Notizie Serie TVCome le sottotrame della quarta stagione di Stranger Things...

Come le sottotrame della quarta stagione di Stranger Things hanno evitato i problemi della terza stagione

-


Avvertimento! Contiene spoiler per la stagione 4 di Stranger Things!

Il filmato pre-rilascio della stagione 4 di Stranger Things ha creato timori che l’ultima puntata potesse soffrire degli stessi problemi di sottotrama delle stagioni 2 e 3. Mentre i primi teaser della stagione 4 di Stranger Things davano l’impressione che la nuova stagione avrebbe semplificato la sua storia per concentrarsi nuovamente sugli Hawkins Lab e il dottor Brenner, i trailer successivi hanno rivelato che la portata sarebbe stata molto più ampia di quella di Hawkins, con gruppi di personaggi in più posizioni, ognuno con i propri archi narrativi. Tuttavia, grazie ai tempi di esecuzione degli episodi più lunghi e al ritmo solido, le sottotrame della stagione 4 di Stranger Things sono state destreggiate bene e la stagione 4 non è stata il pasticcio esagerato che molti fan hanno ritenuto che fosse la stagione 3.

Combinando film drammatici di formazione, emozioni da film di mostri e tutta una serie di omaggi a Stephen King e Steven Spielberg allo stesso modo, Stranger Things è una festa della nostalgia con il cuore e una storia solida al centro. Il talentuoso cast multigenerazionale aiuta, anche se non è stato fino alla stagione 2 di Stranger Things che le star emergenti come Natalia Dyer, Charlie Heaton e Joe Keery hanno avuto la possibilità di brillare. Tuttavia, Stranger Things non è esente da problemi e la serie si è imbattuta in alcuni vicoli ciechi narrativi, in particolare quando la trama diventa troppo labirintica da seguire, come nel caso della stagione 3. La stagione 1 è ampiamente considerata come una delle migliori spettacoli al debutto nell’ultimo decennio. Molti fan volevano un ritorno al ritmo profondo ma seguibile della prima stagione di Stranger Things, ma le anticipazioni avanzate della stagione 4 lasciavano intendere una delusione imminente. Tuttavia, quando la serie è andata in onda, è stata lodata come un rinnovamento di tutto ciò che ha reso grande la stagione 1, anche con la miriade di archi narrativi.

La terza stagione di Stranger Things ha portato un ritmo più veloce e un tono più leggero, due cambiamenti che in qualche modo erano per il meglio. Tuttavia, alcuni critici si sono lamentati del fatto che questo ritmo più veloce abbia lasciato in sospeso più fili della trama e una manciata di storie non ha mai ricevuto conclusioni soddisfacenti una volta che la stagione 3 ha raggiunto il suo drammatico finale. La devoluzione del personaggio della terza stagione di Hopper, ad esempio, è stata vista da alcuni revisori come il costo di un tono più ampiamente comico e meno sottile. Le sottotrame della quarta stagione di Stranger Things sono state gestite meglio: lo spettacolo ha imparato da questi errori. Tuttavia, non ha raggiunto questo obiettivo ridimensionandoli. Invece, The Duffer Brothers ha aumentato la sua durata, permettendogli di raccontare le molteplici storie ramificate che voleva senza sacrificare il ritmo più lento e l’intimità che hanno permesso al pubblico di innamorarsi dei suoi vari personaggi. Anche le molteplici posizioni oltre Hawkins e l’ambito cinematografico più ampio hanno aiutato piuttosto che ostacolato, poiché la distanza geografica ha mantenuto le sottotrame distinte e facili da distinguere.

Dove Stranger Things Stagione 3 è andato storto

Dalla scena di apertura che introduceva una versione sovietica di Hawkins Lab alla trama di Mind Flayer che rapisce i corpi fino alla contorta sottotrama dell’accaparramento di terre del sindaco, la terza stagione di Stranger Things aveva semplicemente troppi filoni della trama perché gli spettatori potessero essere coinvolti in una singola storia. La terza stagione non è stata male, ma è stata sicuramente vista come un passo indietro per lo spettacolo in generale. Ad alcuni punti, il nuovo approccio ha dato buoni frutti, con la menzione nell’episodio di debutto della presunta fidanzata immaginaria di Dustin, Suzie, che ha allestito il loro eventuale concerto di The NeverEnding Story nel finale, probabilmente una delle migliori scene della terza stagione di Stranger Things. Tuttavia, Stranger Things è più un dramma che una commedia. Mentre l’approccio setup/payoff ha funzionato in casi come questo, il gran numero di fili della trama lasciati penzolanti ha reso implausibile investire emotivamente in una qualsiasi storia.

