Asiatica Film Mediale

Cobra Kai: perché il calcio della gru di Daniel’s Karate Kid era illegale

Cobra Kai: perché il calcio della gru di Daniel’s Karate Kid era illegale
Erica

Di Erica

28 Ottobre 2022, 12:30


La serie sequel Cobra Kai rinnova la rivalità tra i personaggi di Karate Kid Johnny Lawrence e Daniel LaRusso, con il primo che si è lamentato più volte che l’iconico calcio della gru di Karate Kid del secondo nel film originale fosse una mossa illegale. Johnny non è solo un grave perdente, tuttavia, e più persone sono d’accordo. In effetti, molto prima di Cobra Kai, Barney Stinson ha discusso nella sitcom How I Met Your Mother. Gli attori di Lawrence e LaRusso Will Zabka e Ralph Maccio sono persino apparsi per mantenere vivo il dibattito attraverso i loro numerosi cameo HIMYM. Tuttavia, c’è una base per affermare che il calcio di Karate Kid è illegale?

Anche se sembra che Daniel e Johnny non si vedano da anni quando inizia Cobra Kai, una serie di eventi casuali li portano a incontrarsi da adulti. Johnny è ai minimi storici quando si ritrova faccia a faccia con il suo ex rivale nella premiere della serie. Ha senso che l’ex protetto del dojo Cobra Kai abbia nutrito rancore per il calcio della gru di Karate Kid – che per lui, probabilmente, ha cambiato l’intera traiettoria della sua vita (e sulla base del marketing a tema karate di Danny per la sua concessionaria di auto, forse anche la sua vita). Anche se sembra incredibilmente amareggiato – e Johnny odia davvero Daniel in modo sproporzionato rispetto a quello che è successo – anche l’ex studente Cobra Kai ha ragione. Sulla base delle regole del torneo dichiarate nei film, così come delle regole comuni per i tornei di karate giovanile nella vita reale, la mossa vincente è stata davvero uno sciopero illegale. Questo fa sorgere la domanda: perché a Daniel è stata assegnata la vittoria se il calcio di Karate Kid era illegale?

Perché il calcio della gru di Daniel in Karate Kid era illegale

Il calcio della gru di Karate Kid era una mossa illegale per due ragioni principali. Il primo è il più spesso citato nei dibattiti sul fatto che Daniel abbia tradito in Karate Kid – il fatto che Daniel abbia colpito Johnny in faccia. L’arbitro nel film elenca i colpi in faccia come non consentiti. Anche se questo non significa che Daniel abbia barato e avrebbe dovuto essere squalificato, significa che non avrebbe dovuto ricevere un punto per lo sciopero (come è stato). Anche l’attore Ralph Macchio, che interpreta Daniel nella trilogia originale e nella serie sequel, crede che il calcio di Karate Kid sia andato contro le regole, dicendo a The Wrap: “Nessun colpo in faccia era chiaramente qualcosa quando l’arbitro ha fatto l’elenco delle cose che cosa da non fare.”

Parte del problema nell’interpretazione delle regole all’interno del film è che sembrano incoerenti. Guardare le regole nei tornei di karate nella vita reale può far luce sulla questione. Sulla base delle regole della vita reale (tramite la Federazione nazionale di karate-do degli Stati Uniti), sembra che la mossa fosse illegale, ma non perché Johnny sia stato colpito in faccia. I colpi in faccia e i calci frontali sono effettivamente consentiti secondo queste regole, a condizione che il colpo non sia a palmo aperto. Poiché il torneo di karate di All Valley è una gara under 18, l’unico contatto con la faccia consentito è un calcio “jodan” con livello di contatto “tocco sulla pelle”. In parole povere, al concorrente è consentito solo un contatto leggero piuttosto che sferrare un colpo fisico. Questi tornei non sono partite UFC: l’obiettivo è non ferire il tuo avversario. I concorrenti sono valutati in base alla forma e alla tecnica tanto quanto a qualsiasi altra cosa, e la moderazione può effettivamente vincere una gara in questo senso. Oltre al calcio della gru di Daniel come mossa immaginaria, è stato anche un colpo in piena estensione che ha stordito il suo avversario. Secondo le regole ufficiali USA-NKF, Daniel avrebbe dovuto ricevere un’ammonizione o addirittura una penalità.

