Asiatica Film Mediale

Come il regista di The Exorcist: Believer ha convinto Ellen Burstyn a tornare 50 anni dopo

Come il regista di The Exorcist: Believer ha convinto Ellen Burstyn a tornare 50 anni dopo
Erica

Di Erica

11 Agosto 2023, 20:53



Il regista David Gordon Green ha convinto Ellen Burstyn a tornare al suo iconico ruolo ne L’Esorcista dopo 50 anni attraverso una collaborazione significativa influenzata dall’autobiografia di Burstyn. La decisione di Burstyn di tornare mette in evidenza l’importanza del suo ruolo ne L’Esorcista: Believer, un sequel di eredità che pone il suo personaggio al centro dell’attenzione e la presenta come la potenziale salvatrice delle ragazze possedute dal demonio. Green, che in passato ha convinto Jamie Lee Curtis a tornare per la trilogia di Halloween, ha persuaso con successo Burstyn a superare la sua riluttanza a riprendere il suo ruolo nei sequel di L’Esorcista poco apprezzati, sottolineando l’importanza della sua presenza nel nuovo capitolo.

Il regista de L’Esorcista: Believer David Gordon Green rivela come ha convinto Ellen Burstyn a tornare dopo 50 anni. Da Green, il regista della recente trilogia di Halloween, L’Esorcista: Believer funge da diretto seguito del classico horror originale del 1973 del defunto regista William Friedkin. Burstyn ha interpretato Chris MacNeil, la madre di Regan posseduta da Linda Blair, in L’Esorcista, anche se non è tornata per nessuno dei sequel di minor successo.

In una nuova intervista con Total Film (tramite GamesRadar+) dopo che il trailer de L’Esorcista: Believer ha rivelato il suo ritorno, Green ha parlato di come ha convinto Burstyn a tornare come Chris MacNeil per il nuovo capitolo. Il regista dice di essersi ispirato all’autobiografia di Burstyn, Lezioni per diventare me stessa, che gli ha permesso di conoscere meglio l’attrice, e insieme hanno delineato un ruolo significativo per lei nel film. Ecco cosa ha condiviso Green:

“È incredibile. Ho letto la sua biografia e poi è diventato come una missione: potevo invitare una delle icone di Hollywood a riprendere questo ruolo che non interpretava da 50 anni? Questo è davvero un grande impegno. L’ispirazione che il suo libro mi ha dato in termini di prospettiva dopo il film e come il successo del film… Dico “successo”, ma ci sono state anche molte difficoltà e ostacoli a causa della notorietà del film. Così ho avuto l’opportunità di conoscerla e abbiamo scambiato letteratura e idee e abbiamo evoluto questo personaggio per renderlo significativo per Ellen, al di là di un semplice ritorno di Chris MacNeil”.

L’importanza di Chris MacNeil de L’Esorcista: Believer spiegata

Prima di Burstyn, Green aveva già convinto attrici a riprendere i propri ruoli iconici nell’horror. Il regista aveva infatti persuaso Jamie Lee Curtis a tornare nei panni di Laurie Strode per la sua recente trilogia di Halloween, anche se lei aveva già ripreso il ruolo in Halloween II, Halloween H20: 20 anni dopo e Halloween: Resurrection. La situazione di Burstyn era diversa dal momento che, dopo aver interpretato il ruolo nel film originale che le ha fruttato una nomination agli Oscar oltre a una lesione permanente alla colonna vertebrale durante la scena dell’esorcismo, non era interessata a tornare per i seguiti – L’Esorcista II: L’Eretico del 1977 e L’Esorcista III del 1990.

La scelta di Burstyn di tornare come Chris MacNeil dopo aver rifiutato i precedenti sequel sottolinea quanto sia importante il suo ruolo. L’Esorcista: Believer segue due ragazze possedute dal demonio e i loro genitori, che sono disperati e decidono di rivolgersi a Chris MacNeil, che ovviamente ha avuto un’esperienza simile 50 anni prima. Invece di un semplice remake, L’Esorcista: Believer è un sequel di eredità che rende omaggio all’originale mettendo in primo piano il personaggio di Burstyn, e potrebbe essere l’unica speranza di salvare le ragazze dal possesso demoniaco.

Fonte: Total Film (tramite GamesRadar+)
Data di uscita principale: L’Esorcista: Believer Data di uscita: 13 ottobre 2023


Potrebbe interessarti

Perché la storia d’amore di Ethan in Mission Impossible 7 termina in tragedia, spiegato dal regista.
Perché la storia d’amore di Ethan in Mission Impossible 7 termina in tragedia, spiegato dal regista.

Attenzione! Spoiler in arrivo per Mission: Impossible – Dead Reckoning Part One. Riassunto Il regista Christopher McQuarrie spiega che uccidere Ilsa è stata una decisione necessaria per la storia di Mission: Impossible 7 perché alza il livello di sfida e rende i cattivi più minacciosi. Dopo due film precedenti con una dinamica del “lo faranno […]

Punteggio Rotten Tomatoes di Heart of Stone continua una deludente serie su Netflix con Gal Gadot
Punteggio Rotten Tomatoes di Heart of Stone continua una deludente serie su Netflix con Gal Gadot

Sommario Il secondo film di Gal Gadot su Netflix, “Heart of Stone”, ha ricevuto recensioni negative, ottenendo un basso punteggio di approvazione del 30% su Rotten Tomatoes. La critica ha criticato la storia e la sceneggiatura di “Heart of Stone”, trovandola generica e ponendo dubbi sulla sua rappresentazione dell’intelligenza artificiale. Nonostante le recensioni negative, la […]