La lotta di Hopper con i genitori di Undici è stata infine trasformata in un momento toccante dal suo (di breve durata) sacrificio di sé, ma la sua rabbia esplosiva nei confronti di Mike (e la ritrovata arroganza inspiegabile di Mike) è stata impostata per una singola scena e non è mai stata affrontata di nuovo. Allo stesso modo, l’improvvisa infatuazione di Hopper per Joyce Byers aveva ovviamente lo scopo di rendere la sua (apparente) morte più toccante. Tuttavia, poiché la terza stagione di Stranger Things era impegnata a raccontare la storia della possessione del bullo/cattivo di una piccola città Billy, c’era poco tempo perché questa trama potesse ripagare come qualcosa di più di Hopper che chiedeva rozzamente a Joyce di uscire ripetutamente nonostante la recente morte del suo ragazzo, Bob Newby. Nessuna delle sottotrame della stagione era particolarmente debole in isolamento. In effetti, la ricerca dei sovietici da parte di Dustin, Steve e Robin era una sottotrama rinfrescante di rilievo comico, ma non si adattava subito al quadro più ampio. Piuttosto, la stagione 3 di Stranger Things ha creato un sacco di piatti narrativi all’inizio, ma ha lottato per gestirli all’unisono e, di conseguenza, ha perso la tensione con digressioni tortuose.

Perché il ritorno del dottor Brenner era una buona notizia

Le sottotrame della quarta stagione di Stranger Things sono numerose, ma si sentono collegate grazie al ritorno del dottor Brenner. Nella prima stagione di Stranger Things, i tecnici di Hawkins Lab guidati da Brenner erano gli unici antagonisti umani dello show, mentre il Demogorgone era l’unico mostro della serie. Entrambi sono stati stabiliti all’inizio dell’episodio pilota della stagione e la minaccia che rappresentavano era chiara. La seconda stagione di Stranger Things ha aggiunto più mostri con i Demodog e più cattivi umani tramite Billy, oltre a rafforzare il cast di supporto e ottenere l’approvazione della critica nel processo. Tuttavia, nella terza stagione, c’era la forma blob-mostro del Mind Flayer, Billy posseduto e i suoi seguaci squilibrati come antagonisti dei mostri, e i sovietici, il sindaco corrotto, i resti di Hawkins Lab e lo staff del giornale Hawkins Post come cattivi umani . Brenner è stato un cattivo memorabile, ma il suo ritorno per la stagione 4 non significava che Stranger Things si stesse riducendo a un unico antagonista. La stagione 4 ha molteplici minacce, inclusi i sovietici e Vecna.

Il dottor Brenner ha svolto un ruolo centrale nella configurazione di Stranger Things nel suo insieme e ha un legame emotivo di grande impatto con Eleven. Questo è stato utilizzato per consentire alla stagione 4 di Stranger Things di semplificare la sua narrazione nonostante la disconnessione dei suoi personaggi. Le sequenze di flashback di un giovane Brenner che sperimenta su Eleven e la sua reazione al massacro di Hawkins Lab hanno arricchito la più profonda tradizione di Stranger Things. Vecna, l’antagonista della stagione, era One, il primo dei soggetti di prova di Brenner. Al di fuori dei flashback, la Brenner appena tornata e il Progetto NINA sono fondamentali per far riacquistare i suoi poteri a Eleven. Rintracciare NINA per trovare Eleven ha tenuto Will, Mike, Jonathan, Argyle e Suzie legati alle sue attività in Nevada, che sono, a loro volta, collegate a Hawkins attraverso il passato condiviso di Vecna ​​con El e Brenner. Oltre ad essere un antagonista umano incredibilmente coinvolgente in uno spettacolo in cui esistono nemici pesanti come Vecna ​​(un’impresa impressionante), il dottor Brenner è stato il fondamento che sostiene le numerose sottotrame della quarta stagione.