Perché non importa che il calcio della gru fosse illegale

In definitiva, non importa se il calcio della gru di Daniel in The Karate Kid ha sfidato le regole della vita reale, perché molti degli eventi nella scena di combattimento culminante del film sono del tutto immaginari. Il regista John G. Avildsen non stava cercando di realizzare un documentario sui tornei di karate nella vita reale, stava filmando il climax di un film campione d’incassi. Molte disposizioni dei tornei di arti marziali nella vita reale sono state ignorate perché avrebbero reso The Karate Kid meno divertente. Oltre ai requisiti generali di sportività che sarebbero costati a Cobra Kai punti significativi per il loro comportamento (le regole assegnano punti per cose come “atteggiamento sportivo” e “buona forma”), gli attacchi contro le articolazioni sono specificamente vietati. In particolare, i ripetuti colpi dei concorrenti di Cobra Kai al ginocchio di Daniel avrebbero comportato avvertimenti, sanzioni e, alla fine, squalifica.

Inoltre, è altamente improbabile che l’adolescente Daniel avrebbe potuto competere mentre era così visibilmente ferito. Ci sono disposizioni nelle regole per gli infortuni, incluso il requisito di una valutazione per determinare se ogni concorrente è idoneo a combattere. Ciò include disposizioni specifiche per gli infortuni derivanti da “effetto cumulativo di lesioni subite in un incontro precedente”. Questi sono rigorosamente rispettati, specialmente per i concorsi del girone under 18. Non solo i rischi di lesioni sono molto reali, ma le responsabilità, l’assicurazione e la tendenza contenziosa che molti hanno significano che gli organismi sportivi sono particolarmente cauti. Non solo la preoccupazione per il benessere di Daniel avrebbe portato a una squalifica nella vita reale per motivi di infortunio, ma anche le preoccupazioni che i suoi genitori avrebbero intrapreso un’azione legale avrebbero preso in considerazione. Nonostante il tocco reiki curativo del signor Miyagi, Daniel era ancora ferito dal precedente round — qualcosa a cui i giudici e gli arbitri avevano appena assistito. Se The Karate Kid fosse accaduto nella vita reale, la legalità del calcio della gru di Daniel non sarebbe stata un dibattito, perché non gli sarebbe mai stato permesso di tornare sul tappeto per farcela. Ciò avrebbe creato un finale piuttosto blando per il film e dimostra anche perché i tecnicismi delle gare di karate nella vita reale non dovrebbero avere troppa influenza sul modo in cui viene valutato il torneo immaginario in The Karate Kid.

Perché Daniel ha vinto l’All Valley Championship

Dal punto di vista narrativo, ha senso che il calcio della gru sia la mossa finale di Daniel. La tecnica è una specialità del signor Miyagi, e quindi, il giovane studente che la padroneggia in un modo così culminante rappresenta il viaggio di Daniel come studente. Poiché la tecnica è specifica del karate Miyagi-do, c’è anche il significato simbolico aggiuntivo: il gentile addestramento etico del Miyagi-do è superiore agli insegnamenti “senza pietà” di John Kreese al Cobra Kai. Anche nel mondo di Karate Kid, la vittoria ha un senso. Evitando le regole della vita reale, si potrebbe ancora sostenere che i film stabiliscono che i colpi al viso sono illegali. Tuttavia, dato quanto fosse stato antisportivo il comportamento di Cobra Kai, è del tutto credibile che i giudici e gli arbitri avrebbero ignorato l’unica violazione di Daniel e assegnato il trofeo al concorrente più meritevole. Alla fine, Johnny ha ottenuto ciò che si meritava.

Cobra Kai ha almeno affrontato i problemi con la vittoria di Daniel e la serie sequel osa sfidare il pubblico riguardo alla glorificazione della violenza da parte del franchise. La seconda stagione si conclude con una guerra nel dojo con conseguenze molto più tragiche di qualsiasi cosa sia accaduta negli amati film degli anni ’80. Detto questo, il film originale aveva in mente un tipo di messaggio molto diverso per i suoi spettatori: una storia perdente che ha ispirato gli spettatori a resistere alle loro paure e superarle. Pertanto, non importa se il calcio della gru di Karate Kid, spesso usato, fosse illegale. In un’interessante svolta metafiction, l’arbitro capo in The Karate Kid è stato interpretato da Pat E. Johnson, che in realtà ha formulato il sistema di punti di penalità utilizzato per i tornei di karate americani (tramite Martial Arts Action & Entertainment). Johnson è stato coinvolto in tutta la coreografia di combattimento del film e sarebbe stato perfettamente consapevole di ciò che era e non era consentito in un torneo del genere. Se Johnson era d’accordo con Daniel che ha battuto Johnny con un calcio di gru in faccia in The Karate Kid, forse anche il pubblico dovrebbe esserlo.

