Notizie Serie TVCome le Southlands si trasformano in Mordor (mappa LOTR...

Come le Southlands si trasformano in Mordor (mappa LOTR e spiegazione completa)

-


Attenzione: spoiler in anticipo per l’episodio 6 di The Rings of Power Ecco la guida passo passo di The Rings of Power su come rinnovare le tue stanche e fatiscenti Southlands in un Mordor rovente e dal nuovo look. JRR Tolkien non ha mai offerto molte informazioni su Mordor prima che Sauron trasformasse la regione in un centro fumante di malvagità, e mentre The Rings of Power ha cercato coraggiosamente di nascondere la sua grande svolta, molti spettatori hanno rapidamente dedotto che le Southlands fossero in realtà Mordor della Seconda Era. Dopo diversi episodi di prefigurazione narrativa e costruzione sotterranea, quella trasformazione inizia finalmente nell’episodio 6 di The Rings of Power (“Udûn”) dopo che Adar ha superato in astuzia Galadriel e Halbrand.

In sostanza, un’antica chiave accende un vulcano dormiente delle Southlands. Il cataclisma risultante produce cenere, vapore, fuoco, roccia, acqua e, soprattutto, miseria, e il co-showrunner di The Rings of Power Patrick McKay ha confermato che la genesi di Mordor è davvero in corso. Come ti aspetteresti, trasformare una terra relativamente piacevole di pianure e montagne in un inferno sulla Terra di Mezzo non è un’impresa semplice. Uno non si trasforma semplicemente in Mordor: è un processo biblico di proporzioni epiche che inizia con un proprietario di una taverna scontento e termina con una cicatrice permanente sulla mappa.

La chiave della spada nera: chi l’ha creata e perché?

La chiave – del tutto letterale – per trasformare le Terre del Sud in Mordor si rivela essere la spada nera spezzata tenuta nascosta dal lealista di Morgoth Waldreg. L’arma si inserisce in un foro decorato nella torre di guardia elfica di Ostirith e dà inizio a una catena di eventi che danno origine a Mordor – ma chi ha costruito questo meccanismo, e per quale scopo?

Sebbene Ostirith sia occupata dagli Elfi quando inizia The Rings of Power, il meccanismo magico della spada nera e del teschio ovviamente non è opera loro. Le Terre del Sud hanno combattuto per Morgoth durante la Guerra dell’Ira, quindi Ostirith una volta era sotto il controllo dei cattivi, il che significa che la chiave sinistra e il relativo interruttore del destino furono probabilmente forgiati durante questo periodo. Possiamo anche supporre che questo macchinario oscuro costruito nella montagna non fosse solo per uno scopo banale come aprire la diga o cambiare il livello dell’acqua. Nemmeno uno showman come Sauron creerebbe una spada nera magica con un lucchetto gigante per un teschio per una ragione così ordinaria. Chiunque abbia creato questa combinazione lucchetto e chiave apparentemente aveva in mente la formazione di Mordor sin dall’inizio.

The Rings of Power non ha ancora offerto informazioni sufficienti per dire da chi ha avuto origine il piano generale di Mordor. La spada nera risale a Morgoth, ma Morgoth non era il tipo da pianificare la propria caduta, il che tende maggiormente a Sauron come capo architetto. Il sigillo a forma di Southlands sul cadavere di Finrod dimostra che Sauron ha avuto un interesse per l’area per secoli e il cattivo del Signore degli Anelli potrebbe aver realizzato i suoi progetti in segreto. Anche l’influenza di Adar non può essere esclusa, ovviamente. Motivato a trovare una casa permanente per i suoi Orchi, il Moriondor potrebbe aver gettato le basi del suo piano mentre serviva Morgoth, per poi finalmente metterle in atto durante la Seconda Era (anche se potresti chiederti se Adar sia abbastanza potente da fabbricare una spada così maledetta).

Come inizia la trasformazione delle Southlands in Mordor

La torre Ostirith degli Anelli del Potere si trova sul lato orientale della catena montuosa Ephel Dúath (cerchio rosso sulla mappa sopra), il che significa che il corso d’acqua incriminato potrebbe essere il Poros o qualche affluente dell’enorme fiume Anduin della Terra di Mezzo. Indipendentemente da ciò, girando la spada nera si abbassa il muro che trattiene quest’acqua, e il corso precipita giù per la scogliera rocciosa, distruggendo parte dei bastioni di Ostirith lungo il suo cammino (un’ulteriore prova che il sistema di rilascio non è stato progettato per il controllo regolare della diga).

Una volta che l’acqua raggiunge il livello inferiore, scorre in una caverna e attraverso un sistema di tunnel e trincee. Questi sono gli stessi tunnel e trincee che gli Orchi di Adar hanno scavato sin dall’inizio della loro invasione delle Terre del Sud. Il loro scopo, conferma l’episodio 6 di The Rings of Power, era di dirigere il flusso dell’acqua del fiume su un corso specifico attraverso le Southlands. Grazie alle scene di distruzione testimoniate da Galadriel e dagli altri guerrieri vittoriosi, sappiamo che l’acqua passa attraverso il villaggio di Tirharad (cerchio giallo), così come Hordern (cerchio verde), che è stato scavato dagli Orchi in precedenza in Gli anelli del potere. Tutti i vari tunnel sotterranei confluiscono in una trincea centrale in superficie scavata da Arondir e dagli altri prigionieri, che porta l’acqua a nord fino a un vulcano inattivo: il futuro Monte Fato.