Come le sottotrame della quarta stagione di Stranger Things hanno evitato i problemi comuni

La stagione 4 di Stranger Things è stata ben accolta sia dai fan che dalla critica. Molti lo lodano come un ritorno a ciò che ha reso grande la stagione 1. Questo è un po’ sorprendente, però, dal momento che le stagioni sono incredibilmente diverse sulla carta. Tutto, dal runtime all’ambientazione è cambiato dalla stagione 1, quindi perché la stagione 4 di Stranger Things è così buona anche se ha più cose da fare rispetto alla stagione 3? La lunghezza dell’episodio più lunga è stata un fattore chiave qui. Più tempo tra la sequenza di apertura e i titoli di coda non ha significato nulla di integrale da tagliare per fare spazio ad altre sottotrame. Tutto procede in modo tale che gli spettatori non si sentano ingannati da archi narrativi ovvi che non sono andati da nessuna parte. Significava anche che la stagione 4 avrebbe potuto evitare il problema di saturazione del cliffhanger che alcune stagioni precedenti sentivano. A parte la maggiore durata, la stagione 4 porta molto sul tavolo che ha assicurato che i suoi episodi ricchi di azione non abbiano ricevuto lamentele di essere troppo lunghi o accuse di ripetere gli errori della terza stagione.

Stranger Things è sempre stato uno spettacolo basato sui personaggi. Le sue relazioni sullo schermo contano tanto per la storia quanto per qualsiasi cosa accada in Sottosopra. La stagione 4 introduce molti nuovi accoppiamenti, come Joy e Murray, che hanno tenuto il pubblico impegnato e hanno creato alcune delle migliori interazioni dello show finora. Ci sono anche nuovi personaggi nella stagione 4, come Eddie Munson, il ribelle Dungeon Master dell’Hellfire Club. Eddie è stato subito il preferito dai fan e la sua simpatia ha reso ancora più coinvolgenti altre trame come la squadra di basket di Lucas a caccia di membri di un “culto satanico” (il club scolastico D&D). Anche l’umorismo non è andato. Ma, a differenza della terza stagione, i commenti genuini e sdolcinati fatti da alcuni personaggi non tolgono nulla all’essenza dell’horror centrale di Stranger Things. Sì, tutte queste sottotrame e nuovi personaggi significano che la parte 2 della stagione 4 ha alcuni vantaggi significativi da offrire, ma l’abilità con cui la parte 4 li intreccia è il motivo per cui i fan sono ancora coinvolti e non hanno cancellato la stagione per aver ripetuto i peccati del suo predecessore. La stagione 4 di Stranger Things sembra la stagione 1 ma tutta cresciuta; uno spettacolo che è maturato e ora si sta espandendo nel mondo più ampio dopo aver trovato i suoi piedi (anche se ha dovuto attraversare una stagione 3 difficile per ritrovare se stesso).

Stranger Things stagione 4, parte 2 uscite su Netflix 07/01/2022

Vuoi altri articoli sulla stagione 4 di Stranger Things? Dai un’occhiata ai nostri contenuti essenziali qui sotto…

  • Spiegazione del finale del volume 1 della stagione 4 di Stranger Things (in dettaglio)
  • Stranger Things Stagione 4 Volume 2 Data di uscita (e quanti episodi sono rimasti?
  • Perché Eleven non ha i suoi poteri in Stranger Things Stagione 4
  • Stranger Things Stagione 4 Cast e Guida ai personaggi
  • Spiegazione completa dell’identità, dei poteri e dell’origine di Stranger Things di Vecna
  • Come Hopper è sopravvissuto al finale della terza stagione di Stranger Things
  • Quanti bambini c’erano nel laboratorio di Hawkins (e quanti sono morti)
  • Cosa significa l’orologio del nonno in Stranger Things Stagione 4
  • Stranger Things Stagione 4 Volume 1 Uova di Pasqua e riferimenti

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

Il film di Bros ha speso $ 30.000 per un oggetto di scena finto (e si è tagliato)

La Universal's Bros ha speso $ 30.000 per un finto oggetto di scena e alla fine è stato...

Harrison Ford sembra perfetto nei panni del generale Ross in Thunderbolts Art della Marvel

Harrison Ford è immaginato come il generale Thaddeus "Thunderbolt" Ross nella fan art di Marvel's Thunderbolts, che dà...

L’autrice bionda difende il film Monroe di Ana de Armas in mezzo a polemiche

L'autrice del romanzo da cui è tratto Blonde, Joyce Carol Oates, difende l'adattamento cinematografico. Il film Netflix,...

Young Sheldon rivela le origini dell’ossessione per spot TBBT di Sheldon

Avvertimento! Spoiler avanti per la premiere della sesta stagione di Young Sheldon. La premiere della...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te