Notizie FilmBoba Fett risolve 3 grandi problemi di tradizione mandaloriana

Boba Fett risolve 3 grandi problemi di tradizione mandaloriana

-


The Mandalorian ha presentato un lato della cultura e della tradizione mandaloriana che sembrava incoerente con il canone di Star Wars precedentemente stabilito, ma grazie a The Book of Boba Fett, quei problemi di tradizione percepiti sono stati risolti. Nell’episodio più recente, Din Djarin è al centro della scena mentre Boba Fett si prende una settimana di riposo, e torna alla sua congrega per organizzare una grande discarica di tradizioni mandaloriane.

I mandaloriani non compaiono in nessuno dei film di Star Wars, ma l’armatura mandaloriana di Boba Fett ha ispirato una serie di storie dell’Universo Espanso per dare corpo ai guerrieri mandaloriani (anche se Fett stesso non è in realtà mandaloriano). Quelle storie di “Star Wars Legends” non fanno parte del moderno canone di Star Wars sotto la Disney, quindi la tradizione mandaloriana viene ricostruita da zero. Molto è stato stabilito nell’animazione di Star Wars, e ora viene ampliato in The Mandalorian e nell’episodio più recente di The Book of Boba Fett.

È interessante notare che quando i Mandaloriani hanno debuttato nel live-action, la loro cultura non era esattamente allineata con il canone stabilito. Avevano una devozione religiosa a qualcosa chiamato “La Via” e seguivano regole estreme come il fatto di non togliersi mai l’elmo. Il motivo di molte di queste incongruenze percepite nel canone che circonda la tradizione mandaloriana è stato parzialmente spiegato quando Bo Katan è apparso nella stagione 2 di The Mandalorian, ma ora l’episodio 5 di The Book of Boba Fett riporta The Armourer e Paz Vizsla per spiegare ancora di più.

Mandalore è caduto perché Bo Katan ha violato le regole della spada oscura

In Star Wars Rebels, Sabine Wren dona la spada oscura a Bo Katan Kryze, assegnandole il titolo di Mand’alor e l’autorità rituale per resistere al governo di Mandalore, che desidera esercitare per ricostruire la loro presenza sul loro pianeta natale dopo che erano stati sconfitto dall’Impero negli anni successivi alla fine delle Guerre dei Cloni; tuttavia, quando Din Djarin cerca di fare lo stesso dopo averlo vinto in combattimento da Moff Gideon, si rifiuta di accettarlo. Gideon ha informato che Din the Darksaber può essere giustamente rivendicato solo in un processo in combattimento, il che sembra contraddire gli eventi di Star Wars Rebels.

Si scopre che l’accettazione della spada oscura da parte di Bo Katan in Star Wars Rebels violava il processo per regola di combattimento. Come dice l’armiere, Bo Katan è un “racconto cautelativo” perché la spada oscura è stata “donata a lei e non vinta per credo”. Il motivo per cui è un ammonimento è perché la decimazione di Mandalore da parte dell’Impero e Moff Gideon che è venuto a possedere la lama è avvenuta sotto la sua sorveglianza. Non è chiaro se il credo abbia o meno un’influenza soprannaturale sul destino e sul fato, ma data la sequenza degli eventi, le regole del credo sono dimostrate vere dall’Impero che decima la città di Mandalore nella Notte delle Mille Lacrime, che disperse il popolo Mandaloriano in tutta la galassia. The Armourer dice che Bo Katan e la casa Kryze “hanno perso di vista La Via… e abbiamo perso il nostro mondo”.

Qual è il Credo Mandaloriano di “The Way” è l’opposto del Codice Jedi

Nel moderno canone di Star Wars, i Mandaloriani erano raffigurati come un popolo guerriero con il proprio governo e cultura distinti separati dalla Repubblica o dall’Impero, cosa abbastanza rara nelle società viste in altre storie ambientate in quei tempi. I Mandaloriani e i Jedi per lo più andavano d’accordo, ma ci sono numerosi riferimenti a una faida storica tra i due gruppi, e The Book of Boba Fett rivela una delle filosofie fondamentali che separavano i Jedi dai Mandaloriani.

