Notizie Serie TVBetter Call Saul Midseason 6 Premiere spiega 6 Breaking...

Better Call Saul Midseason 6 Premiere spiega 6 Breaking Bad Moments

-


Gli spettatori di Breaking Bad avrebbero ricreato quel meme sullo schermo di Leonard DiCaprio durante “Point & Shoot” della sesta stagione di Better Call Saul: ecco tutti i momenti memorabili spiegati dall’episodio. Dopo aver preso una breve pausa dopo la morte scioccante di Howard Hamlin nel finale di metà stagione, Better Call Saul non si rilassa esattamente di nuovo, con la stagione 6, episodio 8 con la tanto attesa resa dei conti tra Gustavo Fring e Lalo Salamanca.

“Point & Shoot” si concentra interamente sul capitolo finale di questa guerra in corso tra menti criminali. Lalo usa Jimmy e Kim come distrazione per infiltrarsi nel superlab di Gus. Gus svela rapidamente lo stratagemma, affronta il suo rivale e si verifica un’inevitabile sparatoria, con la pazienza e la preparazione tipiche di Fring che gli valgono una vittoria combattuta. Uccidere Lalo Salamanca consolida Gus Fring come il pubblico cattivo conosce e ama di Breaking Bad, ma “la forma finale di Gus” non è l’unico Breaking Bad-ism Better Call Saul stagione 6, episodio 8 imposta.

Tra tesi contrasti, accuse feroci e un frigorifero in acciaio inossidabile nuovo di zecca, “Point & Shoot” di Better Call Saul risponde ad alcune domande di Breaking Bad che gli spettatori si sono poste sin dall’inizio e altre che nessuno sapeva nemmeno fare. Questi sono i momenti di Breaking Bad che Better Call Saul ha ora contestualizzato ufficialmente.

La linea Breaking Bad “Ignacio” di Saul Goodman

Facilmente la più grande risposta del mistero “Point & Shoot” è la battuta di “Ignacio” di Saul Goodman da Breaking Bad stagione 2 – una battuta che è diventata accidentalmente la genesi di un intero spin-off. Walt e Jesse rapiscono Saul e lo portano nel deserto, ma l’avvocato li scambia per scagnozzi di Salamanca e chiede “Ti ha mandato Lalo?” Quindi supplica: “Non sono stato io, è stato Ignacio”. Il pubblico è stato lasciato a riflettere su come Jimmy abbia sconvolto Lalo e perché l’avvocato in preda al panico stesse incolpando un tizio chiamato Ignacio.

Better Call Saul stagione 6, episodio 8 affronta definitivamente tutto quanto sopra. Quando Lalo inizia a legare Jimmy in “Point & Shoot”, spiega che Ignacio ha aiutato a progettare un tentativo di omicidio sponsorizzato da Fring, e poiché Ignacio ha anche portato Jimmy nella cerchia del cartello, l’avvocato ora cade nel sospetto. Jimmy cerca disperatamente di spiegare che il responsabile era solo Nacho (il che è vero, anche se Jimmy aveva la minima idea che l’assassinio sarebbe avvenuto) e pronuncia la sua stessa battuta da Breaking Bad: “Non sono stato io, è stato Ignacio”.

Poiché Jimmy non vede mai il cadavere di Lalo Salamanca, forse non crede mai che il gangster sia morto, avendo già preso la parola di Mike una volta e visto un fantasma a forma di Lalo tornare in vita. Forse Jimmy si chiede per sempre se Lalo potrebbe un giorno imbrogliare di nuovo la morte, quindi punirlo per un presunto coinvolgimento nell’attacco al complesso di Salamanca. Quindi, quando Walt e Jesse guidano Saul Goodman nel deserto nella seconda stagione di Breaking Bad, Jimmy presume che ci sia Lalo dietro il rapimento e ancora una volta cerca di esprimere come Nacho fosse il vero colpevole.