Illegale o no, Daniel LaRusso non ha mai smesso di prendere a calci le gru

Sebbene il calcio di Karate Kid non sia l’unica mossa illegale con cui Daniel-san riesce a farla franca sia in The Karate Kid che in Cobra Kai, ha continuato a usare la mossa fino all’età adulta. Il film originale degli anni ’80 non è l’unica volta in cui LaRusso fa la famosa mossa, ed è stato visto di recente nell’epica battaglia di Danny con Terry Silver nella stagione 5 di Cobra Kai. Il sequel, The Karate Kid 2, vede un altro calcio di gru quando Daniel combatte Chozen ad Okinawa durante il festival della danza O-bon. Questa è stata l’unica e unica volta in cui il caratteristico calcio della gru di Danny LaRusso è effettivamente fallito, poiché Chozen ha finito per evitare del tutto il colpo. Sebbene non sia stato utilizzato da Daniel, Miguel ha usato il calcio della gru nella stagione 1 di Cobra Kai nelle finali del torneo All Valley. I fan hanno dovuto aspettare 5 stagioni per vedere l’adulto Daniel-san eliminare la mossa iconica, nella suddetta lotta contro Terry Silver alla fine della stagione 5 di Cobra Kai. In effetti, il calcio della gru di Miyagi-do è una mossa così famosa all’interno dell’universo di Karate Kid a cui viene fatto riferimento più volte nei film e in Cobra Kai, anche se deve ancora essere visto se apparirà nel riavvio di Karate Kid del 2024.

Alla fine, ovviamente non importa se il famoso calcio di Karate Kid è illegale nel regno dei tornei di karate under 18. I film non devono seguire le regole della vita reale, a patto che ci sia una ragione narrativa dietro queste scelte. Alla fine Daniel aveva bisogno di una mossa unica e spettacolare per sconfiggere il bullo Johnny e Cobra Kai una volta per tutte – e il calcio della gru ha soddisfatto perfettamente questa esigenza. La mossa è diventata così iconica che viene citata quasi ogni volta che c’è un montaggio parodia di allenamento di arti marziali in un film o in uno spettacolo. L’ovvio buco della trama è che le regole su mosse come il calcio della gru sono menzionate in The Karate Kid, e poi vengono immediatamente infrante quando Daniel vince il torneo con uno. Tuttavia, la mossa stessa è sinonimo del franchise di Karate Kid, tanto che si è fatta strada in Cobra Kai. È probabile che Daniel-san e il resto del suo dojo continueranno a usare il calcio della gru e con ottimi risultati. Quindi, alla fine, il pubblico rimarrà felice.


Potrebbe interessarti

Enola Holmes 2 Prime recensioni Elogia Millie Bobby Brown e Henry Cavill fanno squadra
Enola Holmes 2 Prime recensioni Elogia Millie Bobby Brown e Henry Cavill fanno squadra

Sebbene le prime recensioni di Enola Holmes 2 siano divise sul merito generale del film, elogiano quasi universalmente il collegamento tra Enola di Millie Bobby Brown e Sherlock di Henry Cavill come il momento clou del sequel di prossima uscita. Basato sui romanzi per giovani adulti dell’autrice Nancy Springer, il franchise di Enola Holmes si […]

Il CEO di Blumhouse si veste da icona del film horror M3GAN per Halloween
Il CEO di Blumhouse si veste da icona del film horror M3GAN per Halloween

Jason Blum svela la sua impressionante trasformazione di Halloween in M3GAN, il robot AI del prossimo film horror di Blumhouse. Essendo uno degli studi più importanti nel genere horror, Blumhouse ha avuto un anno incredibilmente forte di uscite di successo, da The Black Phone di questa estate guidato da Ethan Hawke alla recente uscita di […]