Notizie FilmBenedict Cumberbatch e Jane Campion parlano di "The Power...

Benedict Cumberbatch e Jane Campion parlano di “The Power of the Dog”.

-

- Advertisment -spot_img


Non solo Benedict Cumberbatch si è sottoposto all’analisi dei sogni per prepararsi al suo ruolo in “Il potere del cane”, ma anche la regista e co-sceneggiatrice del film Jane Campion.

“Ti dà molta fiducia perché qualsiasi cosa tu trovi in quel lavoro viene attraverso di te e si sente radicata in qualcosa di molto reale dentro di te”, mi ha detto la Campion giovedì alla proiezione dell’AFI Fest del suo nuovo film di Netflix, “Il potere del cane”, al TCL Chinese Theatre.

In “Il potere del cane”, basato sull’omonimo romanzo di Thomas Savage del 1967, Cumberbatch interpreta Phil Burbank, un ricco ranchero del Montana del 1925 che si addolora per Bronco Henry, il suo defunto mentore, migliore amico e probabilmente amante. Mentre Phil reprime i suoi sentimenti e la sua identità queer, si scaglia contro suo fratello (Jesse Plemons) e la sua nuova moglie Rose, una vedova interpretata da Kirsten Dunst. Fa crudelmente il bullo con il figlio effeminato ed eccentrico di Rose (Kodi Smit-McPhee) prima che i due formino un’improbabile amicizia.

“Penso che sia un progetto molto profondo”, ha detto Campion. “Il personaggio di Phil è così complesso che non credo che gli avremmo reso giustizia senza questo [dream] lavoro… Non credo di essere mai stato aiutato così tanto nel mio lavoro come dal lavoro che ho fatto in questo processo… È molto speciale”.

Cumberbatch ha detto: “È qualcosa che molti attori in questa città usano… È uno strumento. Non è uno che ho mai usato prima e Jane ha detto: ‘Vuoi farlo?’ E io ho detto, ‘Sì, sono pronto per una nuova esperienza, qualsiasi cosa per scavare questa psiche complessa. È stato notevole”.

Cosa ha imparato Cumberbatch su se stesso durante il processo? “Ho imparato il tipo di ansie che puoi avere se non sei disposto a condividere le tue vulnerabilità e quali sono i modelli comportamentali che derivano dal lasciare che la paura sia la tua motivazione”.

Cumberbatch è andato a tutto metodo durante le riprese, senza mai staccarsi dal suo personaggio o dall’accento americano di Phil. Ha anche imparato a suonare il banjo e a castrare i tori. “Tutto quello che vedete nel film, l’ho imparato”, ha detto. “Imparato” è una parola grossa. L’ho fatto e l’ho sperimentato. Ho fatto tutto quello che si vede nel film”.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest news

Benedict Cumberbatch e Jane Campion parlano di “The Power of the Dog”.

Non solo Benedict Cumberbatch si è sottoposto all'analisi dei sogni per prepararsi al suo ruolo in "Il potere...

Deckert raccoglie il titolo della competizione IDFA “Eat Your Catfish

L'agente di vendita internazionale Deckert Distribution ha acquisito i diritti mondiali di "Eat Your Catfish", diretto da Adam...

‘Essere i Ricardos’: Nicole Kidman nel ruolo di Lucille Ball

Being the Ricardos" di Aaron Sorkin ha conquistato il Westwood Village sabato sera, quando sia la stampa che...

Recensione di ‘Sing 2’: Un bis ingraziante per il toon degli animali canterini

Buster Moon ha un sogno: essere il koala di maggior successo nello showbiz. In "Sing", è riuscito a...
- Advertisement -spot_imgspot_img

Frances McDormand potrebbe fare la storia degli Oscar per la ‘Tragedia di Macbeth

A24 e Apple Original Films fanno il doppio lavoro sull'adattamento di William Shakespeare de "La tragedia di Macbeth"...

Il vincitore ungherese del premio MTV sulla vita sotto la legge LGBTQ del paese

Viktória Radványi, la vincitrice ungherese degli MTV EMAs Generation Change Award, ha rivelato un quadro straordinario della vita...

Must read

- Advertisement -spot_imgspot_img

You might also likeRELATED
Recommended to you