Nella prima stagione di The Mandalorian, i Mandaloriani usano spesso la frase “This is the Way” come una sorta di mantra di chiamata e risposta, ma non è mai esattamente chiaro cosa sia “The Way” al di fuori del fatto ovvio che è una sorta di credo di in cui viveva questa setta di Mandaloriani. Quando The Armourer dice a Din Djarin Grogu che viene addestrato come Jedi significa che gli verrà insegnato a rinunciare a ogni attaccamento, Din rivela che le due filosofie sono fondamentalmente opposte: “Questo è l’opposto del nostro credo. Lealtà e solidarietà sono la via”. Questo crea un conflitto interessante per Grogu, che Ahsoka ha già rifiutato di addestrare a causa del suo attaccamento a Mando. Con Din che lo considera ancora un trovatello e lo cerca per consegnare un dono di beskar, è possibile che queste due filosofie arrivino al culmine, implicando un potenziale conflitto o importanti cambiamenti filosofici per Luke, Din o persino Grogu mentre decidono il corretto “modo ” per allevare Grogu.

Perché la congrega di Mando non si toglie il casco, ma altri mandaloriani lo fanno

Quando The Armourer e Paz Vizsla sono tornati ne Il libro di Boba Fett, abbiamo finalmente imparato qualcosa in più su cosa distingueva i Mandaloriani di Din Djarin dai Mandaloriani mostrati in Star Wars: The Clone Wars e Star Wars Rebels. Gli spettacoli animati di Star Wars hanno visitato diverse case, clan e sette Mandaloriane, inclusa la Casa Kryze, che ha guidato il governo pacifista di New Mandalore su Mandalore durante le Guerre dei Cloni; Clan Vizsla, che guidò la ribellione militaristica nota come Death Watch contro i Nuovi Mandaloriani dalla luna di Concordia di Mandalore (chiamati colloquialmente anche “Mauldalorians” a causa del loro tempo come parte del Collettivo Ombra di Darth Maul quando dipingevano la loro armatura di nero e rosso e diedero le corna ai loro elmi); Clan Wren (parte della Casa Vizsla) su Knowest, una delle poche roccaforti mandaloriane sopravvissuta negli ultimi anni della Guerra Civile Galattica tra l’Impero e l’Alleanza Ribelle; Clan Saxon (anche parte della Casa Vizsla), che guidava i Mandalorian Super Commando che facevano parte di Death Watch, il Collettivo Ombra di Darth Maul (dove mettevano le corna sui loro elmi e dipingevano la loro armatura di rosso e nero per abbinarsi all’ex Sith), e servì persino come esecutori dell’Imperatore contro altri Mandaloriani durante la Guerra Civile Galattica, modificando ancora una volta la loro armatura, questa volta per assomigliare di più agli assaltatori; con apparenze e riferimenti a numerose altre famiglie, gruppi e tradizioni Mandaloriani, che erano tutti definiti dalle proprie idiosincrasie, ma mantenevano ancora gli stessi principi di base della cultura Mandaloriana.

Il Mandaloriano ha introdotto la setta più radicale di Mandaloriani mai vista, la Tribù, membri dei Figli della Guardia, la cui devozione religiosa a “La Via” li ha distinti da tutti gli altri gruppi Mandaloriani visti fino a quel momento, introducendo una serie di regole estreme come come il fatto che non avrebbero mai dovuto togliersi l’elmo. Bo Katan si riferisce ai Children of The Watch come a un “culto di fanatici religiosi che si sono staccati dalla società mandaloriana” che mirava a ripristinare “l’antica via”. Bo Katan può vederli come estremisti che si sono “allontanati” dalla società mandaloriana, ma è chiaro che i Children of the Watch si considerano gli unici veri aderenti alla tradizione mandaloriana, incolpando la caduta di Mandalore sulla casa Kryze “perdita della strada”.