Come bonus aggiuntivo, la scena spiega chiaramente perché Saul Goodman usa “Ignacio” in Breaking Bad nonostante abbia chiamato solo il personaggio di Michael Mando “Nacho” in Better Call Saul. Lalo Salamanca ha usato “Ignacio” durante il loro confronto in appartamento, quindi quando Jimmy pensa che Lalo lo abbia rapito circa sei anni dopo, è logico che rispecchi qualunque nome Lalo avesse detto.

La visita di Hector Salamanca di Gus Fring nella quarta stagione di Breaking Bad

“Crawl Space” della quarta stagione di Breaking Bad vede un felice Gus Fring visitare Hector Salamanca nella sua casa di cura Casa Tranquila. Si siede con il veterano del cartello e spiega come ogni singolo discendente di Salamanca ed ex collega gangster sia ora morto, grazie a lui e a Jesse Pinkman. La notizia lascia Hector tremante di rabbia e angoscia, ma Gus se ne va abbastanza soddisfatto. Better Call Saul stagione 6, episodio 8 spiega perché l’Uomo Pollo ha strofinato la faccia di Hector nella vittoria. Gridando nella videocamera di Lalo pochi istanti prima della loro sparatoria mortale, Gus promette di lasciare in vita Hector in modo che “prima che muoia, saprà che ho seppellito ognuno di voi”. Circa sei anni dopo, Breaking Bad mostra a Gus di onorare quella stessa promessa.

“Point & Shoot” dimostra anche come Gus può fornire quella notizia a Hector con estrema sicurezza. Fring non ha solo ordinato l’uccisione di Lalo Salamanca; ha giustiziato l’uomo personalmente. Gus Fring sa senza alcun dubbio che i Salamancas sono finiti.

Gus Fring uccide Victor in Breaking Bad

Come regola generale, Gustavo Fring non è un uomo a cui piace sporcarsi le mani. Mostrando tendenze ossessivo-compulsive (incluso il lavaggio delle mani), Gus preferisce lasciare che i dipendenti versino sangue per suo conto. Tuttavia, Breaking Bad ha dimostrato la capacità di violenza di Gus nel modo più scioccante possibile quando il cattivo ha disegnato un taglierino sulla gola di Victor come punizione per essere stato avvistato con noncuranza sulla scena del crimine. La morte di Victor non è stata solo sorprendente per i secchi di sangue che uscivano fuori, ma perché Gus, tipicamente così imperturbabile e riservato, era responsabile dell’orribile esibizione. Better Call Saul stagione 6, episodio 8 dimostra che questa serie di omicidi è sempre stata in agguato nel profondo di Fring.

Piuttosto che condividere i suoi sospetti sul fatto che Lalo abbia preso di mira il superlaboratorio, Gus indaga personalmente: la pistola che ha segretamente piazzato sul posto confermando che questa era sempre l’intenzione. Ci sono, a quanto pare, solo due occasioni in cui Gus Fring si occuperà personalmente di un omicidio – quando si tratta di vendetta (Lalo, il cartello), o per inviare un messaggio in vista di altri dipendenti (Arturo davanti a Nacho, Victor davanti a Walter White e Jesse Pinkman).

Perché Gus Fring uccide Don Eladio e il cartello in Breaking Bad

Breaking Bad ha già attribuito il massacro del cartello di Gus Fring a due fattori motivanti: l’ambizione di rovesciare l’operazione di Don Eladio e il desiderio di vendetta dopo che il cartello ha ucciso il partner di Gus, Max. “Point & Shoot” della sesta stagione di Better Call Saul elabora l’odio del cartello di Gus, mentre scarica anni di rabbia repressa come mezzo per distrarre Lalo. Dopo aver lasciato cadere il suo brillante insulto “magnaccia grasso e gonfio”, Fring critica il senso dell’onore del cartello, paragonandolo agli sciacalli. Quindi accusa l’operazione di don Eladio di non avere la pazienza, la visione e il pensiero per raggiungere adeguatamente il suo potenziale, affermando coraggiosamente che il cartello non poteva nemmeno concepire un’idea grandiosa come il suo superlab. È una potente miscela di sfiducia professionale e antipatia personale.

