Asiatica Film Mediale

Come Kevin Feige ha aiutato con il sottotitolo dell’avvocato di She-Hulk

Come Kevin Feige ha aiutato con il sottotitolo dell’avvocato di She-Hulk
Debora

Di Debora

24 Agosto 2022, 15:55


La creatrice di She-Hulk: Attorney At Law, Jessica Gao, ha condiviso come il sottotitolo “Attorney At Law” è stato aggiunto al nome della serie di She-Hulk. Basato sui fumetti Marvel con l’omonimo personaggio, She-Hulk è l’ottava serie del MCU. In uscita su Disney+, la serie segue Jennifer Walters (Tatiana Maslany), un avvocato specializzato in casi che coinvolgono superumani—che è anche cugina di Bruce Banner (Mark Ruffalo)—e la cui vita diventa ancora più difficile quando diventa la la supereroina verde She-Hulk.

She-Hulk come personaggio doveva apparire in un progetto Marvel dal vivo dagli anni ’80. Ma è stato solo nel 2019, al D23 Expo, che She-Hulk è stato ufficialmente annunciato come sviluppato per il MCU, con Jessica Gao accreditata come creatrice e scrittrice capo. Indicata come una sitcom, la serie era originariamente chiamata semplicemente She-Hulk, fino a maggio 2022, quando la Marvel ha rivelato il titolo della serie come She-Hulk: Attorney at Law.

Ora, in un’intervista con Lifehacker Australia, Gao ha condiviso come il sottotitolo “Attorney At Law” è stato aggiunto al nome della serie di She-Hulk. Ha spiegato che proveniva da un commento usa e getta del presidente dei Marvel Studios Kevin Feige, basato su una frase detta da Bruce Banner. Leggi cosa ha detto Gao di seguito:

“Abbiamo sempre avuto la battuta nello show in cui Bruce dice: ‘She-Hulk avvocato, ha un bel suono.’ E un giorno stavamo guardando i tagli e quando è arrivato a quella scena Kevin ha semplicemente detto: “Questo è un ottimo titolo per uno spettacolo, dovrebbe essere il titolo dello spettacolo”. E basta”.

“Sai quando la lingua d’oro di Kevin Feige parla, allora diventa canonica ed è davvero così che è successo”.

Considerando la premessa di She-Hulk, il sottotitolo è abbastanza appropriato. La carriera legale di Jen è destinata a essere un elemento chiave dello show, poiché cerca di bilanciare l’essere un Hulk con i suoi obblighi professionali. Aiuta a differenziare She-Hulk dalle altre serie Marvel mettendo in primo piano lo status di Jen come avvocato, comunicando agli spettatori che è tanto una commedia legale quanto una storia di origine di supereroi. Alcuni marketing di She-Hulk hanno accennato a Jen che ha difeso Emil Blonsky sotto processo, e sarà interessante vedere come andrà a finire. È affascinante che i sottotitoli non siano sempre stati parte del piano She-Hulk, poiché il team creativo è stato ispirato da una varietà di altri progetti legali.

Inoltre, il cambio di She-Hulk in She-Hulk: Attorney At Law è solo un altro nell’elenco di input che Feige ha fornito nei suoi anni come presidente dei Marvel Studios. Di recente, è stato rivelato che l’uovo di Pasqua in costume del Professor X in Doctor Strange in the Multiverse of Madness e il casting di Brett Goldstein per Hercules in Thor: Love and Thunder erano entrambe idee di Feige. Non tutto ciò che suggerisce è valido – la sua proposta di uccidere tutti i Sei Vendicatori originali in Avengers: Endgame è stata rifiutata dai fratelli Russo – ma dimostra che i creativi della Marvel ascoltano sempre quando Feige offre il suo contributo.

Fonte: Lifehacker Australia


Potrebbe interessarti

The Spiderwick Chronicles viene rilasciato nuovamente con nuove copertine [EXCLUSIVE]
The Spiderwick Chronicles viene rilasciato nuovamente con nuove copertine [EXCLUSIVE]

Per celebrare il fatto che The Spiderwick Chronicles ha catturato l’immaginazione dei bambini per due decenni, Screen Rant può presentare in esclusiva le copertine per l’ultima ristampa dei romanzi di Simon & Schuster. Il primo libro, intitolato The Field Guide, è stato pubblicato nel 2003 e ha rapidamente conquistato il mondo della letteratura per l’infanzia. […]

Perché Daemon e Rhaenyra parlano in alto valyriano
Perché Daemon e Rhaenyra parlano in alto valyriano

Attenzione: gli SPOILER per House of the DragonDaemon (Matt Smith) e Rhaenyra Targaryen (Milly Alcock) si parlano in alto valyrian in House of the Dragon, che è intrecciato con diversi significati codificati. Ambientato 200 anni prima degli eventi de Il Trono di Spade, House of the Dragon riporta in vita il Continente Occidentale al culmine […]