola della pizza in mano. E questa foto è stata manipolata in un personaggio di “I Griffin” con le gambe lunghe e il busto corto, ed era uno dei meme più diffusi all’epoca. Tutti si prendevano gioco del mio corpo e io ne parlavo con qualcuno e loro dicevano, ‘Oh, stai zitto, è divertente.’ E ricordo solo che ero seduto lì e pensavo, il mio corpo viene usato come uno scherzo ed è qualcosa che non posso cambiare di chi sono, e viene pubblicato su Instagram. Era qualcosa di così benigno come entrare in un hotel con gli avanzi. E fino ad oggi, quando vedo quel meme, è qualcosa di molto difficile da superare per me. Penso che la dismorfia corporea – con cui tutti abbiamo a che fare in questo mondo – sia estrapolata dai problemi dei social media. È una testa a testa.

È necessaria una conversazione più ampia sui social media

Il commento di Moretz aggiunge informazioni su conversazioni culturali più ampie riguardanti sia il modo in cui i personaggi femminili sono ritratti in televisione, in particolare negli spettacoli realizzati principalmente da e per uomini, sia la dilagante misoginia sui social media che è spesso diretta in modo sproporzionato verso le celebrità femminili. Moretz è tutt’altro che la prima donna a contestare una battuta fatta a sue spese. Proprio l’anno scorso Taylor Swift ha criticato Ginny and Georgia di Netflix per aver incluso una battuta sessista sulla sua storia di appuntamenti spesso discussa, contribuendo al riconoscimento dei modelli di sessismo anche nei media attuali più popolari.

Queste continue affermazioni richiamano l’attenzione sulla crescente oggettivazione delle apparenze e delle vite delle donne per le risate di Twitter e Instagram, indipendentemente dal fatto che tali battute siano visibili ai loro soggetti. Mentre Moretz ha indicato un sintomo di disuguaglianze sistemiche più ampie, la consapevolezza che ha cercato di aumentare offre una prospettiva importante sulle conseguenze dell’era della viralità di Internet. Si spera che la sua vulnerabilità su quella che è chiaramente una questione delicata possa servire a ricordare il potenziale danno personale duraturo che può essere causato dal discorso su Internet, non importa quanto possa sembrare lontano dalla realtà.

Fonte: rivista Fame

Ultime News

Annunciato il nuovo film di Resident Evil: Death Island

L'azienda Sony Pictures Entertainment ha annunciato la produzione di un nuovo film d'animazione in CG per il franchise...

Andy Samberg interpreterà l’uomo congelato criogenicamente in una commedia romantica davvero unica

Andy Samberg ha firmato per interpretare un uomo congelato criogenicamente nella commedia romantica di prossima uscita 42.6 Years....

L’immagine finale della stagione 16 di Criminal Minds rivela un inaspettato ritorno del personaggio

Paramount+ rilascia una nuova immagine finale di Criminal Minds: Evolution che rivela il ritorno di un personaggio inaspettato...

La trama S6 di Young Sheldon può spiegare 2 misteri TBBT allo stesso tempo

La serie Young Sheldon è un'ottima base per comprendere il personaggio di Sheldon Cooper e può persino spiegare...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te