L’esplosione del vulcano di Rings of Power è (per lo più) accurata

Stranamente per un mondo che vanta maghi immortali ed eserciti di fantasmi, l’eruzione vulcanica di The Rings of Power è più o meno plausibile, scientificamente parlando. L’incontro dell’acqua fresca rilasciata da Ostirith con il magma che ribolle pacificamente sotto il regno di Halbrand delle Southlands crea un’enorme quantità di vapore all’interno di uno spazio ristretto, che a sua volta porta a una violenta eruzione freatomagmatica che sforna magma, cenere e frammenti piroclastici, oltre a generare calore straordinario. Anche i temporali innescati all’interno della nuvola di cenere dell’eruzione sono semi-basati su fatti scientifici, poiché tale tempo si verifica tipicamente a causa dell’aria calda e delle particelle d’acqua che salgono. L’aria calda e l’acqua sono esattamente ciò che sta salendo nel finale esplosivo dell’episodio 6 di The Rings of Power, quindi mentre i temporali possono verificarsi molto rapidamente, non sono solo presenti per un tocco drammatico.

Ricordiamo anche che questa particolare eruzione è stata innescata da una spada nera magica, quindi c’è molto probabilmente un elemento di stregoneria nel vulcano di The Rings of Power rispetto alle eruzioni freatomagmatiche del mondo reale. Dopotutto, Mount Doom è il luogo in cui verrà realizzato l’Unico Anello di Sauron, rendendolo speciale anche nel contesto della Terra di Mezzo. L’eruzione stessa può essere innescata dalla scienza, ma non si può escludere che Morgoth o Sauron intestino un tocco di magia oscura nel processo. Nei libri originali di JRR Tolkien, lo stato pietoso di Mordor non è solo il risultato dell’attività vulcanica (naturale o meno), ma anche la ripugnante presenza di Sauron e dei suoi servi – un fattore a cui The Rings of Power ha accennato in precedenza con la sua mucca nera gelatina. Questo spiegherebbe perché le conseguenze dell’eruzione freatomagmatica continuano per migliaia di anni nell’era de Il Signore degli Anelli.

Come cambieranno le Southlands di Rings of Power

Lo scopo principale dell’eruzione degli Anelli del Potere – almeno per Adar – è generare un enorme pennacchio di vapore e cenere che copre il cielo, bloccando così tutta la luce solare, a cui gli Orchi hanno una brutta reazione allergica. Anche durante il viaggio di Frodo, Mordor è rinomato come un regno avvolto nell’oscurità, e quei giorni iniziano quando Waldreg gira la chiave della spada ne Gli anelli del potere.

Tuttavia, l’oscurità non è l’unico risultato del progetto di trasformazione di Southlands di Adar. Laddove gli Orchi si sono scavati una galleria verso l’alto in insediamenti come Tirharad e Hordern, l’acqua ora irrompe attraverso le cavità, trasformando le lisce pianure delle Terre del Sud nel paesaggio scosceso di Mordor. Anche la trincea scavata dai prigionieri di Adar non svanirà presto, lasciando un enorme squarcio permanente lungo tutto il percorso da Ostirith al Monte Fato. Qualsiasi abitante del Sud che pensa di poter sopportare alcune buche e un fiume a sorpresa dovrebbe ricredersi. Le rocce volanti e le nuvole di vapore emanate dall’eruzione del Monte Fato distruggeranno gli insediamenti, mentre il caldo opprimente renderà la vita e l’agricoltura nell’area quasi impossibile. Anche durante la Guerra dell’Anello, Mordor è in gran parte inospitale per qualsiasi razza tranne gli Orchi, e il caldo intenso non è l’unico fattore dietro il paesaggio appena arido delle Southlands: l’attività vulcanica potrebbe produrre anidride solforosa, arrestando la crescita delle piante vicine.

Quanta parte delle Southlands sarà colpita dall’eruzione del Monte Fato

La mitologia di JRR Tolkien può fornire un’idea di quanto lontano si diffonderà la devastazione delle Terre del Sud nell’episodio 6 di The Rings of Power. Le conseguenze delle eruzioni del Monte Fato (cerchio rosso) si estenderanno dalla valle nord-occidentale di Udûn e dalla Porta Nera di Sauron a sud verso Tirrarad ea sud-est fino all’altopiano di Gorgoroth. Oltre Gorgoroth, tuttavia, c’è Núrn (cerchio blu) – una regione di Mordor meno colpita dagli assalti del Monte Fato e ospitale per una piccola popolazione di Uomini (che furono ridotti in schiavitù da Sauron, ovviamente). Núrn è descritta come una regione parzialmente fertile rispetto alle terre settentrionali di Mordor, suggerendo che potrebbe rimanere invariata quando le Terre del Sud di The Rings of Power si trasformano (o, per lo meno, si riprendono). La malvagia influenza geografica su Mordor deve gradualmente esaurirsi da Núrn in poi.

Unisciti ad Amazon Prime: guarda migliaia di film e programmi TV in qualsiasi momento

Inizia subito la prova gratuita

Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere continua giovedì/venerdì su Prime Video.

Ultime News

Potenziale finestra di rilascio della stagione 5 di Stranger Things suggerita da Star

Mentre il pubblico attende con impazienza il capitolo finale dello show, Finn Wolfhard ha un'idea della finestra di...

Film biografico su Michael Jackson brutalmente condannato per aver lasciato il regista di Neverland

Dan Reed, regista del controverso documentario Leaving Neverland, condanna brutalmente l'imminente film biografico su Michael Jackson, Michael. ...

I cattivi di Terrifier 2 e Skinamarink si uniscono per inorridire nell’arte del film horror

Terrifier 2 e i cattivi di Skinamarink si sono uniti in un'inquietante fan art. Terrifier 2, presentato...

Il modo sottile in cui Gus di Breaking Bad è così terrificante secondo Esposito

La star di Breaking Bad e Better Call Saul, Giancarlo Esposito, spiega il modo attento in cui ha...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te