In The Book of Boba Fett, The Armourer rivela che la loro setta sarebbe stata distrutta durante la grande epurazione se non fossero stati “rinchiusi sulla luna di Concordia”, suggerendo legami ancora più forti con i Death Watch di Pre Vizsla, dato lo stesso pianeta natale , la presenza di Paz Vizsla come membro e l’uso simile di “Watch” nel loro nome. Death Watch non seguiva la stessa regola del casco, ma aveva una visione molto più tradizionalista per i Mandaloriani, credendo che fosse una violazione per House Cryze istituire un governo pacifista. Death Watch possedeva anche la Darksaber e ne rispettava l’autorità, quindi quando Bo Katan l’ha accettata come un dono e Mandalore è caduto, potrebbe averli spinti a un’adesione ancora più rigorosa all’antica Via Mandaloriana, poiché The Armourer ha affermato che “solo coloro che hanno camminato La via sfuggì alla maledizione profetizzata nel credo.” Credono che The Way abbia assicurato la loro sopravvivenza dopo The Great Purge e alla fine porterà al loro ritorno a Mandalore. Se credono che una violazione del credo sia il motivo per cui l’impero mandaloriano è caduto, ha senso il motivo per cui dovrebbero appoggiarsi anche alle regole più estreme, come la regola di non togliersi mai l’elmo.

Naturalmente, Din Djarin si è tolto l’elmo un certo numero di volte, e dopo aver sconfitto Paz Vizsla in combattimento per la Darksaber, lo ammette a The Armourer, che dichiara di non essere più un Mandaloriano. Tuttavia, a causa di altri principi di The Way, non è stato privato della sua armatura Beskar, del suo sigillo del Clan Mudhorn, o persino della Darksaber, quindi la ex-comunicazione potrebbe essere vera solo per i due membri rimanenti di The Tribe, mentre Bo Katan e gli altri Mandaloriani rimasti potrebbero non seguire lo stesso dogma. Anche così, se a Darth Maul fosse stata data l’autorità su Mandalore quando aveva la spada laser, non c’è motivo di credere che Din Djarin sarebbe stato rifiutato fintanto che ce l’ha, a meno che non gli venga sottratto durante il processo in combattimento, anche se anche in questo caso c’è un sacco di Clan Mandaloriani che non sono nati su Mandalore, e ovviamente non hanno problemi con la rimozione dell’elmo, quindi, per ora, sembra che ci siano solo due persone che vedono Din solo come un “ex Mandaloriano”, a meno che la stessa devozione di Din a La Via è ancora abbastanza forte da potersi considerare un emarginato.

Indipendentemente da ciò, la breve visita di The Book of Boba Fett con The Tribe includeva abbastanza nomi pesanti per creare un’intera stagione di MacGuffins, quindi The Armourer che dice a Din che può purificarsi nell ‘”acqua viva” di Mandalore probabilmente indica un’altra ricerca per Din da intraprendere quando The Mandalorian ritorna nella stagione 3. Con Din in possesso della Darksaber e Bo Katan che desidera riprendere Mandalore, è del tutto possibile che Din possa fungere da forza unificante per i restanti Mandaloriani, inclusi anche i Figli della Guardia, il che significa potrebbe essere in arrivo un sacco di nuova tradizione mandaloriana.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

Questi sono gli anime chiave che hanno fatto piangere di più i giapponesi

il portale giapponese netlab ha condotto un sondaggio tra i suoi lettori con la domanda «Qual è l'anime...

Inu ni Nattara Suki na Hito ni Hirowareta svela il suo primo trailer

Sul sito ufficiale per l'adattamento anime del manga ecchi scritto e disegnato da Itsutsu Furukawa, Inu ni Nattara...

Le light novel Danjo no Yuujou wa Seiritsu suru? avranno un anime

La casa editrice Kadokawa ha emesso un comunicato stampa annunciando che le light novel scritte da ninna nanna...

Tensei Shitara Ken Deshita Anime rivela la data della premiere con il trailer

Sul sito ufficiale dell'adattamento anime delle light novel scritte da Yu Tanaka e illustrato da MALATO, Tensei Shitara...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te