Perché Mike è più freddo in Breaking Bad

Mike Ehrmantraut si è già impegnato come braccio destro di Gus Fring quando inizia la sesta stagione di Better Call Saul, ma non è ancora così temprato e freddo come il Mike che tutti ricordano dell’era di Breaking Bad. “Point & Shoot” va in qualche modo a colmare quel divario. Insabbiare la morte di Howard Hamlin mette a dura prova Mike. Seppellire questo civile innocente non è giusto, e mentre i suoi uomini scaricano il cadavere, Mike ordina loro di andare “calmi” sul corpo inerte di Howard. Questo particolare lavoro sembra rendere Mike Ehrmantraut un po’ più insensibile di prima.

Un secondo passo cruciale nello sviluppo di Breaking Bad di Mike arriva quando Gus critica sottilmente il suo dipendente per essersi precipitato nell’appartamento di Jimmy e aver lasciato il superlab scoperto. Mike ammonisce Gus sottolineando: “Questo sarebbe potuto andare molto diversamente”, a cui Fring risponde esplicitamente: “Avrebbe potuto …” Cadere per lo stratagemma di Lalo e fare questo errore quasi fatale forse attira i più spietati , lato clinico dell’atteggiamento professionale di Mike.

Perché Lalo non ferma Gus in Breaking Bad

La sopravvivenza di Lalo Salamanca nella sesta stagione di Better Call Saul avrebbe provocato un buon caos con la continuità di Breaking Bad. In nessuna circostanza concepibile Lalo sarebbe diventato AWOL mentre Gus Fring massacrò la sua famiglia e assunse il controllo completo del business della metanfetamina del New Mexico durante Breaking Bad. Nemmeno la prigione avrebbe contenuto la sua furiosa determinazione. Anche senza Tony Dalton che ha trasformato Lalo da una menzione casuale in un’icona di Better Call Saul, l’idea che un Salamanca vivo lasciasse passare gli eventi di Breaking Bad era sempre estremamente remota. Essere colpito a morte e sepolto sotto un laboratorio sotterraneo segreto in Better Call Saul è un’ottima scusa per l’assenza di Lalo.

.item-num::after { contenuto: “https://www.asiaticafilmmediale.it/”; }

Ultime News

La serie originale di Dragon Ball sta arrivando Crunchyroll

La piattaforma Crunchyroll ha rilasciato un comunicato stampa annunciando che l'adattamento anime del manga scritto e disegnato...

Questi sono gli anime chiave che hanno fatto piangere di più i giapponesi

il portale giapponese netlab ha condotto un sondaggio tra i suoi lettori con la domanda «Qual è l'anime...

Inu ni Nattara Suki na Hito ni Hirowareta svela il suo primo trailer

Sul sito ufficiale per l'adattamento anime del manga ecchi scritto e disegnato da Itsutsu Furukawa, Inu ni Nattara...

Le light novel Danjo no Yuujou wa Seiritsu suru? avranno un anime

La casa editrice Kadokawa ha emesso un comunicato stampa annunciando che le light novel scritte da ninna nanna...

Da Non Perdere

I 30 Migliori Film Horror Da Vedere Assolutamente!

I migliori film horror più spaventosi di tutti i...

Come Disattivare Now TV

Vuoi capire come disattivare Now TV? Potresti non aver...

Ultimi Quiz

Quale Personaggio Della Casa Di Carta Sei?

Uno dei punti di forza delle serie come La Casa di Carta è che mettono insieme un gruppo di...

Che Personaggio Di Stranger Things Sei?

Che Personaggio Di Stranger Things Sei? Sei stato anche tu uno di quelli che, guardando il primissimo episodio di...

Potrebbe anche interessarti...
Articoli selezionati per te