RecensioniCara recensione di Zoe: il sincero strappalacrime di Wells...

Cara recensione di Zoe: il sincero strappalacrime di Wells lotta in modo narrativo [SDIFF]

-


Sadie Sink ha dimostrato di essere una forza da non sottovalutare negli ultimi cinque anni. Dalla sua prima apparizione come Max Mayfield in Stranger Things di Netflix alla sua più recente acclamata interpretazione in The Whale di Darren Aronofsky, la giovane attrice non mostra limiti a dove il suo talento può portarla. L’ultima performance mozzafiato di Sadie la vede sopportare il pesante peso emotivo della perdita di una persona cara. Basato sull’omonimo romanzo americano del 2005, Dear Zoe coglie uno scorcio sincero di dolore quando il mondo circostante affronta i propri problemi. Il regista Gren Wells realizza un film tenero, ma narrativamente sbilanciato, che accentua il dono che è il talento di Sadie Sink.

Un anno dopo che la sua famiglia ha subito una perdita inimmaginabile, Tess DeNunzio (Sink) lotta per superare il suo tremendo dolore. Incapace di guarire come sembra stia facendo la sua famiglia, scrive una sincera lettera alla sua sorellina morta Zoe. In esso, Tess riflette su ciò che ha perso e sulla sua resistenza alla guarigione. Quando nulla sembra funzionare, si rivolge al padre estraneo Nick DeNunzio (Theo Rossi) e rimane con lui per diverse settimane. Lì, Tess trova amore e sostegno in modi sorprendenti, dandole la speranza di un nuovo viaggio di recupero emotivo.

Mckenzie Noel Rusiewicz e Sadie affondano in Dear Zoe

Dear Zoe offre una visione modesta del dolore e del senso di colpa per una ragazza di 15 anni che sta ancora imparando a esistere in un mondo frenetico. È interessante notare che il film si svolge un anno dopo gli attacchi dell’11 settembre, in cui sono stati messi in mostra tutti i lati dell’umanità. Sebbene la funzione si svolga durante il periodo 2001-2002, non molto al di fuori di diversi video di richiamo alla tragedia aiuta a plasmare il periodo. Eppure, quell’aspetto ha dato agli sceneggiatori Marc Lhormer e Melissa Martin un vantaggio per concentrarsi su Tess e sul suo viaggio emotivo. Nonostante tutto quello che sta succedendo nel mondo, questi eventi sono meno importanti per Tess quando si verifica una tragedia personale.

Sebbene Wells inquadri la crescita di Tess come se avvenisse in tempo reale, il ritmo della storia può inibire gli spettatori dal riuscire a comprendere appieno il tributo che la sua perdita ha avuto su di lei. Gli spettatori raramente intravedono la tragedia di Tess, ed è difficile dire chi sia da adolescente. Di conseguenza, è difficile razionalizzare le sue reazioni e risposte agli eventi, costringendo il pubblico a sentirsi disconnesso nonostante sia una storia ragionevolmente riconoscibile per chiunque abbia subito una perdita. Alla fine, tutto si riduce all’opportunità sprecata di fare uno sforzo potente e toccante su come il dolore e il senso di colpa possono cambiare una persona nel tempo.

Theo Rossi e Sadie affondano in Dear Zoe

All’interno della sceneggiatura, ci sono anche occasioni perse per mostrare come affrontare il dolore frontalmente consenta una connessione con la persona che è morta. In Dear Zoe, le once di felicità che Tess riesce a provare tendono a provenire dagli altri, poiché evita del tutto il suo dolore. È un messaggio interessante da inviare, ma in questi momenti Sadie Sink offre una performance ricca di sfumature emotiva, dimostrando che può reggere il confronto con veterani esperti. Eccezionale anche Theo Rossi. In quasi tutte le scene, Rossi si esibisce con grazia commovente e offre una performance riccamente impressionante con una presenza così confortante e calmante. Sarà incredibilmente facile per il pubblico essere coinvolto in tutto ciò che fa sullo schermo. Se non altro, l’intero cast spinge il film di Wells a guardare solo le esibizioni.

L’ultimo film di Gren Wells sembra sincero e si impegna in una sceneggiatura in cui i punti di forza risiedono nelle connessioni tra i suoi personaggi. Anche se si perde del potenziale quando si tratta di rivelare dettagli intricati sul dolore e il senso di colpa, la sceneggiatura di Lhormer e Martin consente a Sink e Rossi di assumere il pieno controllo emotivo del progetto. Offrono interpretazioni tenere in grado di rubare il cuore dei suoi spettatori che hanno subito una perdita e hanno trovato conforto nel riconnettersi con la famiglia, portando a momenti strappalacrime che dureranno per tutto il film. È uno sforzo genuino nonostante i suoi limiti e vale sicuramente la pena guardarlo.

Dear Zoe è stata presentata al San Diego Film Festival del 2022. Il film uscirà in sale limitate il 4 novembre. Dura 94 minuti ed è classificato come R per l’uso di marijuana da parte di adolescenti.

Ultime News

La tosta principessa Peach del film di Super Mario Bros. conquista i fan

Un nuovo cambiamento nell'imminente film di Super Mario Bros. è stato accolto calorosamente dai fan. Nintendo e...

Zoe Saldaña di Avatar, GOTG e Star Trek si fa sincera sulle lotte per il franchising

Zoe Saldaña, star della serie di film Avatar e Guardiani della Galassia, parla delle sue lotte mentre lavorava...

Violent Night Early Recensioni Film d’azione di Praise Killer Santa

Le prime recensioni di Violent Night nominano Babbo Natale sorprendentemente letale di David Harbour come il momento clou...

L’attore di DiNozzo dell’NCIS esprime interesse per il ritorno dello show

L'attore di Tony DiNozzo, Michael Weatherly, esprime interesse per il ritorno all'NCIS. Il terzo spettacolo live-action con...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te