Asiatica Film Mediale

Bussare alla baita sarebbe stato molto meglio con il colpo di scena finale del libro

Bussare alla baita sarebbe stato molto meglio con il colpo di scena finale del libro
Erica

Di Erica

05 Febbraio 2023, 22:25


Avvertenza: spoiler per Knock at the Cabin avanti.

Sebbene segua in gran parte la storia del libro Cabin at the End of the World di Paul Tremblay, Knock At The Cabin di M. Night Shyamalan sarebbe stato ancora migliore con il colpo di scena finale del libro. Dopo che il suo ultimo film originale Old non è riuscito a soddisfare il pubblico, Shyamalan ha adattato il romanzo incentrato su un’apocalittica invasione domestica. Quando Andrew (Ben Aldridge) ed Eric (Jonathan Groff) portano la loro figlia Wen (Kristen Cui) in una capanna per una vacanza in famiglia, diventano il bersaglio di quattro sconosciuti, Leonard (Dave Bautista), Sabrina (Nikki Amuka-Bird), Redmond (Rupert Grint) e Adriane (Abby Quinn) che dicono loro che se uno di loro non si sacrifica volontariamente, il mondo finirà.

Andrew, Eric e Wen si trovano di fronte a una scelta davvero impossibile da una posizione indicibilmente orribile; se scelgono di non sacrificare uno del loro trio, uno dei visitatori verrà ucciso finché l’apocalisse non sarà inevitabile. Shyamalan è noto per i colpi di scena in Il sesto senso e Segni, ma anche con il più grande colpo di scena nel materiale originale, sceglie un finale alternativo. L’amore che la famiglia ha l’uno per l’altro ha pesato contro il destino del mondo, costringendo uno di loro a decidere se i bisogni dei molti superano i bisogni dei pochi sarebbe stato molto più incisivo se il sacrificio del libro fosse stato mantenuto.

La figlia avrebbe dovuto morire, non Eric

Nel romanzo, una colluttazione tra prigionieri e carcerieri per una pistola provoca l’uccisione accidentale di Wen, il che non soddisfa le “regole” del sacrificio e avrebbe dovuto essere lasciato nel film come la svolta straziante che è. L’apocalisse accade ancora perché lei non ha dato volontariamente la sua vita per l’umanità, il che significa che Andrew ed Eric hanno una scelta; uno di loro può fare il sacrificio, lasciando l’altro completamente solo, oppure possono vagare per il mondo come gli ultimi sopravvissuti in una terra desolata distopica. Invece dei due uomini che si rifiutano di impegnarsi nell’enigma, Shyamalan altera il finale in modo che Eric prenda la decisione di sacrificarsi.

Il romanzo rende l’apocalisse molto più ambigua, ei personaggi centrali di Knock at the Cabin tagliati fuori nella cabina non hanno modo di sapere veramente se il mondo finirà o meno a causa della loro decisione. Mantenere la morte di Wen nel film avrebbe permesso ad Andrew ed Eric di sentire tutto il peso dell’ingiustizia del mondo, la natura effimera del destino e come la crudeltà del mondo nei loro confronti come coppia dello stesso sesso si è estesa alla tragedia della loro figlia. Avrebbe fatto sembrare reale e guadagnata la loro decisione di correre il rischio con l’apocalisse, ma Shyamalan sembrava più preoccupato se li faceva sembrare egoisti.

Knock At The Cabin’s Original Twist avrebbe avuto più peso e sarebbe stato più scioccante

Modificando il colpo di scena originale di Knock at the Cabin, il finale del film non è così d’impatto o scioccante. In effetti, cambia completamente il messaggio ei temi del libro di Tremblay. Nel tentativo di risolvere un problema unico dei film di Shyamalan, il finale è esplicitamente legato; Eric si sacrifica e Andrew e Wen si imbattono in un mondo proprio quando l’apocalisse è finita. Dato che Eric è quello che si sacrifica, incarna il porgere l’altra guancia proteggendo un mondo che lo ha trattato male mentre respinge la prospettiva di Andrew secondo cui dovrebbero prendersi cura l’uno dell’altro perché il mondo non lo ha mai fatto.

Non solo la morte di Wen sarebbe stata scioccante, il fatto che fosse insensata e non soddisfacesse nemmeno i requisiti dei “Quattro Cavalieri” avrebbe creato una svolta migliore. Quindi, dopo che tutti i visitatori erano morti, Andrew ed Eric si sarebbero diretti verso l’ignoto per determinare se uno di loro avrebbe dovuto uccidere l’altro se condannava chiunque sopravvivesse a soffrire per sempre. Per qualcuno che ama una fine che solleva più domande di quante ne risponda, Shyamalan ha evitato il finale stimolante che era proprio di fronte a lui a favore di qualcosa di più pulito e poco originale del materiale originale di Knock at the Cabin.


Potrebbe interessarti

La spiegazione della scelta del cattivo di Quantumania sfata la teoria della morte di Ant-Man
La spiegazione della scelta del cattivo di Quantumania sfata la teoria della morte di Ant-Man

Una spiegazione del motivo per cui Kang il Conquistatore è stato scelto come cattivo principale in Ant-Man and the Wasp: Quantumania aiuta a sfatare la teoria prevalente secondo cui Scott Lang incontrerà la sua fine nel sequel di Ant-Man. Interpretato da Paul Rudd, Quantumania sarà il terzo film di Ant-Man e la quinta apparizione di […]

La configurazione del vibranio di Black Panther 2 rende un personaggio degli X-Men così potente
La configurazione del vibranio di Black Panther 2 rende un personaggio degli X-Men così potente

Black Panther: Wakanda Forever ha reso il vibranio più diffuso che mai nell’MCU, creando potenzialmente un grande cattivo degli X-Men per essere incredibilmente potente. I mutanti vengono lentamente introdotti nell’MCU con nuovi personaggi come Ms. Marvel di Kamala Khan e Namor, il sovrano sottomarino di Talokan. Tuttavia, l’imminente introduzione degli X-Men veri e propri probabilmente […]