Asiatica Film Mediale

Come il nuovo film di Anna Faris, The Estate, ha fatto rivivere il suo amore per la recitazione

Come il nuovo film di Anna Faris, The Estate, ha fatto rivivere il suo amore per la recitazione
Erica

Di Erica

02 Novembre 2022, 18:49


Anna Faris rivela come lavorare alla commedia in uscita The Estate abbia contribuito a riaccendere il suo amore per la recitazione. Al momento in cui scrivo, Faris è probabilmente meglio conosciuta per il suo lavoro al fianco di Allison Janney nella sitcom Mom. Tuttavia, è stata una fedele star della commedia dall’inizio del millennio, quando ha recitato nel suo ruolo da protagonista nel ruolo di Cindy in Scary Movie del 2000, che ha ripreso in tre dei quattro sequel del film. Da allora, è apparsa in progetti cinematografici e televisivi tra cui Friends, Brokeback Mountain, Keanu e il remake del 2018 di Overboard.

Dopo il suo ruolo in Overboard, Faris ha fatto un passo indietro dal lavorare nei film fino a The Estate, che sarà presentato in anteprima nelle sale limitate il 4 novembre. The Estate vede Faris recitare al fianco di Toni Collette nei panni di una coppia di sorelle in lizza per essere inclusa nel film volontà della zia malata terminale, interpretata da Kathleen Turner. Il film, diretto da Dean Craig, diretto da Death at a Funeral, è interpretato anche da David Duchovny, Rosemarie DeWitt e Ron Livingston.

Screen Rant ha avuto l’opportunità di sedersi con Faris per discutere di The Estate e di come sia stato il primo film che ha girato dopo Overboard. Rivela che è stato sia il suo primo lavoro post-quarantena che il suo primo lavoro di recitazione dalla fine di mamma, e le ha ricordato quanto amasse recitare. Condivide che mentre lavorava con il cast dinamico del film, “Stavo solo assorbendo queste persone isteriche che sono anche così esperte. È stato ringiovanente per me”. Leggi la sua citazione completa di seguito:

Bene, [I took it because] Mi è stato offerto un lavoro. [Laughs] Ma aveva Toni Collette! Era in questo posto a New Orleans, ed era isterico. Mi ha davvero ricordato quanto [I loved it], perché non avevo fatto niente da quando la mamma è finita. È stato il mio primo lavoro dopo la quarantena. Non ero sicuro di quale fosse il mio rapporto con lo spettacolo in generale. Non sapevo cosa pensare del futuro per la prima volta nella mia vita, davvero.

Fare questo particolare progetto, interpretare questo personaggio, recitare con Toni e David [Duchovny] e Caterina [Turner] e rosmarino [DeWitt] e Ron [Livingston]. Nelle scene, li guardavo e sentivo che avrei dimenticato la mia battuta tutto il tempo perché stavo solo assorbendo queste persone isteriche che sono anche così esperte. È stato rigenerante per me.

Perché il mondo della commedia ha bisogno di Anna Faris

I fan di Faris saranno sicuramente gratificati nel sentire che l’attore ha ritrovato la sua passione. È un filo conduttore importante nel tessuto della commedia moderna, sia per i suoi apprezzati talenti comici che per la sua capacità di passare senza sforzo tra commedie di successo e ad alto budget e film indipendenti più discreti. Ha la capacità di eccellere in film come Scary Movie, The House Bunny e Qual è il tuo numero?, quindi si gira immediatamente per fornire dolcezza a indie più aspre come I Give It a Year o Lost in Translation. Questa è un’abilità che sarà probabilmente un enorme vantaggio per la comunità del cinema comico mentre cerca di trovare dove inserirsi in una cultura dell’era della pandemia in cui il successo teatrale è tutt’altro che garantito.

L’Estate la vede sicuramente in modalità indipendente, interpretando un personaggio che è più un fannullone disamorato rispetto al suo tipo normale. Si spera che il suo ringiovanimento la veda continuare a esplorare i personaggi sia al di fuori della sua zona di comfort che all’interno del set di abilità che ha portato gioia a così tante persone nel corso degli anni. Se il suo ritorno nell’industria cinematografica dovesse andare bene, si spera che possa sfruttare la sua notorietà da recitare in Mom e ospitare il podcast Anna Faris Is Unqualificated in una serie continua di solidi classici della commedia.


Potrebbe interessarti

Il regista di Black Panther 2 condivide Reaction To Creed 3
Il regista di Black Panther 2 condivide Reaction To Creed 3

Il regista di Black Panther: Wakanda Forever, Ryan Coogler, ha elogiato Michael. Il debutto alla regia di B Jordan, Creed III, che si aggiunge all’attesa per l’uscita del capitolo finale dell’esilarante storia di Adonis Creed. Coogler e Jordan condividono una lunga relazione professionale, lavorando insieme più volte nelle loro carriere ugualmente decorate. Nel 2013, il […]

I fratelli Russo rivelano quando torneranno al MCU
I fratelli Russo rivelano quando torneranno al MCU

Il duo di registi Joe e Anthony Russo rivelano quando torneranno al MCU. La coppia, conosciuta collettivamente come i fratelli Russo, è stata coinvolta in importanti progetti Marvel da quando ha co-diretto Captain America: The Winter Soldier nel 2014. Da allora, i fratelli Russo hanno diretto Captain America: Civil War, Avengers: Infinity Guerra e Avengers: […]