Asiatica Film Mediale

Come One Piece Live-Action Evita le Insidie di Death Note e Cowboy Bebop Spiegate dal Regista

Come One Piece Live-Action Evita le Insidie di Death Note e Cowboy Bebop Spiegate dal Regista
Debora

Di Debora

30 Agosto 2023, 17:56



Titolo: Il live-action di One Piece eviterà gli errori delle precedenti trasposizioni

Sinossi:

La regista Emma Sullivan spiega come il live-action di One Piece eviterà le trappole delle precedenti trasposizioni anime concentrandosi sui personaggi e creando un approccio emotivamente realistico. I cambiamenti apportati alle storie e ai personaggi di Death Note e Cowboy Bebop sono stati criticati dai fan, causando una diminuzione degli spettatori e la cancellazione di Cowboy Bebop dopo una sola stagione. La chiave per una trasposizione di successo risiede nell’approccio realistico e nella capacità di far entrare in sintonia il pubblico con la positività e i sogni dei personaggi come Luffy in One Piece.

Con il servizio di streaming Netflix alle spalle, la regista Emma Sullivan spiega come il live-action di One Piece eviterà i fallimenti di Death Note e Cowboy Bebop. Netflix ha iniziato ad adattare anime/manga nel 2017 con il film basato su Death Note, storia di un adolescente che si trova in possesso del quaderno omonimo che può uccidere chiunque vi venga scritto il nome, per poi tornare nel 2021 con la serie tratta da Cowboy Bebop, incentrata su un gruppo di cacciatori di taglie disfunzionali nello spazio. Le critiche verso Death Note e Cowboy Bebop sono state discordanti, con una drastica diminuzione degli spettatori che ha portato alla cancellazione dopo una stagione di quest’ultima, mentre la serie precedente vede lo sviluppo di un sequel.

In occasione della prima della serie, Screen Rant ha parlato in esclusiva con Emma Sullivan per discutere di One Piece su Netflix. Quando le viene chiesto se ha qualche riserva nel trattare la trasposizione live-action di One Piece dopo i precedenti fallimenti nel genere, la regista spiega come il nuovo show eviterà le trappole di Cowboy Bebop e Death Note, concentrandosi soprattutto nel delineare bene i personaggi.

“Ho visto alcune di queste serie e molti anime diversi. Sono una grande fan dello Studio Ghibli, ma non puoi far fare agli attori quelle grandi azioni e facce che abbiamo negli anime, quindi non funzionerebbe. E se ci provassimo, sarebbe davvero imbarazzante e penso che distrarrebbe tutti dalla storia. Penso che ciò che dobbiamo fare è trovare un approccio realistico, trovare un approccio emotivamente reale. Dobbiamo cercare di andare a fondo di questi personaggi e capire cosa ci permette di relazionarci a loro come pubblico. Penso che tutti possiamo relazionarci al seguire i nostri sogni e alla positività di Luffy, soprattutto ora, sempre.”

Nota dell’editore: Questo pezzo è stato scritto durante gli scioperi WGA e SAG-AFTRA del 2023, e lo show qui citato non esisterebbe senza il lavoro degli sceneggiatori e degli attori di entrambi i sindacati.

Dove Death Note & Cowboy Bebop hanno sbagliato:

Death Note era già oggetto di molte critiche da parte dei fan della sua fonte principale prima del suo lancio, poiché spostava l’ambientazione dal Giappone a Seattle e il cast era composto quasi interamente da attori bianchi, suscitando le stesse accuse di “whitewashing” del film Ghost in the Shell dello stesso anno. Al momento del suo rilascio, i fan del manga e dell’anime si trovarono ad avere molte altre preoccupazioni, a causa di una serie di cambiamenti apportati alla sua storia, incluso l’aggiunta di un interesse amoroso per il personaggio Light interpretato da Nat Wolff, e un cambiamento nella dinamica tra lui e il detective avversario interpretato da Lakeith Stanfield, L.

In contrasto, Cowboy Bebop aveva suscitato molta attesa prima della sua prima, con l’adattamento di momenti iconici come la lotta nella chiesa tra Spike e Vicious e il ritorno del compositore originale Yoko Kanno che indicava una fedele trasposizione. Purtroppo, le reazioni sono state altrettanto divise, con critiche mirate al suo estetismo visivo e alla scrittura debole e con un ritmo lento. I fan del Cowboy Bebop originale si sono particolarmente lamentati dei cambiamenti apportati alla narrazione originale, ritenendo che il passaggio a episodi di un’ora avesse generato sottotrame ingombranti e complicate che non avevano lo stesso impatto dell’anime.

Sia Death Note che Cowboy Bebop hanno ricevuto critiche da parte dei critici e dei fan della loro trama originale, che ritengono che l’errore principale sia stato quello di allontanarsi troppo da ciò che avevano imparato a conoscere e amare. Oltre al fatto che il creatore originale Eiichiro Oda supervisiona l’intera produzione, la discussione di Sullivan riguardo il fatto che il live-action di One Piece si concentri principalmente sui personaggi è un segno promettente che la serie potrebbe essere una delle rare trasposizioni che funzionano.

One Piece inizia lo streaming su Netflix il 31 agosto.


Potrebbe interessarti

Justified: Spiegate le condizioni di rinnovo della seconda stagione di City Primeval dal produttore esecutivo.
Justified: Spiegate le condizioni di rinnovo della seconda stagione di City Primeval dal produttore esecutivo.

Avviso: SPOILER rilevanti per Justified City: Primeval stagione 1. Sommario: Justified: City Primeval ha concluso la sua prima stagione con una sorpresa, riportando un personaggio popolare e creando la possibilità per un secondo capitolo. Il produttore esecutivo Michael Dinner dice che dipende da FX se vogliono continuare la storia, ma il team creativo è soddisfatto […]

Quantum Leap stagione 2, la prima puntata ottiene un aggiornamento di programmazione che potrebbe essere un enorme vantaggio.
Quantum Leap stagione 2, la prima puntata ottiene un aggiornamento di programmazione che potrebbe essere un enorme vantaggio.

Sommario La seconda stagione di Quantum Leap, un revival della serie classica, ha un nuovo spazio nella programmazione di NBC, aprendo la serata alle 20:00 a partire dal 4 ottobre. Raymond Lee interpreta il fisico che guida il progetto per trovare il Dottor Sam Beckett nel passato, incarnando diverse persone lungo il cammino. Il trasferimento […]