Asiatica Film Mediale

Better Call Saul Showrunner riflette sul casting di Rhea Seehorn come Kim

Better Call Saul Showrunner riflette sul casting di Rhea Seehorn come Kim
Debora

Di Debora

09 Luglio 2022, 19:38


Lo showrunner di Better Call Saul riflette su quanto sia stata importante l’attrice Kim Rhea Seehorn per lo sviluppo generale della serie. Lo spettacolo è uno spin-off di uno dei programmi di punta di AMC, il dramma Breaking Bad, che ha seguito Bryan Cranston nei panni di Walter White, un insegnante di chimica delle superiori che si è dedicato alla produzione di metanfetamine dopo aver scoperto di avere una malattia mortale. Quello spettacolo è andato in onda nel 2013 dopo cinque stagioni ed è stato seguito due anni dopo da Better Call Saul. La serie è un prequel che descrive in dettaglio le origini del disonesto avvocato di Bob Odenkirk, Saul Goodman, apparso in 43 episodi di Breaking Bad. In particolare, segue Odenkirk nei panni di Jimmy McGill prima che abbracciasse completamente il suo personaggio di Saul.

Sebbene lo spettacolo sia incentrato sul personaggio di Breaking Bad, ci sono molti nuovi volti che popolano il mondo di Better Call Saul. Uno degli appuntamenti principali della serie è il personaggio di Seehorn, Kim Wexler. Kim, che è apparsa in ogni episodio della serie, è un avvocato che originariamente ha incontrato Jimmy quando ha accettato un lavoro presso il suo studio legale Hamlin, Hamlin & McGill, e alla fine si è innamorata di lui nel corso della serie. Come qualcuno che entra in una relazione con il futuro Saul Goodman, ha sicuramente dovuto esporre il suo lato oscuro più di una volta nel corso delle sei stagioni di Better Call Saul.

Lo showrunner di Better Call Saul Peter Gould ha recentemente parlato con il New York Times in vista degli episodi finali della serie. Ha riflettuto sullo sviluppo iniziale dello spettacolo e su come il casting di Kim Wexler fosse di vitale importanza per quello che è diventato Better Call Saul. Oltre a rivelare il fatto che Seehorn era l’unica attrice che consideravano, ha detto che senza il modo in cui ha sviluppato quel personaggio originariamente e nel tempo, sarebbe stato “uno spettacolo molto diverso”. Leggi la sua citazione qui sotto:

Non c’era nemmeno una seconda scelta remota. Se non avessimo scelto Rhea Seehorn per questo ruolo, parleremmo di uno spettacolo molto diverso in questo momento.

All’epoca, scegliere Seehorn poteva sembrare una scelta insolita. Prima che Better Call Saul iniziasse nel 2015, l’attrice era ampiamente conosciuta per le serie comiche e in effetti era appena uscita da un periodo di 38 episodi nella sitcom Whitney. Tuttavia, Gould e co. ho visto chiaramente qualcosa in lei che ha plasmato in meglio l’intera serie.

Dato che Kim non compare durante gli eventi di Breaking Bad, è improbabile che Better Call Saul finisca bene per lei. Gli ultimi sei episodi andranno in onda su AMC a partire da lunedì 11 luglio, quindi le risposte sul destino del suo personaggio arriveranno presto. Mentre i fan aspettano con il fiato sospeso, possono almeno essere certi che la storia che lo show è stato in grado di raccontare non avrebbe potuto essere la stessa senza di lei.

Fonte: Il New York Times

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }


Potrebbe interessarti

Soldier Boy tornerà nella quarta stagione di The Boys (e come può)?
Soldier Boy tornerà nella quarta stagione di The Boys (e come può)?

ATTENZIONE: Spoiler in vista del finale della terza stagione di The Boys Ecco perché Soldier Boy di Jensen Ackles potrebbe – e probabilmente dovrebbe – tornare nella stagione 4 di The Boys. Nonostante un elenco di nuove entusiasmanti aggiunte, nessun personaggio è entrato nella stagione 3 di The Boys con lo stesso entusiasmo di Soldier […]

Perché la stagione 3 di The Boys non ha ucciso un grande Supe come i fumetti
Perché la stagione 3 di The Boys non ha ucciso un grande Supe come i fumetti

Attenzione: spoiler in vista per la stagione 3 di The Boys. Lo showrunner di The Boys Eric Kripke spiega perché la regina Maeve (Dominique McElligott) non è morta nel finale della terza stagione come nei fumetti. Dopo il successo delle due precedenti iterazioni, la terza stagione ha alzato la posta sull’audace serie di satira sui […]